Logo

Grande spettacolo a Spoleto (Perugia) per il secondo round del campionato italiano MiniEnduro Borilli Racing – Eleveit 2021. Due giorni di gare, per far correre la 3^ e la 4^ tappa del torneo tricolore, con in cabina di regia il MotoClub Spoleto del presidente Daniele Cesaretti.

Il percorso di gara, completamente in fuoristrada, era lungo circa 12 km e si districava sul greto di un torrente asciutto ma poco polveroso. Due le speciali da affrontare: la prima, percorsa subito dopo la partenza, era l’Enduro Test. La seconda speciale, adiacente al paddock, era l’Airoh Cross Test, lungo 5 km. Invece, il fettucciato percorreva un tratto all’interno del greto del torrente in secca. Tutto bello per ben 160 partenti.

Gara colma di emozioni che vede trionfare due riders diversi: in Gara1 è Pietro Scardina (Yamaha) ad avere la meglio nell’assoluta e nella 125Mini, per meno di 4 secondi, sul vincitore del roung di Santa Cesarea Terme (LE), il sempre più promettente seriano Manuel Verzeroli (GASGAS), prima guida del MC Bergamo, e Tommaso Murgut (Husqvarna). In gara2, invece, vinta da Valentino Corsi su GASGAS 125, solo quarto Manuel Verzeroli, che comunque si installa al vertice della classifica generale, ad una tappa dal termine del campionato, previsto nel fine settimana del 10 e 11 luglio, a Sezzadio, in provincia di Alessandria. Per Giancarlo Busatta, del MC Bergamo, due volte al 19° posto.

Nelle altre classi, in Gara1, troviamo al primo posto Mattia Cagnoni (Yamaha) nella Cadetti, che precede i due alfieri del Team Cello Andrea Surini (KTM) e Cristian Marioli (KTM). Nella Debuttanti domina Pietro Simone (GASGAS), davanti a Riccardo Repici (KTM) e Giovanni Pasquato (KTM). Bella prova di Nicolò Baccinelli (KTM) nella Junior bravo a mettersi dietro l’albinese di Vall’Alta Massimo Lorenzi (Husqvarna) e Davide Cabass (KTM). Rispettivamente 8° e 13° Alfredo Buelli e Gabriel Grassi, portacolori del MC Bergamo.

Nella Senior, vinta da Gabriele Melchiorri (Husqvarna), quinto Cristiano Busatta, del MC Bergamo, con il compagno di club l’altoseriano Marco Pasinetti 19°.

Torna a posizionarsi una Vent nel gradino più alto del podio della classe 50 grazie a Riccardo Pasquato.

Mentre Aurora Pittaluga (Beta) vince la classe femminile con 2’e 47” di distacco da Asia Volpi (KTM), rappresentante del MC Bergamo.

In Gara2, nella Cadetti trionfano i due rappresentanti del Team Cello, Cristian Marioli (KTM) e Andrea Surini (KTM), che fanno primo e secondo, relegando stavolta in terza posizione il vincitore di Gara1 Mattia Cagnoni (Yamaha).

Simone Pietro (GASGAS) si riconferma nella Debuttanti davanti a Riccardo Repici (KTM) e Diego D’Angelo (KTM).

Grande il giovane pilota albinese Massimo Lorenzi (Husqvarna) che stavolta vince la Junior su Cesare Mancini Alunno (KTM) e Davide Cabass (KTM); 12° Alfredo Buelli, del MC Bergamo, con il compagno di club, il vertovese Gabriel Grassi, che si installa in 14^ posizione. Nella Senior trionfa sempre Gabriele Melchiorri, e ancora quinto Cristiano Busatta, del MC Bergamo, con il compagno di club l’altoseriano Marco Pasinetti che scala una posizione stanziandosi al 18° posto.

Nella 50 la lotta tra Pasquato e Piersigilli vede quest’ultimo ad avere la meglio. Terzo Floriano Pernechele (Vent).

Nella Femminile riconferma per Aurora Pittaluga (Beta), secondo posto per Karola La Mantia (Husqvarna) e terza stavolta Asia Volpi (KTM), del MC Bergamo.

