al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2009 - quarto trimestre

 

18 dicembre  2009

 

Sei titoli per il Club nel campionato lombardo di enduro

 

Quest’anno nel campionato lombardo di enduro il movimento bergamasco ha fatto tredici! Tanti sono infatti risultati, tirate le somme, i titoli conquistati nelle diverse categorie dopo la disputa delle manifestazioni ospitate a Cerro al Lambro (Mi), Chieve (Cr), Costa Volpino, Sant’Omobono Terme, Grumello del Monte, Gussola (Cr), Misinto (Mi), Goito (Mn). E' certamente un bel bottino anche se leggermente inferiore rispetto alle 14 affermazioni ottenute nel 2008.
I migliori exploit sono maturati nelle categorie major (con ben sei successi) e cadetti (quattro) mentre, stranamente, non è arrivato alcun titolo nella categoria degli junior. Per quanto riguarda il Moto Club Bergamo i titoli conquistati sono stati sei.
Tra i major hanno fatto centro Fabio Benzoni (Honda-Mc Bergamo Presolana enduro) nella classe M1; Pierluigi Surini (Aprilia Rs-Mc Sebino) nella classe M2; Carmelo Mazzoleni (Ktm-Mc Bergamo Norelli) nella classe M3; Renato Pegurri (Ktm-Mc Costa Volpino) nella classe veteran; Remo Fattori (Ktm-Mc Bergamo Norelli) nella classe super veteran; la scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo tra le squadre. Tra loro hanno conquistato anche il titolo italiano la Norelli, Surini, Mazzoleni e Fattori.
Nella categoria cadetti si sono laureati campioni i più giovani Nicolas Pellegrinelli (Hm-Mc Treviglio) nella classe 50 ; Nicola Piccinini (Ktm-Mc Bergamo Norelli) nella classe 125 2t; Andrea Bertolini (Hm-Mc Treviglio) nella classe 125 4t. Tra le squadre si è imposto il Moto Club Treviglio. In questa categoria ha vinto anche il tricolore solo l’emergente Pellegrinelli.
Tre i titoli tra i senior. Li hanno ottenuti Manuel Pievani (Ktm-Mc Sebino) nella 125 2t; Fabio Rota (Honda-Mc Bergamo Ponte Nossa) nella 250 2t; Paolo Cagnoni (Beta-Mc Motorando) nella 450 4t. In questo caso tra le squadre è prevalso il Mc Sebino di Malegno sul Motorando di Bergamo. Pievani ha vinto anche in campo tricolore.
Nella classe elite il successo è arriso a Alessio Bosetti del Mc Gardone che ha preceduto gli orobici Fabio Lavetti e Giuliano Falgari.

 

Fabio Benzoni si è imposto nella categoria major classe M1

 

 

 

10 dicembre  2009

 

Avb nei punti chiave del prossimo mondiale trial a Foppolo

 

Sarà ancora più intensa e stimolante del solito la prossima stagione agonistica per la dinamica sezione Avb del Moto Club Bergamo, specializzata nella disciplina del trial e prevalentemente operante in Valle Brembana. All’orizzonte c’è infatti la prova italiana del campionato del mondo di trial, gara in programma a Foppolo alla fine del mese di luglio, e l’Avb sarà la sezione del Moto Club Bergamo (ufficialmente organizzatore dell’evento) maggiormente coinvolta. Tanto per cominciare il presidente Giacomo Bosis, tra i pionieri della disciplina in Italia nonché padre del fuoriclasse Diego, sarà con ogni probabilità il direttore di gara mentre tutti gli altri dirigenti e soci saranno dislocati nei punti tecnici chiave della macchina organizzativa. 
Sono previsti due giorni di corse, sabato 24 saranno di scena i piloti del campionato europeo, domenica 25 i campionissimi del campionato del mondo, in testa il numero uno 2009, lo spagnolo Toni Bou.
In precedenza, il 14 marzo, l'Avb darà vita, sempre a Foppolo, alla prova conclusiva del campionato italiano di motoslitte (è sarà l'11° simile appuntamento negli ultimi 12 anni). 
L'Avb intende proseguire anche l'esperienza del campionato sociale (con 3 o 4 eventi), che quest'anno ha laureato campioni Giovanni Pulcini, Paolo Giovanni Rossi e Giuseppe Noris, orchestrare anche una prova del campionato lombardo (magari dopo la pausa estiva) e riproporre, per la terza volta, in ottobre, la Cavalcata dell'Alta Valle Brembana (che due mesi fa, alla seconda edizione, ha coinvolto oltre 200 appassionati). 
In ambito agonistico le maggiori soddisfazioni sono invece maturate, nel 2008, grazie al 2° posto conquistato dall'emergente Diego Sonzogni nel tricolore juniores e dal titolo lombardo ottenuto, da Giovanni Paolo Rossi, di Alzano Lombardo, classe 1965, nella categoria amatori B. 

