al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2012 - terzo trimestre

 

21 settembre 2012

 

Ennesimo scudetto major enduro per Remo Fattori (scuderia Norelli)

 

Buoni piazzamenti e podi finali non sono mancati ma quanto a titoli, alla fine, il campionato italiano enduro della categoria major (over 33) ne ha regalati ai colori bergamaschi uno solo, anzi uno e mezzo, ovvero quello conquistato dal pilota di Casirate Remo Fattori, classe 1957, riuscito ad imporsi nel gruppo superveteran, e quello ottenuto dal bresciano del Mc Costa Volpino Pablo Peli (Yamaha) nella Master 1. 

Per Fattori si è trattato di un ritorno al vertice dopo una stagione di pausa (quando prevalse l'altro asso bergamasco Angelo Signorelli). La quinta conclusiva tappa del torneo si è disputata a Pistoia e nell'occasione Fattori, che corre su Sbr 300 4t coi colori della scuderia Norelli del Moto Club Bergamo, si è classificato al 2° posto, preceduto da Giancarlo Moscone (Honda) del Mc Lo Sherpa della provincia di Pescara, più veloce di otto secondi sul totale delle 4 prove speciali disputate.

Terza piazza per un altro forte orobico, il soverese Renato Pegurri (Ktm-Mc Costa Volpino).

Peli ha invece chiuso in terza posizione, lo hanno battuto Giorgio Alberti (suo compagno del Mc Costa Volpino) e Niccolò Zanchi.

La gara toscana ha visto svettare anche il brembano Carmelo Mazzoleni (Ktm-Bg Norelli), 1° nella M3; il campionissimo di Bruntino Tullio Pellegrinelli (Honda Hm-Mc Sebino), 1° nella veteran. Seconda piazza e titolo mancato, invece, per Pierluigi Surini, il forte conduttore di Rogno più volte a segno in questo tricolore. Stavolta ha trovato sulla sua strada lo scatenato perugino Roberto Bazzurri, su Husqvarna, laureatosi campione della Expert 1. 

Altri atleti che hanno vinto il titolo a Pistoia Ivano Giordano del Mc Dogliani nella Master 2; Davide Dall'Ava del Mc Sanremo nella Master 3; il campione genovese Giuseppe Gallino nella Expert 2, il fuoriclasse di Lumezzane Alex Botturi nella elite. Tra le squadre l'hanno spuntata il Sebino nei Club e il Tnt Corse nei team.

 

il campione major superveteran Remo Fattori

 

 

 

28 luglio 2012

 

Riuscita la gara di accelerazione 6° Trofeo Valle Seriana ad Albino

 

Divisi in ben 11 gruppi un'ottantina di conduttori ha animato, ad Albino, la gara di accelerazione per scooter e ciclomotori proposta dal Team E'rfa Racing della sezione Vertova del Moto Club Bergamo e denominata 6° Trofeo Valle Seriana. Nei gruppi più affollati si sono imposti Matteo Cirelli (A70), Gaspare Ezio Marino (C3), Marco Tibaldi (C4), Monica Uber (C5). A Gianmaria Boaretto la A80, a Simone Bonella la A1, ad Alex De Vicari la A Sp, a Davide Zanon la B, a Igor Bonazzi la B1.

 

 

 

27 luglio 2012

 

1° Trofeo Manzoni a Luca Marcotulli, battuti Surini e Cagnoni

 

Partecipazione non troppo elevata (41 i piloti al via) ma tasso tecnico di buon livello per il 1° Trofeo Memorial Felice Manzoni, gara di enduro ospitata domenica 22 luglio al Campo Scuola della Scalvina di Ponte Nossa e organizzata dalla locale sezione del Moto Club Bergamo per tenere vivo il ricordo del dirigente sportivo scomparso nel febbraio scorso. 

Uno solo il conduttore con licenza elite, il brembano di Sedrina Luca Marcotulli (Honda Hm-Mc Sebino) che ha onorato il proprio "blasone" aggiudicandosi il successo assoluto. Con un totale di 20'06" nella somma dei quattro passaggi cronometrati ha avuto ragione del pluricampione major di Rogno Pierluigi Surini, suo compagno di marca e di club, staccato di 27 secondi, vincitore della combattuta E1. 

Un altro bergamasco sul terzo gradino del podio assoluto, il seriano Paolo Cagnoni (Honda Hm), classe 1980. Altre tre Honda nelle posizioni successive, quelle di Cristian Epis (Mc Bg Ponte Nossa), a segno nella classe E2, Matteo Rodigari (Bg Ponte Nossa) e Omar Gambarini (Mc Sebino). Nelle altre classi affermazioni firmate dal pilota dell'Alto sebino Carlo Valenti (altro esponente del Mc Sebino di MalegnO) nella E3 (dove ha preceduto i due piloti del Ponte Nossa Enrico Innocenti e Corrado Scianelli); da Michele Ceresoli (Suzuki-Mc Bergamo) nella classe 50; da Massimo Licini (Cagiva-Mc Bergamo) nel gruppo epoca; da Nicola Poiatti (Gas Gas-Bg Presolana) nella sport; da Marco Moioli (Ktm-Mc Mg Ponte Nossa) tra i minienduristi.

