n a v i g a z i o n e

 

  home

 

  le manifestazioni

::  oggi
  ::  ieri
::  domani
  chi siamo
  la storia
  organigramma
  la valli
  la cavalcata
  il premio dei premi
  amarcord
  news

  classifiche

 

 


 

MOTO CLUB BERGAMO - 24126 Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax 035.4592744 - mail info@motoclub.bergamo.it

.

news 2008 - terzo trimestre

 

8 agosto 2008

 

Spettacolo a Palate di Endine con Passeri e Verderosa

 

Quasi un centinaio di concorrenti, fra i quali un buon numero di piloti affermati, ha animato a Palate di Endine, sulle colline che dominano il lago della Val Cavallina, la manifestazione di enduro estiva denominata "La manetta è manetta", voluta e orchestrata dalla scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo e dalla concessionaria di Bergamo Rs Moto di Simone Agazzi. L’evento ha dato una scossa alla festa di Palate proponendo un impegnativo percorso fettucciato che i partecipanti hanno affrontato tre volte durante la mattinata in versione "base" e due volte nel pomeriggio, in versione "extrema", con ulteriore dose di ostacoli.
In entrambe le situazioni a risultare il più veloce è stato il campionissimo di Iseo Stefano Passeri. L’alfiere della Aprilia e del Moto Club Lumezzane al mattino ha fatto registrare il secondo, il quarto ed il primo tempo battendo così Daniele Bona del Mc Sebino su Kawasaki (1°, 2° e 4°) e l’ex crossista e pilota di supermotard Max Verderosa (5°, 3° e 3° su Honda).
Bona si è imposto nella classe E2, Alessandro Rizza nella E1 mentre la E3 è stata appannaggio del seriano Marcello Petrogalli (Ktm-Mc Clusone 80), settimo assoluto. Solo 28° uno dei favoriti, Pierluigi Surini, caduto nella seconda manche.
Nel pomeriggio Passeri si è ripetuto ma, condiderato il suo curriculum, è stato considerato come ospite fuori classifica. L'ha così spuntata Verderosa che ha preceduto Marcello Disetti (Kawasaki-Mc Montaretto) e Surini, prontamente riscattatosi. Classe per classe hanno vinto Mattia Calegari (E1), Disetti (E2) e ancora Petrogalli (E3).
Della partita anche un manipolo di piloti con mezzi d'epoca, capitanati dal campionissimo Alessandro Franco Gritti.

 

il vincitore Stefano Passeri

 

 

 

29 luglio 2008

 

Doppietta mondiale di Thomas Oldrati nel Gp di Francia

 

Nel Gran premio di Francia di enduro, sesta terzultima prova del campionato mondiale individuale, disputata a Uzerche, i migliori risultati Bg sono maturati nel gruppo giovanile degli junior. Il 19enne di Petosino Thomas Oldrati ha centrato la doppietta  mentre pure il 22enne vertovese Mirko Gritti si è ripetuto, piazzandosi due volte in quarta posizione. 
Sempre un po’ sottotono, invece, gli altri due campioni della scuola orobica, lo spiranese Simone Albergoni e il villonghese Alex Belometti, giunti al quinto ed al sesto posto del rispettivo raggruppamento, un po’ poco per loro che puntano almeno al podio.
Oldrati (Team Ktm Farioli-Moto Club Bergamo-Maglia Azzurra Fmi) è stato un rullo compressore. Ha fatto registrare i migliori tempi in dieci delle undici prove speciali sabato e in undici delle dodici prove speciali domenica e ha rifilato pesanti distacchi ai rivali. 
Per Oldrati si è trattato della quinta e sesta vittoria di tappa, della seconda doppietta dopo quella ottenuta nel Gp di Spagna. Il titolo è sempre più vicino.
Prossimo Gp, il penultimo, in Italia, a Piediluco (Terni), alla fine di settembre, quindi dopo che in Grecia verranno assegnati i titoli a squadre con la 83esima Sei Giorni.

