n a v i g a z i o n e

 

  home

 

  le manifestazioni

::  oggi
  ::  ieri
::  domani
  chi siamo
  la storia
  organigramma
  la valli
  la cavalcata
  il premio dei premi
  amarcord
  news

  classifiche

 

 


 

MOTO CLUB BERGAMO - 24126 Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax 035.4592744 - mail info@motoclub.bergamo.it

.

news 2008 - quarto trimestre

 

12 dicembre 2008

 

 

Il Team Grumello Vintage prima potenza nel tricolore di regolarità d'epoca

 

E’ risultato puntualmente esaltante il bilancio del campionato italiano di regolarità revival per il movimento bergamasco. Il torneo vintage, nato valorizzando il Trofeo realizzato nella nostra provincia nell’ormai lontano 1994 sulla scia del successo ottenuto dalla Valli Revival, ha proposto sette appuntamenti, uno solo dei quali in Bergamasca, a Trescore Terme, il terzo della serie, nel mese di maggio, con l’organizzazione della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo.
Le altre manifestazioni, tutte con elevata partecipazione, si sono svolte a Galliate (Novara), Gorizia, Montepulciano (Siena), Montefiorino (Modena), Diano d’Alba (Cuneo) e San Severino Marche (Macerata).
La scuola orobica ha conquistato un totale di dodici affermazioni, compreso il titolo più ambito, quello a squadre, per il secondo anno consecutivo vinto dalla formazione del Bergamo Grumello Vintage, una compagine che può contare sul mito della disciplina, il campionissimo vertovese Alessandro Franco Gritti, e su altri fortissimi conduttori quali Pietro Caccia e Claudio Oriboni, pure loro della Val Seriana. Il successo è maturato con sei primi posti ed un solo secondo (nella gara di Alba, dove è prevalso un altro team bergamasco, il Careter Nembro).
Il Grumello Vintage, con 137 punti dei 140 in palio, si è messo dietro la scuderia friulana Ntv A (103) e il Careter (100), giù dal podio hanno concluso la Norelli A e il Grumello Vintage B.
Sia Gritti (su Puch) che Caccia (su Ancillotti) che Oriboni (su Ktm) hanno anche vinto nel proprio gruppo, rispettivamente C4, C1 e A5. Altri due titoli li hanno portati alla compagine della Val Calepio Marco Bianchi (Puch), primo nel gruppo A4, e Luciano Pecis, a bersaglio, su Aprilia, nel gruppo D1.
Buon bottino, con tre scudetti, anche per la Norelli. Li ha conquistati con i sui piloti Valerio Signorelli (Fantic) nel gruppo A1, Siegmar Dubronner (Swm) nel gruppo D3 e con un’altra leggenda vivente, l’asso di Scanzorosciate Gualtiero Brissoni (Ktm). Il "Brisa" ha sfiorato il tris stagionale perchè ha anche vinto il titolo lombardo enduro ma ha mancato, per un ko tecnico in una prova, il titolo italiano nel tricolore enduro major.
Bene anche il Careter, le cui maglie verdi sono svettate con Giancarlo Melli (Ktm) nel gruppo A1 e con l’implacabile Giuseppe Signorelli (Morini), ancora a segno nel gruppo B2.
L’elenco di vittorie Bg è stato completato da Ettore Rivoltella (Puch-Mc Treviglio), impegnato nel gruppo D1.

 

la punta del Team Grumello, Alessandro Franco Gritti

 

 

 

5 dicembre 2008

 

La sezione Avb brilla in campo organizzativo e col cadetto Sonzogni

 