Un bel parterre per la tappa bergamasca del campionato regionale di trial, andata in onda a Chiuduno: ben 100 atleti, coordinati a livello logistico dal MC Monza O.C. Gara tosta, bella e appassionante: 12 zone per 2 giri per le categorie TR, mentre per i minitrial condivisione di 2 zone con i senior.

Ed eccoci ai vincitori di categoria:

Nella classe “regina”, la TR2, vittoria del bergamasco Matteo Bosis (Sherco), del MC Lazzate. Ha preceduto Mirko Spreafico (Gas Gas), alfiere del Team TZ Trial del MC Bergamo, e Gabriele Saleri (Beta-M/T Trial).

Nella TR1, invece, la classe dei migliori, si è presentato al via solo il bergamasco Andrea Riva (Trrs-MC Dynamic Trial), che ha avuto vita facile ad imporsi… era da solo.

I colori bergamaschi, poi, hanno agguantato un altro successo nella TR3, con Michael Pellegrinelli, del Team TZ Trial del MC Bergamo, che ha battuto il conterraneo Maurizio Pesenti, sempre del Team TZ Trial del MC Bergamo; quinto Matteo Pietro De Angelis, del Fast Team; e ottavo e decimo altri due piloti del Team TZ Trial, Luca Baschenis e Giorgio Gherardi.

“Poker” orobico nel regionale con Sergio Pesenti (Beta-Mc Flo), nella classe TR3; ha battuto Luca Ruffoni (Beta-Mg Sport Trial).

Nobili Gierri Riciard, poi, vince la TR4 over, con l’orobico Alex Buzzoni, del Team TZ Trial del MC Bergamo, buon quinto. Mentre la TR4 è vinta da Christian Fomasi, del MC Valsassina, con Roberto Milesi, del Team TZ Trial, ottimo terzo; a seguire, in questa classe, altri piloti del MC Bergamo: Davide Busi 5°, Loredano Giuliani 6°, Paolo Pellegrinelli 7°, Marco Pelizzoli 10°.

Infine, Davide Azzoni si aggiudica la TR5, con Claudio Milesi e Michele Torri, del Team TZ Trial, rispettivamente 4° e 5°; e Alessia Bacchetta la classe femminile.

Mini A per Marco Turco e mini B per Tommaso Piva. Mini C per Fabio Mazzola, mini D per Diego Mazzola, miniopen per Giacomo Midali.

Il campionato regionale torna il 6 giugno, a Colico.

Dopo oltre un anno di pandemia, iniziamo a vedere una via d’uscita dall’emergenza sanitaria che ci ha colpiti.

Possiamo quindi tornare a coltivare la nostra passione.

Il calendario del 2021 contiene alcune proposte di viaggio.

Se la situazione lo consentirà e se i soci del Motoclub Bergamo ne faranno richiesta potremo allargare insieme gli itinerari proposti.

E’ il momento di ricominciare a vivere il Motoclub per renderlo un luogo attivo di condivisione della nostra comune passione.

Regolamento Mototurismo.

Il gruppo Mototurismo nasce all’interno del Motoclub Bergamo e vi può partecipare chiunque sia regolarmente iscritto al Motoclub a prescindere dalla sezione di appartenenza e svolge la sua attività sull’impegno volontario di alcuni soci che propongono ed organizzano gli eventi.

Lo scopo del gruppo è di favorire l’aggregazione dei soci e lo sviluppo del turismo motociclistico attraverso dei viaggi di più giorni che sono indicati nel calendario annuale pubblicato nel sito del Motoclub o a motogiri di un giorno che vengono proposti e gestiti tramite il gruppo WhatsApp.

Il gruppo Mototurismo , su iniziativa dei soci partecipanti, valuterà la possibile partecipazione a raduni ed eventi FMI in rappresentanza del Motoclub.

La partecipazione ai viaggi di più giorni deve necessariamente essere comunicata entro 60 giorni prima della data di partenza dell’evento prescelto alla mail soci@motoclub.bergamo.it o direttamente al referente dell’evento .

Trattandosi di attività volontaristica le prenotazioni vengono effettuate direttamente dai partecipanti nel corso delle riunioni appositamente convocate. Nel caso le adesioni ad un evento fossero particolarmente numerose l’organizzatore dell’evento può decidere di affidare la gestione ad una agenzia viaggi.