 

 

 

25 luglio 2008

 

Superstock, Elisabet Zanini al comando della classifica esordienti

 

Ferve l'attività per il Team Red Rabbit di Cividino, impegnato nel Campionato italiano velocità Superstock femminile. A Magione (Perugia) sono scese in pista Elisabet Zanini e Vittoria Rampolla, la prima in sella alla Suzuki GSX-R 750, la seconda alla Honda CBR 600 RR. Gara avvincente: Zanini, trevigliese classe 1980, è giunta terza nella classe 1000 nonostante la Suzuki fosse più lenta in rettilineo rispetto alla Ducati 1098 R di Romana Fede. Paola Cazzola e Alessia Polita facevano il vuoto, ma dietro si accendeva la lotta tra Fede e Zanini, capace di rimanere davanti per sette giri, con un miglior crono di tutto rispetto, 1'16"9, non lontano dai tempi delle veterane. 

Al suo primo anno di gare, Zanini è saldamente al comando della classifica esordienti: 75 punti contro i 56 di Alessia Falzoni (Yamaha R6), a due gare dal termine del campionato. Continua l'apprendistato anche per l'altra esordiente, Rampolla. La 37enne portacolori del Team Red Rabbit ha preso sempre più confidenza con la Honda, classificandosi 13ª di classe e quarta nella speciale graduatoria delle «deb». Da segnalare il divorzio tra la squadra bergamasca e Letizia Marchetti: dissidi legati al materiale tecnico.

 

Elizabet Zanini

 

 

 

22 luglio 2008

 

Oldrati nel Galles festeggia con un successo il 19° compleanno

 

Girandola di rivincite a Llanidoes, nel Galles, in occasione della seconda giornata di gara del Gran premio di Gran Bretagna, quinta prova del campionato mondiale individuale di enduro. Rispetto alla gara inaugurale di sabato nessun pilota è riuscito a ripetersi ed a centrare la doppietta, una situazione sempre più inusuale in questo torneo.
Quel che più conta è che tra quanti si sono ampiamente riscattati c’è anche il bergamasco Thomas Oldrati, che ha conquistato il successo nel gruppo degli junior, riservato ai più giovani, spazzando subito via il ricordo del ritiro patito nella prima tappa, sfruttando l’assenza del grande rivale, il francese Bourgeois (infortunatosi in allenamento alla vigilia della corsa), festeggiando nel migliore dei modi il 19° compleanno e andando a prendere la testa nella graduatoria generale. Meglio di così...
Adesso l’alfiere del Team Ktm Farioli e del Moto Club Bergamo si è portato ad un totale di 197 punti. Bourgeois è rimasto fermo a 174 mentre lo spagnolo Oriol Mena (Ktm), sabato primo e ieri secondo (con 42 secondi di distacco!), è diventato il nuovo maggior antagonista, avendo raggiunto quota 176. 
Terzo è arrivato un altro azzurro, il forte piacentino Oscar Balletti (Honda Hm), mentre un buon risultato ha ottenuto anche l’altro orobico della partita, il seriano Mirko Gritti, figlio del campionissimo Alessandro e fratello di Giovanni, che si è classificato in sesta posizione. Più indietro, nono, Vanni Cominotto.
Non è invece riuscito a salire nuovamente sul podio Simone Albergoni. Ottimo secondo nella prima tappa, lo spiranese del team Yamaha Ufo e delle Fiamme Oro è giunto al traguardo al quarto posto, stavolta hanno fatto meglio il leader della classe E1, il finlandese Ahola (Honda Hm), l’iberico Cervantes e il vincitore della prima tappa, il francese Germain. Nella top ten anche Micheluz, ottavo, poi 11° Cherubini e 12° Tellini.
Nella classe intermedia, la E2, alla vittoria di Salminen ha risposto il veloce transalpino Aubert (Team Yamaha Ufo), Salminen è terminato alle sue spalle, terzo posto per il britannico David Knight. Ancora 11° il villonghese Alex Belometti (Team Ktm Farioli-Moto Club Bergamo), per lui un bilancio insoddisfacente.
Nuovo vincitore anche nella E3, anche se sempre francese. E’ Sebastien Guillaume, portacolori della Husqvarna, che si è messo dietro il finlandese Tarkkala e l’asso australiano Merriman. Quarta piazza per il primo classificato di sabato, Nambotin, solo sesto l’altro finlandese Aro, in questo Gp un po’ in difficoltà.
La sesta terzultima prova del mondiale si disputerà in Francia nel prossimo fine settimana.