 

il campione lombardo e sociale Giovanni Paolo Rossi tra Gatti e Bosis

 

 

 

26 novembre  2009

 

Epilogo sulla neve di Foppolo per il tricolore motoslitte 2010

 

La Federmoto ha già dato forma al calendario del campionato italiano motoslitte 2010, ogni stagione sportiva puntualmente il primo dei tricolori ai nastri di partenza. Sono previste sei prove, anche quest’anno non mancherà l’appuntamento di Foppolo, che è in programma per domenica 14 marzo e che costituirà la tappa conclusiva (a differenza del 2009, quando fu la penultima). 

Al solito l’organizzazione sarà affidata alla sezione Avb (Alta Valle Brembana) del Moto Club Bergamo, che proporrà così tale evento ben undici volte negli ultimi dodici anni. Foppolo tornerà poi alla ribalta motociclsitica nel mese di luglio, quando ospiterà, sempre a cura del Moto Club Bergamo, il Gran premio d’Italia di trial, settima prova del campionato mondiale della specialità.
Tornando alle motoslitte il campionato alzerà il sipario il 10 gennaio a Ponte di Legno (in cabina di regia il Mc Sebino di Malegno), e quindi proseguirà il 24 gennaio a Madesimo (Mc Tre Pievi), il 7 febbraio a Formazza (Mc Alta Val Formazza), il 21 febbraio a Trento (Mc Tenno), il 7 marzo a Livigno (Mc Trela Pass).
Il campione in carica nella classe regina, la unica nazionale, è il fuoriclasse altoatesino figlio d'arte Alessandro Ploner (Polaris) che ha vinto davanti allo specialista brembano Luca Baschenis (quinto, invece, l'altro pilota orobico impegnato nella disciplina, Michele Contessi, in forze al Mc Sebino). 

 

 

 

25 novembre  2009

 

Morto l'imprenditore Giovanni Pandini, padre del vice presidente Norelli Guido

 

E' morto l'ingegner Giovanni Pandini, 78 anni, figura storica dell'imprenditoria di Bergamo, padre del vice presidente della scuderia Norelli Guido Pandini. Laureato in ingegneria civile idraulica a Padova, a soli 26 anni Giovanni Pandini fondò l'impresa a lui intestata "Ing. G. Pandini".
Nemmeno un anno fa, il 20 dicembre 2008, il Comune di Bergamo gli aveva conferito la benemerenza cittadina, per la sua dedizione al lavoro, all'imprenditoria e ad un impegno che ha abbracciato più settori: consigliere dell'allora Aceb (Associazione costruttori edili bergamaschi, oggi Ance Bergamo, per la quale anche il figlio Giulio è stato presidente), consigliere dell'associazione Gamec, dell'Ateneo di Scienze, lettere e arti di Bergamo, della Fondazione Mia, della Croce Rossa italiana, della Fondazione Credito Bergamasco, dell'Opera bergamasca salute del fanciullo.
Giovanni Pandini aveva perso la moglie il 4 luglio del 2008. Lascia i figli Giulio, Guido e Giorgio. L'ingegner Giulio Pandini e l'architetto Guido, lo scorso 12 novembre, avevano presentato alla città l'ultimo dono che il padre Giovanni aveva voluto fare a Bergamo: il recupero della cannoniera di San Giovanni, in Città Alta.
In quell'occasione, a Palazzo Frizzoni, era stato letto un messaggio di saluto dell'ingegner Giovanni Pandini, che non aveva potuto essere presente per motivi di salute: "Ho fondato giovanissimo questa mia impresa di costruzioni nel 1957 e in occasione dei primi 50 anni di lavoro ho deciso, con i miei figli, di onorare questa importante tappa eseguendo il recupero di due monumenti cittadini: il Battistero in piazza Duomo per la Diocesi e la Cinquecentesca cannoniera del baluardo di San Giovanni sulle Mura Venete, donandola alla città, per lasciare un ricordo della città e della appassionata appartenenza alla nostra splendida Bergamo". 