Notevoli soddisfazioni in campo organizzativo, risultati inferiori al solito in ambito sportivo. Ecco, in estrema sintesi, il bilancio stagionale della dinamica sezione Avb del Moto Club Bergamo, punto di riferimento per l’attività trialista e delle motoslitte della provincia.
Il presidente Giacomo Bosis ed i suoi collaboratori hanno dato vita a due eventi tricolori, nel mese di febbraio alla quarta prova del campionato italiano di motoslitte a Foppolo, nel mese di ottobre alla ottava ultima prova del campionato italiano trial a Branzi. In ambedue i casi è stato un successo, nel primo il mattatore è risultato l’asso altoatesino Alessandro Ploner, nel secondo è svettato il fuoriclasse di Palazzolo sull’Oglio Fabio Lenzi, entrambi laureatisi per l’ennesima volta numeri uno azzurri.
Tra le motoslitte si è distinto, al solito, il brembano Luca Baschenis. Di scena nella classe open è risultato terzo nel tricolore, dietro Ploner e Merli. Sesto nel Trofeo Italia 500 ha invece concluso, all’esordio, il seriatese Matteo Paccani. Si è però rifatto, alla guida di un camion Mercedes Unimog, vincendo per la seconda volta consecutiva, il Rally dei Faraoni in Egitto. Con lui Baschenis e l’altro co-pilota Attilio Brevi.
Baschenis si è anche distinto nel regionale trial chiudendo terzo, su Montesa Hm Futuere Team, nella categoria esperti.
Proprio nel regionale lombardo di trial è maturato l’unico titolo 2008 dell’Avb. Lo ha conquistato Giacomo Sonzogni, di Paladina, classe ’92, impegnato su Sherco nella categoria cadetti 125. Il club ha chiuso quarto tra le squadre preceduto da Lazzate, Collebeato e Canzo.
Ha anche allestito quattro gare sociali che hanno decretato campioni Giovanni Pulcini (rossi), Marco Spreafico (blu) e Giuseppe Noris (verdi).
Per il 2009 si ricomincerà il 22 marzo con le motoslitte, sempre a Foppolo, sarà l'ultima tappa tricolore.

 

Luca Baschenis premiato dal presidente Avb Giacomo Bosis

 

 

 

2 dicembre 2008

 

Il senatore Valerio Carrara ripresenta il disegno di legge sul fuoristrada

 

Ad alimentare le speranze dei tanti appassionati di fuoristrada di poter presto contare su una legge che consenta e regolamenti la pratica della loro passione, è arrivata la mossa del senatore bergamasco Valerio Carrara, motociclista praticante, che ha recentemente presentato in Parlamento un disegno di legge, un testo elaborato in collaborazione con la Federmoto e con i club coi quali è a più stretto contatto, ovvero la scuderia Fulvio Norelli ed il Moto Club Bergamo.
Si tratta di una ulteriore elaborazione e rimodulazione del testo già presentato alcuni anni fa e che Carrara si augura possa poter prendere corpo entro questa legislatura. Per questo ha già trovato l’appoggio di una sessantina di altri senatori e, fatto importante, come sottolinea il senatore "ho ricevuto adesioni anche da parte di parlamentari di partiti diversi dal mio e, addirittura, dell’opposizione, a dimostrazione che l’argomento è trasversale e che quando si lavora con cognizione di causa, è possibile raccogliere l’attenzione di tutti i colleghi".
Scopo ultimo dell’iniziativa è arrivare ad una legge che diventi il concreto punto di riferimento, in ogni regione, senza le attuali disparità, per appassionati e autorità, chiamati oggi a confrontarsi con norme complesse, incompiute e spesso difficili da rispettare.
"Ora diventa importante aumentare il numero dei senatori firmatari del Disegno di Legge" aggiugge il presidente della Fedemoto, Paolo sesti, altro bergamasco "ogni tesserato e ogni Club della FMI chieda dunque al senatore del proprio collegio di firmare al più presto la proposta di Carrara”.

 

il senatore Carrara alla Valli Revival del 2007

 

 

 

28 ottobre 2008

 

Alex Belometti domina nella classe 250 2 tempi agli Assoluti enduro

 

Stagione 2008 tutta da incorniciare per Alex Belometti, che nell’ultima prova dei Campionati Assoluti d’Italia disputata sabato 25 e domenica 26 ottobre a Trestina di Città di Castello (Perugia), ha conquistato il titolo tricolore della classe 250 2T. Belometti ha fatto sua la vittoria meritandosi pienamente il suo primo tricolore della 250, dopo quello della 125 vinto nel 2005. Il “Belo”, infatti, non ha fatto sconti a nessuno partendo subito all’attacco fino ad assicurarsi il titolo fin dalla prima giornata di sabato nonostante il dolore lancinante al mignolo e al dito medio della mano destra ricucite con alcuni punti di sutura a causa di un violento contatto contro un paletto di una delle due speciali di cross nel corso dell’ultimo giro. In sella KTM 250 2T perfettamente preparata dai tecnici del team Farioli, il portacolori del Moto Club Bergamo ha saputo gestire nel migliore dei modi i 25 punti di vantaggio in classifica su Zanni, suo più pericoloso rivale nella corsa al titolo. 