 

 

 

18 luglio 2008

 

Al 2° Motor Party successo di Belometti nella gara Extreme

 

Bello spettacolo, sui medesimi ostacoli della mitica Valli Bergamasche, alla gara di enduro extreme del 2° Motor Party, evento curato dalla sezione Clusone 80 del Motoclub Bergamo che, per due giorni, ha visto gravitare in località Spessa centinaia e centinaia di appassionati di motociclismo fuoristrada.
L’appuntamento clou ha visto darsi battaglia alcuni dei migliori elementi della scuola internazionale ed a prevalere è stato l’asso di Villongo Alex belometti, portacolori del Team Ktm Farioli e del Moto Club Bergamo. Del resto poche settimane fa si era laureato, per l’ennesima volta, numero uno del campionato italiano Hard Race e quindi partiva proprio lui come uomo da battere. 
Si è messo dietro (nella somma delle due finali) un altro ex crossista, Fabio Mossini, su Honda Hm, mentre al terzo posto si è classificato il più affermato ospite straniero, l'asso australiano Stefan Merriman, su Aprilia. A seguire si sono poi classificati Thomas Oldrati, Simone Albergoni, Stefano Passeri, Alex Botturi e Andrea Belotti, insomma una vera passerella di stelle del settore.
Alle due finali di sabato sera sono approdati in 24, dodici professionisti e dodici amatori selezionati tra 48 nel corso delle prime fasi del pomeriggio. Anche il clima ha aiutato l'organizzazione con Giove Pluvio che si è scatenato solo al termine della finalissima, rovinando solo un po' le premiazioni.
Nella giornata di venerdì si erano poi dati battaglia i quad (ha vinto Cristian Pinoli) mentre emozioni a raffica ha regalato, con salti incredibili, anche il team di freestyle capitanato dal funabolo Vanni Oddera.
Questa manifestazione ha insomma dimostrato di avere tutte le carte in regola per crescere ulteriormente e per raccogliere l'eredità della Xtreme Lumezzane, ormai finita in naftalina.

 

Alex Belometti ha battuto Fabio Mossini

 

 

 

18 luglio 2008

 

Ottimamente riuscita la gara di trial regionale a Ceresola di Valtorta

 

I piloti bergamaschi hanno ben sfruttato la tappa casalinga, a Ceresola di Valtorta, del campionato lombardo di trial conquistando tre vittorie di classe e diversi buoni piazzamenti. La manifestazione, allestita con l’abituale perizia dalla sezione Avb (Alta Valle Brembana) del Moto Club Bergamo, ha dovuto fare i conti col le bizze del tempo ma è comunque ben riuscita ed è stata apprezzata dai circa cento concorrenti. 
La base operativa è stata fissata al piazzale degli impianti di risalita, presso il rifugio Trifoglio, il tracciato di gara ricalcava a grandi linee quello della pista di fondo. Il direttore di gara e presidente Avb Giacomo Bosis, padre del campionissimo Diego, ha preparato 8 tratti controllati (5 per i giovanissimi del minitrial), per un totale di 24 e 15 non stop nelle tre tornate previste.
Ad aggiudicarsi il successo nel proprio gruppo sono stati i due alfieri del club organizzatore Luca Baschenis e Giacomo Sonzogni e il conduttore affiliato al Moto Club Costa Volpino Franco Trebeschi. Baschenis, anche affermato protagonista del tricolore motoslitte, è prevalso, su Montesa, nella classe esperti battendo Roberto Mazzola (Beta) del Mc Careter Nembro e Balossi del Mc Desio. Quinto è risultato Giovanni Rossi (Mc Bg Avb).
Il giovane Sonzogni, su Sherco, ha centrato l'ennesima affermazione nella cadetti 125, niente da fare per il rivale Giorgini del Mc Lazzate.
Ultimo successo di una lunga serie anche quello di Trebeschi , su Beta, nella categoria veterani, dove si è messo dietro Malvestiti del Mc Olginate.
Tra i migliori, nella categoria super, l'ha spuntata Fistolera del Mc Lazzate ed il brembano Giovanni Pulcini (Mc Bg Avb-Sherco) si è classificato in sesta posizione. Altri vincitori sono risultati Agliati del Canzo nella amatori A (con Giuliano Gualeni del Careter 2°); Viganò del Bregna ((amatori B); Pialorsi del Collebeato (cadetti oltre).
In Bergamasca anche la prossima gara del campionato, si disputerà a metà settembre ad Aviatico.