 

 

 

12 novembre  2009

 

Massimo Sironi responsabile della Commissione Vintage europea

 

Durante la riunione tenutasi sabato 7 novembre a Bratislava, la Commissione Vintage della UEM ha conferito a Massimo Sironi l’incarico di responsabile a livello europeo per tutto ciò che riguarda l’Enduro Moto d’Epoca. Sironi, uno dei fondatori ed ex Presidente della Scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo, ricoprirà l’incarico fino a tutto il 2011.
La sua prima iniziativa è stata quella di varare il Campionato Europeo Vintage 2010.

 

Massimo Sironi

 

 

 

10 novembre  2009

 

Il vice presidente Ghilardi eletto presidente degli industriali metalmeccanici

 

Importante incarico per Raffaele Ghilardi, il vice presidente del Moto Club Bergamo. Nei giorni scorsi l'imprenditore, che è amministratore unico della Ims Deltanatic di Calcinate, è stato infatti eletto presidente degli industriali metalmeccanici bergamaschi raccogliendo il testimone di Carlo Mazzoleni. 
Nativo di Trescore, 55 anni, coniugato, tre figli, Ghilardi è perito elettrotecnico diplomato al Paleocapa di Bergamo.
Ha iniziato a lavorare nel 1977 come rappresentante di componenti pneumatici e oleodinamici per applicazioni industriali. Nel 1982 avvia l'attività in proprio in un garage, per costruire piccole macchine speciali. A seguito di successive specializzazioni, prima nella filiera dell'automotive con impianti per la produzione di interni per autoveicoli e poi nella costruzione di impianti per la lavorazione di bobine di grandi dimensioni (converting), e acquisizioni, nasce un gruppo che oggi conta cinque stabilimenti, di cui quattro in Italia e uno in America, con circa 200 dipendenti e un fatturato attorno ai 40 milioni.
Già membro del direttivo dei metalmeccanici bergamaschi, Ghilardi è anche membro del direttivo della Piccola industria, componente del comitato tecnico di Confidi Bergamo-Lombardia, della giunta di Federmeccanica dal 2008 e componente permanente del comitato Piccola industria nazionale di Federmeccanica. 

 

Raffaele Ghilardi, a sinistra, con il suo predecessore Carlo Mazzoleni

 

 

 

6 novembre  2009

 

Nella prossima stagione gare mondiali a Lovere e Foppolo

 