Le gite di un giorno sono gestite dal gruppo whatsApp a cui tutti i soci interessati possono aderire inviando il loro numero di cellulare e chiedendo di partecipare al gruppo whatsApp.

Trattandosi di una nuova iniziativa invitiamo i soci che avessero voglia e tempo da dedicare alle gestione degli eventi turistici a comunicare tale disponibilità.

Vi aspettiamo presso la nostra sede matedì 25 maggio alle 21.00 per la presentazione delle gite in programma

La prima prova del Campionato Italiano Gruppo 5 di Regolarità, andata in scena domenica 9 maggio a Umbertide (Perugia), per la regia del Moto Club Enduro Fratta Off Road, ha regalato grandi soddisfazioni ai piloti bergamaschi, in particolare a quelli del MC Bergamo. Ciliegina sulla torta, la sezione Grumello Vintage si è aggiudicata il Trofeo con i piloti Pietro Caccia, Alessandro Gritti e Marco Calegari. Durante lo svolgimento della gara, gradita è stata la visita del Presidente FMI, Giovanni Copioli che si è complimentato per la buona riuscita della gara.

Come detto, fra i vincitori di giornata, un gran numero di piloti bergamaschi, a dimostrazione della bontà della scuola regolaristica “BG”.

A1: il seriano Pietro Caccia, del MC Bergamo, su Rond Sachs. Terzo il compagno di club Valerio Signorelli.

A2: Alessandro Degano su KTM, con Piero Prado, del MC Bergamo, quarto.

A3: l’alfiere del MC Careter Nembro Roberto Perere, su Zundapp, al suo ritorno alle gare dopo due anni d’inattività agonistica; quarto il compagno di club Roberto Maroni.

A4: Alberto Zanvettor su Puch Bassotto; quarto l’altro portacolori del MC Careter Nembro Daniele Meroni.

A5: Ivano Mattalini su KTM; terzo Gianluca Corsini, del MC Bergamo, e quarto Massimo Viganò, del MC Costa Volpino.

B2: il seriano di Vertova Alessandro Gritti, alfiere del MC Bergamo, su Moto Morini, davanti a Massimo Riva, del MC Bergamo, e Maurizio Dominella, del MC Careter Nembro.

B3: Marco Candiotto su Honda.

C2: Angelo Ceribelli su Fantic Motor; quarto Ennio Bonaldi, del MC Costa Volpino.

C2B: Giorgio Sironi, del MC Bergamo, su SWM;

C3: Massimo Parrini su Ancillotti, davanti a Fabio Mauri, del Fast Team; quarto Paolo Grassi, del MC Bergamo.

C4: “BG” in alto con Marco Bianchi, del MC Bergamo, su Puch Frigerio.

C5: Guido Savio su KTM, e grande lotta per la piazza d’onore, che alla fine vede secondo Giorgio Goldoni e terzo Valter Testori, del MC Careter Nembro.

C6: Marco Calegari, del MC Bergamo, su KTM. Con Alessandro Pierannunzi, del MC Costa Volpino, che ha chiuso al secondo posto per soli 2,33.

D1: Federico Fregnan su Fantic Motor; attardati ma nella “top ten” Massimo Amadei e Giorgio Maver, del MC Careter Nembro.

D2: il francese Francis Mace su Fantic Motor; con Fabio Casotto e Paolo Bregalanti, del MC Bergamo, rispettivamente 3° e 4°.

D3: Stefano Bosco su Kramer, con Alfredo Bottarelli, del MC Bergamo, terzo.

D4: Maurizio Bettini su KTM, con Luca Murer, del MC Bergamo, buon quarto.

D5: Matteo Rubin su KTM.

D6: Paolo Giulietti, del MC Bergamo, su KTM, davanti al compagno di club Davide Mandotti.

X1; Giorgio Volpi su Accossato, davanti a Ferdinando Lorini, del MC Careter.

X2: Alessio Migliorini su Kram-it, con Massimo Licini, del MC Bergamo, buon terzo.

X3: Osvaldo Armanni su KTM, con il portacolori di Regolarità ’70, Gaetano Di Pace secondo per soli 10,45, e terzo Mauro Uslenghi, del Fast Team.

X4: Andrea Purinan su Honda (X4, con Federico Buttò secondo per soli 8.02; e Mario Rossi, del MC Costa Volpino, quarto.