 

 

 

11 luglio 2008

 

Luca Marcotulli il migliore assoluto nell'enduro di Pecorara

 

Bella gara, bei percorsi, buona organizzazione e circa 250 concorrenti al via. E ’ positivo il bilancio della prima prova di campionato lombardo enduro delle categorie junior e major che il Mc Desio ha allestito a Pecorara, sull’Appennico piacentino. Peccato però che sia stata decisa solo da due prove speciali, in linea, la disputa anche di una discriminante su fettucciato non avrebbe guastato.
Il dato più significativo riguarda il successo assoluto, conquistato dall’emergente pilota bergamasco della categoria junior Luca Marcotulli, classe ’89, esponente del Mc Bg Ponte Nossa e del team Italia che, in sella ad una Ktm 125, si è preso anche il lusso di fare meglio del neo campione italiano assoluto Thomas Oldrati. Di circa otto secondi il distacco tra i due mentre terzo, e secondo della classe 125 junior, è risultato un altro orobico, Mattia Calegari (Husqvarna-Mc Costa Volpino).
Altro forte bergamasco al quarto posto assoluto, Pierluigi Surini (Aprilia Rs Moto- Mc Sebino), a dimostrazione di una supremazia inconfutabile. Surini si è imposto nel gruppo dei major M2. 
Altre affermazione tragate Bg sono maturate nella major M1 grazie al seriano Fabio Benzoni (Honda-Mc Bg Presolana), nella 4 tempi con Alessandro Esposto (Honda-Mc Bg Presolana), nella veteran 55 col leggendario Gualtiero Brissoni (Aprilia Rs Moto-Mc Bg Norelli). Nell’altro gruppo veteran (56/59) si è invece imposto il canturino Uslenghi e Renato Pegurri ha chiuso secondo. Un infortunio ha tolto di scena il neo campione italiano Angelo Signorelli, sul podio sono saliti anche Alan Sala, 3° nella M1; Paolo Turra, 3° nella M3; Remo Fattori, 3° nella veteran 56/59, Mario Zanetti, 3° nella veteran 55; Luca Murer, 2° nella X1.
Successo tra le squadre del Mc Sebino, Oggiono secondo e Bg Norelli terza.

 

Luca Marcotulli

 

 

 

11 luglio 2008

 

86 ragazzini per la gara regionale di minienduro a Donico

 

Buona partecipazione, esattamente 86 i ragazzini al via, per la prova del campionato regionale di minienduro che la sezione Presolana enduro del Moto Club Bergamo ha allestito a Donico del Passo della Presolana. La manifestazione ha raccolto, nonostante la limitata esperienza del sodalizio guidato da Roberto de Vivo, unamimi consensi ed ha solo dovuto fare i conti con un improvviso e violento temporale, che ha prudenzialmente indotto ad eliminare l’ultimo dei sei giri in programma. 
Alla fine sono comunque risultate cinque le prove speciali cronometrate (quattro per i più piccoli della categoria baby sprint), quanto basta per definire i valori in campo. Ancora una volta ha dominato la formazione del Moto Club Treviglio, reduce anche dal successo in campo tricolore, che si è imposto tra le squadre grazie allo strapotere delle sue due punte, Nicolas Pellegrinelli e Jacopo Andrea Schito, due spauracchi per i rivali.
Pellegrinelli (Honda Hm) ha vinto nella aspiranti davanti al compagno di club Matteo Bresolin ed ha fatto registrare la miglior somma di tempi; Schito (Ktm) è prevalso nella esordienti precedendo Manarin del Mc Rs 77 e il compagno Stefano Signorelli. 
Successo del Treviglio anche nella baby sprint, con Simone Peverata (Ktm), e nella cadetti 50, con Simone Poloni (Honda Hm), che si è messo dietro il compagno Alessandro Facchetti e Giovanni Gheza del Mc Costa Volpino.
Solo nella classe open hanno avuto spazio gli altri. Si è imposto infatti Riccardo Crippa del Mc Parini su Corli e Bertanza, ambedue del Mc Lumezzane.