Sabato, Belometti ha vinto ben sette delle undici speciali disputate, mentre domenica, non pago della vittoria ottenuta il giorno precedente, si è concesso il bis facendo sue ancora sette prove su nove.
Il titolo tricolore della 250 2T vinto da Belometti nei Campionati Assoluti d’Italia, si aggiunge alla terza posizione conquistata nel Mondiale della classe E2 e alla straordinaria vittoria, sempre nella classe E2, alla Sei Giorni.
“Sono molto felice di aver chiuso la stagione tricolore vincendo il titolo della 250 2T ed imponendomi in tutte le due giornate di gara” - Belometti ha raccontato -  dedico questa vittoria alla mia famiglia, alla squadra ed a tutti gli sponsor che mi hanno supportato. Nel 2009 sono onorato d’essere nuovamente pilota ufficiale del team KTM”.

 

 

 

10 settembre 2008

 

Manzi e Marcotulli brillano nella gara regionale di Casa Matti

 

I due giovani promettenti esponenti del vivaio bergamasco dell’enduro Jonathan Manzi e Luca Marcotulli sono stati tra i primi protagonisti della prova del campionato regionale di enduro delle categorie junior e cadetti che è stata disputata domenica a Casa Matti di Romagnese (Pavia). 
Manzi, classe ’90, cadetto di Rovetta, alfiere del Team Mucci Husqvarna e del Mc Intimiano, peraltro reduce da un infortunio, ha fatto registrare il miglior tempo assoluto tra i giovani al via (ha fatto meglio solo l’esperto ex iridato bresciano Fausto Scovolo, della categoria elite) e si è imposto nel gruppo 125 2 tempi.
Ha preceduto - per un podio interamente bergamasco - altri due conduttori orobici, Daniele Armanni del Mc Bg Ponte Nossa e Mattia Barcella del Mc Motorando.
Marcotulli, classe ’89, pilota Ktm del Bg Ponte Nossa, ha fatto altrettanto, nella 125 2 tempi, del gruppo junior (con un tempo complessivo di circa 15 secondi in più). Ha pure preceduto un altro bergamasco, Mattia Calegari (Husqvarna-Mc Costa Volpino).
Affermazioni targate Bg anche nella junior 4 tempi, grazie all’hondista Alessandro Esposto del Mc Bg Presolana, e nella cadetti 50, grazie a Nicola Piccinini (Mc Bg Norelli), che è prevalso sui due ragazzi del Mc Treviglio Simone Poloni e Nicolas Pellegrinelli.
Vittoria, poi, di Daniele Bona del Mc Sebino nella junior 250 2 tempi (e terza piazza per il norellista Andrea Locatelli).
La competizione, curata dal Mc Paolo Banchi, ha proposto due prove speciali ed un totale di sei tratti cronometrati.

 

 

 

8 settembre 2008

 

In Grecia Italia seconda e prima, exploit di Alex Belometti

 