X5: Franco Felci su Honda.

X6: Giovanni Gritti, del Fast Team, su BMW, con Ezio Righetti, del MC Bergamo, terzo.

T80RS: Mirko Marone su HM, con Ferruccio Cretti, del MC Costa Volpino, terzo.

Prossimo appuntamento il 30 maggio, a San Daniele del Friuli.

Un ricordo è stato, infine, tributato a due compagni di viaggio recentemente scomparsi: Vincenzo “Cisco” Gavazzi e Marco Sette.

Una bella infornata di successi per l’enduro bergamasco nella prima prova del campionato regionale, svoltasi a Montecalvo Versiggia, in provincia di Pavia, per la regia del Mc Valle Staffora, fra i più qualificati del settore. In gara oltre 350 piloti, “targati” major, veteran, expert e territoriali. E, come detto, grande abbuffata dei rappresentanti orobici, in particolare vittorie di classe, con Sonzogni, Guizzetti, Marangoni, Valenti, Bono, Zigliani ed Epis; e numerosi piazzamenti da podio.

Pressione “BG” anche nelle classifiche a squadre.

Nella classe master 300, vittoria di Michele Sonzogni (Beta), del Mc Bergamo Ponte Nossa, davanti a Omar Gambarini del Mc Sebino e Yari Comotti del Mc Lago d’Iseo.

Nella classe master 450 il successo è andato a Marco Guizzetti (Ktm), del Mc Costa Volpino, davanti ad una sequela di piloti “BG”: Stefano Valsecchi (Fast Team), Mattia Riva (Fast Team), Danilo Falgari (MC Bergamo), Michele Ninco (MC Lago d’Iseo), Moreno Milini (MC Lago d’Iseo), Luca Parimbelli (MC Bergamo/Ponte Nossa), 

Nella classe veteran 2T grande affermazione di Davide Marangoni (Ktm), alfiere giallonero del Mc Bergamo/Norelli. Quinto Ivo Zorzitto, del MC Careter Nembro.

Mentre Carlo Valenti (Ktm), del Mc Sebino, è andato a segno nella superveteran 2 tempi, peraltro su Massimo Grammatica del Mc Costa Volpino e Fabiano Gusmini, del Fast Team. Quinto Giorgio De Vitalia, del MC Lago d’Iseo, e settimo Luca D’Adda, del MC Bergamo/Seriate.

Nella classe ultraveteran 4t, vittoria di Marco Bono del Fast Team, davanti al compagno di team Massimo Chiesa, con Remo Fattori, del MC Lago d’Iseo, quarto.

Ed eccoci a Maurizio Zigliani (Ktm), del Mc Lago d’Iseo), primo nella expert.

E ancora occhi puntati su Cristian Epis (Beta), del Mc Bergamo/Presolana, che ha centrato la vittoria nella classe territoriali 250 2 tempi, davanti ad altri due “BG”: Giorgio Cavagna, del Mc Lago d’Iseo, e Luca Paganoni, del Mc Brembana. Quinto, Enrico Duci, sempre del MC Bergamo.

Piazza d’onore per Carmelo Mazzoleni, del MC Bergamo/Norelli, nella expert 300.

Secondo posto di Mauro Uslenghi, del Fast Team, nella classe ultraveteran 2t, con Renato Pegurri, del MC Costa Volpino, quarto.

Da segnalare, poi, il secondo posto di Daniele Esposito, del MC Bergamo/Ponte Nossa, nella classe master 250 4t; a seguire Alessio Rossi, del MC Lago d’Iseo, Daniele Gabrieli, del MC Bergamo/Presolana, e Mauro Ferrari, del MC Lago d’Iseo.

E applausi a Filippo Perletti, del MC Lago d’Iseo, terzo nella classe master 250 4t.

Terzo posto di Giuliano Duci, del MC Bergamo, nella classe territoriali 125, con il compagno di club Danilo Magri, quinto.

Bravo anche Giovanni Gelmi, del MC Bergamo/Presolana, nella classe territoriali 250 4t, dove è giunto quinto; nella classa classe ottavo posto per Alfredo Gamba, del MC Careter Nembro.