 

 

 

1 luglio 2008

 

Thomas Oldrati si conferma numero uno a Bussi sul Tirino

 

Primi brindisi tricolori a Bussi sul Tirino (Pescara), in occasione della seconda tappa della quarta penultima prova degli Assoluti d’Italia di enduro. A laurearsi campioni 2008 con due giornate di anticipo sono stati il 19enne di Petosino Thomas Oldrati (Ktm Team Farioli-MotoClub Bergamo) nella classe 125 e l’esperto ex rugbista di Lumezzane Alex Botturi (Honda Hm-Mc Fornaroli) nella classe 500 4 tempi, ovvero nella minima e nella massima cilindrata. Per ambedue è la conferma del titolo conquistato l’anno passato. 
Oldrati ha nuovamente battuto il toscano Beconi (Husqvarna Team Mucci), secondo anche in campionato, altro stop per il perugino Roberto Bazzurri, in questa stagione piuttosto sfortunato. Terzo posto per il bresciano Scovolo, positiva quarta piazza per l’emergente orobico Luca Marcotulli (Ktm).
Botturi non ha lasciato che le briciole ai rivali. Parlano chiaro le sette vittorie in sette tappe. Ieri si è messo dietro il toscano Alessio Paoli (Beta Team Boano) e il sempreverde campionissimo orobico Tullio Pellegrinelli (Honda Hm Team Terios).
Doppiette anche per gli altri due assi orobici Simone Albergoni e Alex Belometti. Per Albergoni, di scena nella 250 4 tempi su Yamaha Ufo, un doppio "schiaffo" al grande antagonista e doppio compagno (di team e delle Fiamme Oro) Maurizio Micheluz, friulano dal viso d’angelo e tanta grinta. Lo ha battuto due volte ai piedi del Gran Sasso e così lo ha dapprima raggiunto e quindi sorpassato nella graduatoria generale. La sfida "in famiglia", forse la più avvincente del torneo, si deciderà nella due giorni conclusiva in programma quattro mesi, il 25 e 26 ottobre, in Umbria.
Sempre nella 250 4t sesto posto per Giuseppe Canova e ottavo per Giuliano Falgari.
Per Belometti, impegnato nella 250 2 tempi, come Oldrati portacolori del Team Ktm Farioli e del Moto Club Bergamo, altro oro e nuovamente ai danni del veneziano Alex Zanni (Hm Team Terios). Terzo il trevigiano Facchin e quarto il camuno Pogna.
Bis anche nella prestigiosa classifica assoluta con l’iridato finlandese Ahola (Honda Hm) che si è confermato il più in forma. Al palo il francese Aubert, caduto sabato, che è così stato superato nella generale dall’australiano Merriman, da Ahola e anche da Albergoni.
Cambio della guardia al vertice della 450 4t. Al successo di Balletti ha risposto Dini, terzo Mossini e quindi i due bergamaschi Mirko Gritti e Andrea Belotti.
Tutto confermato anche tra le squadre col Team Daihatsu Terios di Treviglio a segno tra i team e col Fornaroli di Piacenza primo tra i club.

 

Thomas Oldrati in azione nella gara abruzzese

 

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

m o t o c l u b   B e r g a m o

 stampa la pagina

a inizio pagina