Torna la mitica Valli Bergamasche, arriva la novità Turchia, non sono previste gare in Scandinavia e oltre oceano. Questi i punti salienti del calendario 2010 del campionato mondiale di enduro, calendario recentemente diramato dalla Federmoto internazionale. Il torneo sarà nuovamente coordinato dalla francese Abc Communication, le prove in programma saranno otto, al solito tutte di due giorni, il sipario si alzerà il 10 e 11 aprile in Spagna, a Valverde del Camino. Seguirà subito dopo l'altra sfida nella penisola iberica, in Portogallo, a Oliveira do Hospital, il 17 e 18 aprile. 
Dopo oltre un mese, il 22 e 23 maggio ecco la Valli, che sarà quindi la terza prova del torneo iridato. Appuntamento a Lovere, si tratterà del 41° capitolo della competizione fuoristrada famosa in tutto il mondo. ideata e orchestrata dal Moto Club Bergamo ed il cui esordio risale al lontano 1948.
Le sfide proseguiranno quindi in Polonia, a Kwidzyn, il 12 e 13 giugno; in Slovacchia, a Puchov, il 19 e 20 giugno; in Turchia, a Hezerfen, il 28 e 29 agosto; in Grecia, a Serres, il 4 e 5 settembre; in Francia, a Noiretable, il 25 e 26 settembre. 
Non sarà quindi un campionato troppo "chilometroso", con trasferte dispendiose, in compenso, la Sei Giorni, prova del mondiale per nazioni, si disputerà in Messico, nella prima settimana di novembre. 
Per la Bergamasca e per il Moto Club Bergamo la Valli non sarà l'unica gara iridata dell'anno, è anche previsto il Gran premio d'Italia di trial a Foppolo, esattamente per il 25 luglio. In questo caso si tratterà della settima prova del campionato mondiale della disciplina, decisamente importante considerato che anche in questo caso ne sono previste otto. 
Per Foppolo è la terza simile manifestazione, aveva già ospitato i migliori esponenti della specialità in lotta per l'iride nel 2001 e nel 1993 mentre nel 1986 la località turistica dell'Alta Val Brembana ospitò la tappa finale della Sei Giorni enduro (con doppia vittoria degli azzurri e grandi feste).
Il calendario del mondiale trial inizierà presto, l'11 marzo in Spagna, per poi proseguire il 17 aprile in Portogallo, il 5 giugno in Giappone, il 26 giugno in Gran Bretagna, l'11 luglio in Francia, il 18 luglio a San Marino e quindi arriverà all'epilogo il 5 settembre nella Repubblica Ceca.

 

 

 

29 ottobre  2009

 

Norelli e Grumello Vintage mattatori nel tricolore d'epoca

 

Con la manifestazione ospitata a San Severino Marche (Mc) si è concluso il campionato italiano di regolarità d’epoca, torneo quest’anno particolarmente impegnativo (ben nove gli appuntamenti e dieci le gare, considerato che quella di Passignano era articolata su due tappe). Si è corso anche a Rapolano Terme, Lucinico, Corneliano d’Alba, Montefiorino, Pecorara, Palermo e Crespano del Grappa. Nonostante non fossero previste tappe in Bergamasca le nostre formazioni ed i nostri piloti hanno puntualmente fatto incetta di successi e titoli, in particolare hanno brillato due scuderie del Moto Club Bergamo, la Norelli ed il Grumello Vintage. 

La Norelli si è imposta, con una prova d’anticipo, nella classifica a squadre del Vaso ed ha conquistato quattro scudetti individuali con i propri esponenti Valerio Signorelli (classe A1-Fantic); Luciano Marchesi (classe C3-Ktm); Gualtiero Brissoni (classe C5-Ktm); Sergio Gandolfi (classe D5-Montesa). Gandolfi, fra l'altro, quest'anno ha fatto suo il titolo anche nel campionato motocross d’epoca. La squadra vincente era composta da Gandolfi, dal tedesco Dubronner (2° nella classe D3 su Swm) e da Giulio Gambarini.
Altri norellisti che si sono distinti Eugenio Sala (3° nella A1); Ivan Pagani (3° nella B2); Angelo Gottardelli (3° nella C2); Giuliano Butti (4° nella C3).
Più sofferta l’affermazione per il Grumello Vintage nella graduatoria delle squadre di Trofeo (e fra l’altro in attesa di conferma in quanto la classifica di Passignano è ancora "sub judice"). Per un solo punto,169 contro 168, e grazie proprio all’affermazione ottenuta a San Severino, ha avuto ragione dei grandi avversari del Mc La Marca Trevigiana confermando il titolo già vinto nelle due passate stagioni. Terza posizione (a quota 155) per la scuderia Norelli, a seguire altre tre compagini orobiche, Careter Nembro A, Costa Volpino e Grumello Vintage B.
L’equipe della Val Calepio ha potuto contare su Claudio Oriboni, Pietro Caccia, Luca Murer, Marco Bianchi, Giorgio Balzarini e sul mitico Alessandro Franco Gritti. A vincere il titolo di classe sono stati Oriboni (B1-Ktm) e Caccia (C1-Ancillotti). Buoni piazzamenti per Giovanni Runggaldier (3° nella A3), Balzarini (4° nella A4), Bianchi e Massimo Riva (2° e 3° nella C3); Gritti (4° nella C4), Murer (2° nella C5), Alessandro Cabizza (3° nella D1), Daniele di Prima e Marco Simonetti (3° e 4° nella D2).
Per il Careter scudetto con Giancarlo Melli nella A3, per il Costa Volpino titolo a Heinz Renken nella A2. Il Mc Motorando di Bergamo è invece brillato nel parallelo Trofeo giovanile Testori con la vittoria di Edoardo Lazzarini nella E1 e col 3° posto di Simone Zaffaroni nella E2.