Poi, terzo Carlo Canali, del MC Val San Martino, nella superveteran 4t.

Per la cronaca, è stato l’iseano Fausto Scovolo, del Mc Bike & Run di Crema, a far sua la classifica Top Class Major, davanti ad Alessandro Rizza, del Mc Sebino, e al compagno di club Oscar Barbieri Carioni.

La Basilicata porta fortuna a Federico Aresi (GASGAS – Sissi Racing), punta d’assalto della squadra del MC Bergamo, che domina la 3^ prova del campionato italiano di ednuro Under23/Senior. Tutto si svolge a Tolve, in provincia di Potenza, nell’Alta Murgia, dove vince la classifica assoluta, davanti al bresciano figlio d’arte Enrico Rinaldi, del MC RS77, e al piemontese Jordi Gardiol (KTM–Cabutti), due volte primo ad Arma di Taggia e Manzano.

La manifestazione, organizzata dal Moto Club Alta Murgia, ha richiamato oltre 200 atleti, alla presenza del vicepresidente FMI Rocco Lopardo.

Per il bassaiolo Aresi è la prima vittoria del 2021, che oltre a mettere la firma sul Trofeo Airoh Cross Test, fa sua la classe Senior 250 4T dove accorcia sul Gardiol. Per Rinaldi, invece, vittoria nella classe Junior 450 su Enrico Zilli, finito 5° assoluto. Terzo gradino del podio per Lorenzo Bazzurri (Betamotor). Ottavo Federico Poloni, del MC Bergamo/Casazza.

L’altosebino Mirko Spandre (GASGAS–Sissi Racing), del MC Sebino, quarto assoluto, continua il filotto di vittorie nella Senior 450, dove Filippo Grimani (Beta–Entrophy) chiude secondo, davanti al seriano Robert Malanchini (GASGAS–Sissi Racing), del MC Bergamo/Ponte Nossa. Quinto il brembano Luca Marcotulli.

Nella senior 300 vittoria per Thomas Marini (TM–Boano): il sanmarinese batte Michele Musso (Sherco) e Fabio Pampaloni (Beta–SGS).

Il siciliano Giuliano Mancuso porta la sua piccola Fantic del Team D’Arpa Racing fino alla settima posizione assoluta, conquistando la terza vittoria consecutiva nella categoria Senior 125. Medaglia d’argento per il bergamasco Nicola Piccinini (GASGAS–Sissi Racing), del MB Bergamo/Casazza, e di bronzo per Riccardo Celesti (Sherco). Quarto Simone Trapletti, anch’egli del MC Bergamo/Casazza.

Prima vittoria stagionale nella Senior 250 2T per Nicolò Scarpelli (Beta–SGS) che ha la meglio sul leader di campionato Davide Guerrieri (Beta–DG Racing) e su Stefano Costa (Husqvarna). Sesto Massimo Wolkow Mutti, del MC Lago d’Iseo.

Nella Cadetti 125 mette la ruota davanti a tutti Alessio Bini su Beta, alla prima vittoria in campionato. Seconda piazza Kevin Cristino (Fantic–D’Arpa Racing) che precede Nicolò Paolucci (Beta). Quarto l’altoseriano Gabriele Pasinetti, quinto Andrea Gheza, del MC Bergamo/Ponte Nossa, e sesto Daniele DelBono, del MC Lago d’Iseo.

Riccardo Fabris (Fantic–Jet) si conferma l’uomo da battere nella Junior 125 e sale a 60 punti nella classifica di campionato, +9 punti su Filippo Colarusso (Husqvarna) secondo anche a Tolve. Terza posizione per Cristian Murgut (Hsqvarna). Quinto Stefano Bocconi, del MC Bergamo/Casazza.

Bella lotta nella Junior 250 2T tra Jacopo Traini (Beta–Entrophy), Matteo Menchelli (Beta) e Lorenzo Bernini (KTM), quest’ultimo del MC Bergamo/Ponte Nossa, rispettivamente primo, secondo e terzo oggi e con una vittoria per uno in campionato.

Dominio assoluto, invece, nella Junior 300, dove il bergamasco Luca Filisetti, del MC Bergamo/Ponte Nossa, su GASGAS 300 2T, trova la terza gioia del 2021, superando di misura il veloce Davide Pellizzaro (Beta), a soli sette secondi, e Ramon Bregoli (KTM).