 

 

 

26 luglio 2012

 

Il brillante periodo attraversato dall'equipe del Moto Club Bergamo nel minienduro ha portato alla conquista del primo scudetto 2012. E' maturato a Pontestura, in provincia di Alessandria, località  che il 22 luglio ha ospitato la quarta penultima sfida del campionato italiano. 

Lo ha conquistato in anticipo Manolo Morettini, classe 2011, di Vertova, dominatore della categoria esordienti. Scudetto già assicurato anche per Andrea Verona (Ktm) nella aspiranti 85 (i più maturi al via del torneo) e per Lorenzo Macoritto (Suzuki Valenti) nella aspiranti 50, entrambi esponenti del Moto Club Gaerne di Coste di Maser (Tv). 

Morettini ha infilato quattro successi in quattro gare, nell'occasione ha preceduto Niccolò Rumi del Mc Val Luretta ed il compagno di squadra Giovanni Bonazzi (Ktm), altro vertovese. Ha anche trascinato il Club al successo, ottenuto davanti al Gaerne, al Val Luretta ed al Costa Volpino. Il Bergamo a questo punto vanta 205 punti, 4 in più dei trevigiani, decisivo per l'assegnazione dello scudetto sarà  l'ultimo round previsto in Bergamasca, a Costa Volpino, il 30 settembre. In squadra con Manolo e Giovanni anche Gabriele Pasinetti, ottimo 2° nella baby sprint vinta da Andrea Adamo del Collina Motori di Bologna (e dove ha chiuso 3° Alberto Barcella del Mc Berbenno).

 

il neo campione Manolo Morettini

 

 

 

19 luglio 2012

 

Meteo bizzoso all'Hard Race del Motor Party, Thomas Oldrati mattatore

 

Era tra i grandi favoriti e non ha deluso le attese aggiudicandosi il successo nell'Hard Race Enduro del Motor Party di Clusone. Thomas Oldrati, il campione di Petosino in forze al Team Bordone Ferrari, ha ottenuto il miglior punteggio nella somma delle due manche disputate la sera di sabato 14 luglio ed ha così allungato col suo nome l'albo 'oro della sfida estiva del Moto Club 80, dinamica sezione del Moto Club Bergamo. Albo d'oro nel quale, fra l'altro, spicca più volte il nome di Alex Belometti, attuale Ds di Thomas nella scuderia biancazzurra con reparto corse a Gandosso.

L'ex iridato junior e più volte campione italiano ha preceduto lo stezzanese del team Ktm Farioli Rudy Moroni e il forte ex crossista bresciano Fabio Ferrari.

L'appuntamento, il più atteso del Motor Party (kermesse di tre giorni ospitata in località La Spessa), ha dovuto fare i conti con le bizze del meteo che ha un po' limitato l'affluenza e l'entusiasmo degli spettatori accorsi. Complessivamente l'evento è comunque, al solito, assai riuscito confermando tutto il suo fascino. 

Di grande richiamo e spettacolarità anche le esibizioni di freestyle, con coinvolti ben nove conduttori e tre tipi diversi di mezzi, moto da cross, motoslitte e quad. Apprezzata la novità delle quattro piste di lancio con unica area di atterraggio, applauditissimi l'affermato specialista italiano Vanni Oddera e l'asso svedese Daniel Bodin, un atleta capace di fare il salto mortale in motoslitta, un fenomeno che ha partecipato e vinto anche agli XGames in California.

 

 

 

16 luglio 2012

 

Addio grande Gianni Perini, manager da Guinness

 

Un altro grave lutto ha colpito la famiglia del motociclismo bergamasco. Domenica 15 luglio è scomparso Gianni Perini, campione di motoregolarità e, soprattutto, grande manager, uno dei più blasonati del fuoristrada italiano. Aveva 78 anni essendo nato a Bergamo il 22 febbraio del 1934, risiedeva a Lallio. Da tempo soffriva di cuore, da qualche settimana era ricoverato ai Riuniti, poi il peggioramento fatale.

Come conduttore Perini ha conquistato, in circa dieci anni di attività, una medaglia d'oro alla Sei Giorni austriaca di Bad Ausse (1960), una medaglia d'argento alla Sei Giorni cecoslovacca di Gottwaldov (1959), un titolo italiano junior nella classe 175 (1967), diversi importanti piazzamenti nel campionato europeo (allora non c'era ancora il mondiale). 

Appeso il casco al chiodo, nel '68, si è dedicato anima e corpo all'attività di dirigente sportivo ed ha raccolto allori in quantità, dapprima come consigliere e vice presidente del Moto Club Bergamo, quindi in seno alla Federmoto (è stato otto volte alla guida della nazionale italiana alla sei Giorni). Notevoli i successi conquistati anche quale direttore sportivo dello squadrone Gilera, nel '73 e nel '74, quindi come Ds della Sachs, della Ktm e della Piaggio-Gilera. I suoi ultimi exploit risalgono ai rally africani, Dakar compresa, cui si è dedicato a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta.

Ha portato professionalità e competenza in ogni settore nel quale ha operato, era Cavaliere del Lavoro, per le sue attività è stato premiato con l'Oscar Norelli nel 1997.

 

Gianni Perini quando era manager dello squadrone Gilera di regolarità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

  

    
  
  
  
top

web editor  Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it