 

Sergio Gandolfi, campione nel gruppo  D5, ha vinto il titolo anche nel motocross

 

 

 

22 ottobre  2009

 

La Norelli spopola anche a San Severino e conquista cinque scudetti

 

Con domenica 18 ottobre si è conclusa a San Severino Marche la stagione agonistica del fuoristrada nazionale con quattro titoli di Campioni d’Italia Individuali nel Campionato GR5 dei piloti Norelli: Valerio Signorelli, Luciano Marchesi, Gualtiero Brissoni e Sergio Gandolfi hanno incrementato le vittorie di questa magnifica stagione agonistica.
I colori giallo-neri della Scuderia Norelli, Sezione cittadina del prestigioso Moto Club Bergamo, hanno dominato in tutta Italia.
Gli atleti hanno vinto nelle varie categorie e specialità ben sette titoli nazionali e due scudetti a squadre, oltre alle tre vittorie nel Campionato Regionale ed una a squadre.
Questi risultati gratificano i tecnici Zanchi, Pendezzini, Signorelli e Benigni che, con le direttive del Presidente Pelandi, hanno saputo far fruttare il lavoro di anni di questa Scuderia da tutti reputata vivaio di campioni nella quale, oltre all’agonismo, regnano l’amicizia e l’attaccamento ai propri colori...

 

Valerio Signorelli si è laureato campione italiano di regolarità d'epoca

 

 

 

7 ottobre  2009

 

La scuderia Fulvio Norelli campione a squadre nel tricolore enduro major

 

Continua il periodo di successi della Scuderia Fulvio Norelli!
A Colliano (Salerno), dove è stata disputata l'ultima prova del campionato italiano enduro della categoria major, i piloti, guidati magistralmente da Gigi Zanchi, hanno vinto due nuovi titoli nazionali individuali ed il titolo a squadre.
Carmelo Mazzoleni, di Zogno, in sella alla KTM, ha dominato la classe durante tutte le quattro prove.
Remo Fattori, di Casirate d’Adda, al suo 5° titolo, in sella alla sua KTM Giglioli Motori, ha battagliato fino all’ultima prova speciale con il compagno di Scuderia l’inossidabile Gualtiero Brissoni, su Aprilia, battendolo per 5,8 secondi.
Questi tre piloti, con l’aggiunta di Marco Brioschi che, per un infortunio non ha potuto partecipare all’ultima prova, hanno permesso alla Scuderia Norelli, Sezione cittadina del titolato Moto Club Bergamo, di aggiudicarsi il Titolo Italiano 2009 che permetterà di cucire lo scudetto tricolore sulle maglie gialle e nere che contraddistinguono da sempre il Club.
Nella stessa gara vittoria e titolo nella categoria Team per RS Moto Racing Bergamo.
Ora Gigi Zanchi, perfetto direttore sportivo, tenterà, battendo ancora tutti, di spronare i suoi ragazzi alla vittoria dei titoli regionali.
Aspettiamo con ansia le ultime prove dei campionati perché i piloti del Club, presieduto da Domenico Pelandi, dovrebbero far ben parlare ancora di loro le cronache sportive.