Rientro con vittoria, dopo il ritiro di Manzano, nella Junior 250 4T per Mattia Capuzzo (KTM), primo davanti a Carlo Minot (TM) e Simone Cristini (GASGAS), del MC Lago d’Iseo.

Nella Femminile arriva un’altra vittoria per Anna Sappino (Beta), questa volta con un distacco piccolissimo, soli due secondi e mezzo, nei confronti di Elisa Givonetti su KTM 125. Terzo posto per Raissa Terranova (Beta). E quarta la cremasca Raffaella Cabini, del Fast Team

Tra le piccole furie della classe 50 a trionfare nella terza prova è Davide Mei su Valenti 50 davanti a Alberto Elgari (Beta) e Luca Colorio (Vent). Solo ottavo il seriano Manuel Verzeroli.

Tra i Motoclub si aggiudicano la vittoria il MC Bergamo nella categoria Senior, il Gaerne tra gli Under23, ma con il MC Bergamo secondo, e il Fuoringiro Savona tra le Lady.

Bella lotta tra i Team indipendenti dove la battaglia è tra il Team Sissi Racing e il Team Diligenti: nella classifica Senior ha la meglio il Sissi con i “quattro moschettieri” bergamaschi Aresi, Spandre, Piccinini e Malanchini, mentre nella classifica degli Under23 vince Diligenti con Traini, Elgari, Giuliani e Bernini.

A farla da padroni nella challenge Husqvarna, dedicata ai riders in sella alle moto blu, bianche e gialle, sono stati Davide Nicoli nell’Under23 e Massimo Wolkow Mutti nella classe Senior.

Il Campionato Italiano Enduro Under23/Senior Borilli Racing – 24MX va adesso in pausa e torna tra due mesi a Mangione, in provincia di Perugia, dove si svolgerà la penultima tappa del campionato.

Un altro pezzo da novanta del motociclismo bergamasco ci ha lasciato. Giovedì 29 aprile, con grande dolore e commozione, la platea motociclistica “made in Bergamo” ha appreso la notizia della scomparsa di Vincenzo Gavazzi, da tutti conosciuto come “Cisco”. Una bella persona, dal tratto affabile e gentile, molto legata al Motoclub Bergamo, in particolare alla Scuderia Norelli, che negli anni si è distinto per le sue competenze professionali, la passione per i motori e le qualità umane. Le nostre condoglianze più sentite a tutti i suoi cari, con il nostro grazie per quanto “Cisco” ci ha dato. 

Cisco è sempre stato un personaggio, fin da quando, prima ancora che esistesse la Scuderia Norelli, aveva ricavato la sua piccola officina in una vecchia stalla di proprietà del nonno. In quegli angusti locali, dimora per anni e anni di bovini di cui si avvertiva ancora l’odore, Cisco iniziò, attorno al 1966, la sua attività di pilota-preparatore, cimentandosi nell’elaborazione fuoristradistica di una Itom 50 cc, 3 marce al manubrio, con raffreddamento ad aria forzata, forse ricavato da una vecchia Vespa; con questo “mostro” si presentò lo stesso anno al via delle prime gare, insieme all’amico Fausto Oldrati, anch’egli su una moto gemella.

Cisco divenne poi il preparatore di alcuni piloti della Norelli e, dopo aver svolto il servizio militare, entrò nella scuderia giallo-nera e, da meccanico quale era, si è avvicendato alla guida delle moto più disparate. Nel 1971, passando dalla Morini 125 alla KTM 125, fino alla Guzzi “Stornello” 125, Cisco si classificò 2° della classe 125 nel “Trofeo Luciano Dall’Ara” di Campionato Provinciale Bergamasco e pure 2° nella medesima classe 125 al “Trofeo F.M.I” nazionale. Su KTM-Penton 125 partecipò anche alla 23ª edizione della Valli Bergamasche, a Lovere. Nel 1972, in sella alla nuova e sperimentale Gilera 100 2T, prese parte al Campionato Italiano, giungendo 8° nella classe 100 e partecipò alla 24ª Valli Bergamasche a Bergamo, dove si classificò 10° nella classe 100, conquistando la prima Medaglia d’Argento.