Il sorpasso nelle battute conclusive della Sei Giorni di Serres, in Grecia, non è riuscito, sono i francesi i nuovi campioni del mondo a squadre di nazione della specialità, l’Italia ha ceduto loro lo scettro e si è piazzata in seconda posizione.
Nessuna sorpresa, in compenso, anche nella sfida giovanile del Trofeo junior under 23 coi i quattro azzurrini che, al comando sin dal primo giorno, hanno conquistato la vittoria stradominando, infliggendo ai secondi, gli australiani, un distacco abissale, di oltre 12 minuti. Terzi, poi, i francesi.
Questi i verdetti dopo la disputa della gara di cross, abituale spettacolare epilogo della manifestazione iridata, quest’anno giunta alla 83a replica. 
Onore quindi ai francesi Nambotin, Guillaume, Deparrois, Thain, Gaultier e Curvall, un bravo comunque ai nostri "caschi rossi" (che per la gara conclusiva hanno lasciato le maglie azzurre per indossare quelle bianche) Alex Belometti, Simone Albergoni, Alex Botturi, Fabio Mossini, Fabrizio Dini e Maurizio Micheluz. Si sono impegnati ed hanno lottato ma non sono sempre riusciti ad esprimere tutto il loro potenziale.
Terzo posto per gli Stati Uniti, quarta la Spagna e quinta la Finlandia , che a causa di alcune importanti assenze ma non ha poi potuto competere per il primato.
Ma onore anche ai nostri Thomas Oldrati (Ktm Farioli), di Petosino, Mirko Gritti (Beta), di Vertova, Oscar Balletti e Vanni Cominotto che, ben guidati dal campionissimo di Bruntino Tullio Pellegrinelli, hanno consentito all’Italia di portare a quota 12 i successi nel Trofeo junior. 
E le note positive non si esauriscono qui. Approfittando dell’inconveniente al comando del gas capitato al fuoriclasse finlandese Salminen il capitano Belometti (Ktm Farioli-Moto Club Bergamo) è riuscito ad aggiudicarsi il prestigioso successo nella classe E2 mentre nella graduatoria dei club si registra un altro argento, quello del terzetto dell’Italia composto dal camuno Pogna, da Gerini e D’Ambrosio. Successo, inoltre, per il Team Ktm Farioli, con Cervantes, Salminen e Tarkkala, tra le squadre d’industria. E proprio la Ktm ha fatto man bassa di primi posti: nella E1 con l’iberico Cervantes, nella E2 con Belometti e nella E3 con il finlandese Tarkkala.
Oltre a Belometti ha conquistato il podio finale anche Dini, 3° nella E2, nella E1 4° ha concluso Oldrati, 5° Micheluz, 6° Albergoni (sfortunato nella sesta tappa, caduto durante la prova di cross); nella E3 5° Botturi e 10° Cominotto.
Tornando ai club, dove ha vinto il Team Hant Slovakia, si segnalano poi l’11° posto del Mc La Marca Trevigiana ed il 25 del Mc Costa Volpino (con Berta, Zanotti e Ziliani).
L'anno prossimo la Sei Giorni di disputerà in Portogallo, dal 5 al 10 ottobre.
CLASSIFICHE FINALI
TROFEO - 1) Francia; 2) Italia a 53”; 3) Usa a 8’20”; 4) Spagna a 16’27”; 5) Finlandia a 18’22”
TROFEO JUNIOR - 1) Italia; 2) Australia a 12’13”; 3) Francia a 14’58”; 4) Spagna a 19’33”; 5) Finlandia a 23’43”.

 

Alex Belometti impegnato a Serres

 

 

 

3 settembre 2008

 

Argento nel tricolore enduro major per Brissoni e Mazzoleni

 

L’ultima prova del campionato italiano enduro della categoria major, disputata a Gaggio Montano, sull’Appennino bolognese, non ha portato nuovi titoli al carniere bergamasco. Nell’albo d’oro resta quindi solo il nome del campione seriano Angelo Signorelli, già laureatosi nella sfida precedente in Abruzzo nel gruppo veteran. 
Non sono riusciti ad emularlo, nonostante abbiamo centrato la vittoria nelle rispettive classi, gli altri due esponenti della scuola orobica e del Moto Club Bergamo che ne avevano la possibilità, il leggendario fuoriclasse di Scanzorosciate Gualtiero Brissoni nella classe super veteran ed il brembano Carmelo Mazzoleni nella master 3. 

Ambedue si sono dovuti accontentare della piazza d’onore finale, preceduti rispettivamente da Riccardo Giannettoni del Mc Pantera San Casciano e da Marco Elmi del Mc Valdibure Pistoiese. Di quattro punti il distacco di Mazzoleni (Ktm-Mc Bergamo), di cinque quello di Brissoni (Aprilia Rs-Mc Bg Norelli).
A frenarli, più che il valore degli avversari, sono stati comunque gli "zero" accumulati in altrettante sfortunate precedenti gare.
Altri piloti a festeggiare il titolo a Gaggio sono stati Feltracco, Occhiolini, Scovolo, Moretto, tra le squadre il Mc Gaerne, e, tra i team, il Cross Racing.
Podio finale, col terzo posto, anche per il cisanese Alan Sala (Hm Honda-Mc Bg Casazza) nella M1, per il soverese Renato Pegurri (Ktm-Mc COsta Volpino) nella veteran e per il l’Rs Moto tra i team. Quarti, invece, si sono classificati gli ex tricolori Pierluigi Surini e Remo Fattori.

 

 

Brissoni ha vinto la gara ma ha concluso secondo in campionato

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

m o t o c l u b   B e r g a m o

 stampa la pagina

a inizio pagina