 

la formazione Norelli festeggia il titolo vinto in Campania

 

 

 

3 ottobre  2009

 

La Cavalcata raddoppia, prima il trial a Foppolo, poi la versione stradale

 

Fervono i preparativi, al Moto Club Bergamo, per l’allestimento della Cavalcata delle Valli Orobiche edizione 2009. L’appuntamento è fissato per domenica 18 ottobre, avrà nuovamente quale punti di ritrovo e partenza la zona di via Carducci antistante la concessionaria Honda Dall’Ara e la Saiga Gomme, mentre l’arrivo è stato fissato nella Conca della Presolana, a Songavazzo, presso il Centro sportivo. 
Sarà una Cavalcata di tipo stradale, come avviene da qualche anno, dopo che le difficoltà nel reperire i permessi di transito hanno costretto ad annullarne la versione fuoristrada. In precedenza, però, domenica 11 ottobre, la dinamica sezione Avb proporrà la versione trial, denominata Cavalcata trial Alta Valle Brembana, con epicentro fissato a Foppolo. 
Lo sdoppiamento di date è una novità, l’anno passato infatti le due versioni vennero orchestrate contemporaneamente, con quella stradale che riscosse un enorme successo (circa 1800 gli iscritti, molti più di 2000 i reali partecipanti) e quella brembana che coinvolse quasi 150 appassionati.
Per quanto riguarda il trial la quota di iscrizione è fissata in 20 euro, che daranno diritto ad alcuni gadgets (t-shirt, zaino e portachiavi) ed a due ristori, uno al rifugio ristorante Montebello (con prodotti tipici e bevande) ed uno a Carona (solo con bevande). Il percorso sarà un anello interamente fuoristrada di circa 45 km che toccherà Foppolo, San Simone, Carona e Valleve. Ritrovo, partenza (dalle 10,00) ed arrivo sono fissati al piazzale degli alberghi.
Anche per la Cavalcata stradale il costo di iscrizione è fissato in 20 euro ma in questo caso quanti decideranno di aderire entro giovedì 15, godranno di uno sconto di 5 euro versando così solo 15 euro. 
Decisamente più lungo il percorso previsto, di 200 km, con passaggi in Valle Rossa, Passo della Presolana, Passo del Vivione e Val di Scalve. Due i punti di ristoro intermedi, a Lovere e Schilpario, poi pasto caldo finale con ricco menù a Songavazzo. Oltre al pettorale ed alla cartina del tracciato tutti gli iscritti riceveranno anche un simpatico zainetto-ricordo.

 

 

 

1 ottobre 2009

 

 

Trofeo regolarità, titolo a squadra del Vaso in anticipo per la Norelli

 

Con grande soddisfazione ed orgoglio la scuderia Fulvio Norelli comunica che i suoi tre piloti Giulio Gambarini, Sergio Gandolfi e Siegmar Dubronner hanno vinto il titolo 2009 di Campione d’Italia a squadre nella classifica Vaso , nell’ambito del Trofeo Nazionale Regolarità Gruppo 5 per motociclette d’epoca, costruite fino all’anno 1981.
La bravura, la costanza e la passione dimostrati dai tre alfieri durante le otto gare sino ad ora disputate hanno permesso loro di accumulare un tale vantaggio sul team che si classificherà al secondo posto, che il titolo è stato vinto con una gara di anticipo.
I complimenti poi non vanno solo ai piloti ma a tutti i componenti l’organizzazione della Norelli che , con sacrificio e dedizione ai colori della Scuderia , ha lavorato sodo per arrivare a questo prestigioso risultato.
Sicuramente poi, al termine di questo e altri campionati, svoltisi su tutto il territorio nazionale e con una nutrita e qualificata affluenza di partecipanti provenienti da molte regioni d’Italia, la Scuderia Norelli potrà contare tra le sue file altri vincitori, non solo nell’ambito dell’enduro d’epoca ma anche in altre importanti categorie del motociclismo sortivo nazionale e regionale.

 

i norellisti protagonisti del successo

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

 

  
  
  
  
top

webmaster Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it