Nel 1973 Cisco varcò l’oceano e si presentò al via della 48ª edizione della “Sei Giorni Internazionale”, a Dalton (USA), dove si classificò 6° nella classe 100, meritandosi la prima Medaglia d’Oro. Nel 1974 Cisco fu chiamato, come pilota ufficiale, nella squadra Gilera, con la quale disputò la “49ª Sei Giorni”, a Camerino, la mitica edizione dominata dallo squadrone Gilera con un “13 su 13” (13 partiti e arrivati), guadagnandosi la Medaglia di Bronzo. Cisco rimase alla Gilera come meccanico e pilota anche l’anno successivo, il 1975, meritandosi varie Medaglie d’Oro ai Campionati Europei, avendo negli amici della Scuderia Norelli i suoi primi tifosi.

Ritornò alla Norelli nel 1976, anno in cui, in sella alla TGM, si distinse nel Campionato Regionale, mentre negli anni successivi riportò diverse vittorie e buoni piazzamenti ai Campionati Regionali di motocross.

Dopo alcuni anni durante i quali Cisco compì il salto di qualità in campo tecnico e commerciale, acquisendo la concessionaria Ducati per Bergamo, eccolo nel 1988 alla 3ª edizione della “Valli Revival”, a Serina, dove si classificò 1° assoluto. Partecipò, quindi, a diverse altre edizioni della “Valli Revival”, passando dalla Gilera 175 4T alla Ducati 450, sempre con buoni risultati, fino al 2014, anno in cui Cisco fece il suo ingresso nel Campionato Italiano Regolarità Epoca Gr.5, naturalmente per i colori della Scuderia Norelli, disputando le diverse prove sulla Gilera 125 2T, con spirito sportivo improntato al puro divertimento.

Cisco si ripetè nel 2015, anno in cui, al termine della stagione agonistica nel Gr.5, si schierò al via della ITDE Revival all’isola d’Elba, ancora in sella alla Gilera 125 2T da lui stesso preparata, con la cura e l’esperienza che lo hanno sempre contraddistinto.

Di animo buono e generoso, Cisco, una volta appeso il casco al chiodo, ha supportato la Scuderia Norelli, anche col suo aiuto economico, non dimenticando mai gli amici di un tempo.           

Vogliamo ricordare Cisco con la foto che lo ritrae alla “Valli Bergamasche Revival” del 2005, a Oltre il Colle.

Il funerale sarà celebrato lunedì 3 maggio, alle 15, nella Chiesa del Cimitero di Bergamo.

Seconda prova del campionato regionale minienduro 2021, valida anche come tappa dell’interregionale Trofeo Ferraro, a Casale Monferrato, in provincia di Alessandria. E, di fronte ad un lotto agguerrito di avversari, bene si sono comportati i giovani enduristi orobici.

La classifica Assoluta ha visto primeggiare Simone Cagnoni, in forza alle Fiamme Oro Milano, con Giancarlo Busatta, del MC Bergamo, che ha chiuso al terzo gradino del podio. Stesso ordine di classifica anche nella classe 125, dove troviamo altri piloti bergamaschi: Matteo Spreafico (10°), del MC Val San Martino, e altri “quattro moschettieri” del MC Bergamo, Samuele Rubis (11°), Mirko Angeretti (14°), Cristian Medica (15°), Leonardo Notarpietro (25°).

Nella classe Cadetti, vinta da Cristian Marioli, quinto posto per Davide Crippa, del Fast Team; mentre i due rappresentanti del MC Bergamo, Alberto Fornari e Nicolas Novelli hanno chiuso rispettivamente 13° e 26°.

Nella classe Debuttanti successo di Pietro Simone, mentre nella Junior successo dell’albinese di Vall’Alta Massimo Lorenzi, in forza alle Fiamme Oro Milano. Quarto Gabriel Grassi,di Vertova, alfiere del MC Bergamo, con il compagno di club Alfredo Buelli che è giunto sesto.

Fra gli Ospiti, classe unica, quarto posto di Filippo Ciceri, del MC Val San Martino, in una gara vinta da Niko Guastini.

Ed eccoci alla classe Senior, vinta da Gabriele Giordano, ma terzo posto per Cristiano Busatta e quarta piazza per l’altoseriano Marco Pasinetti, entrambi portacolori del MC Bergamo. Fabio Pozzoni, del Fast Team, è 15°.

Secondo posto, poi, per Asia Volpi, del MC Bergamo, nella classe Femminile, alle spalle di Aurora Pittaluga.

Alessio Berger, infine, ha fatto sua la classe 50 Codice.

La famiglia del MC Bergamo è in lutto. Sabato 24 aprile, infatti, dopo una lunga malattia, è scomparso Roberto Cerri, che ha incarnato il prototipo del “pilota-studente” della Scuderia Norelli del MC Bergamo, raggiungendo ottimi risultati sia in gara che negli studi, come pure nella vita professionale. Lo piange la Scuderia Norelli, e le altre scuderie del MC Bergamo, ma anche quanti lo hanno conosciuto sulle piste della motoregolarità.

Di lui, in attività dal 1977 al 1981, in sella a Puch e Ancillotti 50, Fantic 100 e TGM 250, si ricordano, oltre ai numerosi buoni piazzamenti, l’esordio nel 1977 alla 27^ Valli Bergamasche, svoltasi a Bergamo, in sella ad una Puch 50, conclusasi al secondo posto nella classe 50 cc, davanti a tanti piloti ufficiali italiani e stranieri. Sempre nello stesso anno, il terzo posto nella classe 50 cc, nella classifica finale del “Trofeo Luciano Dall’Ara”.

Vogliamo rendere omaggio a Roberto proprio con la foto che lo ritrae impegnato alla 27^ Valli Bergamasche del 1977.

L’estremo saluto a Roberto sarà dato lunedì 26 aprile, alle 10, presso la Casa del Commiato, in via S. Bernardino 139, a Bergamo.

La Scuderia Norelli, e con essa la famiglia del MC Bergamo, è affettuosamente vicina alla famiglia in questo momento doloroso e triste.

Partenza con il botto per il trial bergamasco nel campionato regionale di trial 2021. A Cortenova, nella gara d’esordio del torneo lombardo, valida per la conquista del Memorial Matteo Pigazzi, il Team TZ Trial del MC Bergamo ha dettato legge, dimostrando una potenza di fuoco, per qualità e freschezza, lungo le zone tracciate dal MC Valsassina, andando ad offrire ottime performance e, cosa più importante, conquistare vittorie di classe. In particolare, nella classe “regina”, la TR2, dove il tandem del Tz Trial ha fatto suo il primo e il secondo posto del podio, con Francesco Cabrini (Vertigo) e Mirko Spreafico (Gas Gas). Comunque, a chiudere il podio, un altro bergamasco, Matteo Bosis (Sherco), del MC Lazzate. Questi i loro punteggi: 31 penalità Cabrini, 33 Spreafico e 43 Bosis.

Ma c’è un’altra vittoria orobica a Cortenova: l’ha agguantata Michele Torri (Vertigo), sempre in forza al Team TZ Trial, nella classe TR5; qui, ha avuto la meglio su Davide Azzoni del Fast Team e Simone Savoldelli del Dynamic Trial di Darfo.

Da segnalare anche il secondo posto di Michael Pellegrinelli (Vertigo), del Team TZ Trial, nella classe TR3 open, in una gara vinta da Paolo Ruffoni del Mc Mg Sport Trial. In questa classe Luca Baschenis e Maurizio Pesenti, hanno chiuso la gara rispettivamente al sesto e ottavo posto.

Buono il terzo posto di Davide Busi, del Team TZ Trial, nella classe TR4, vinta da Christian Fomasi del MC Valsassina. In questa classe, quarto posto per il compagno di team Paolo Pellegrinelli (Gas Gas); e uno stuolo di altri piloti orobici: Matteo Quarti (6°), Roberto Milesi (10°), Marco Pelizzoli (11°).

E quarto posto per un altro bergamasco, Sergio Pesenti (Beta), del MC Flo, impegnato nella TR3, vinta da Cristian Bassi del MC Lazzate.

Nella TR4 open, vinta da Fabrizio Barre, sesto posto per l’inossidabile Alex Buzzoni, esponente del Team TZ Trial, con il compagno di team Massimiliano Sonzogni, decimo.

Prossimo appuntamento, il 16 maggio, in località ancora da definire.