n a v i g a z i o n e

 

  home

 

  le manifestazioni

::  oggi
  ::  ieri
::  domani
  chi siamo
  la storia
  organigramma
  la valli
  la cavalcata
  il premio dei premi
  amarcord
  news

  classifiche

 

 


 

MOTO CLUB BERGAMO - 24126 Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax 035.4592744 - mail info@motoclub.bergamo.it

.

news 2004 - terzo trimestre

 

22 settembre 2004

 

Un successo il raduno d'epoca a Seriate in memoria di Pietro Carissoni

 

Ottima riuscita per il motoraduno di mezzi d’epoca proposto dalla scuderia Fulvio l'indimenticato Pietro Carissoni Norelli del Moto Club Bergamo a Seriate con il patrocinio del Comune. A questa terza edizione della manifestazione, intitolata alla memoria del campione del passato Pietro Carissoni, sono infatti intervenuti oltre 230 centauri, quasi il doppio rispetto all’anno scorso. 
Molte le moto che hanno suscitato l’invidia di esperti e curiosi, un premio speciale è andato alla Bsa del 1930 di proprietà di Fabio Rota. Altri premi hanno ricevuto Giancarlo Bonomi di Milano, quale conduttore arrivato da più lontano; il Vespa Club Bergamo, quale gruppo più numeroso; Rodolfo Vassalli, 78 anni, come centauro più anziano; Attilia Pandolfi, come motociclista più anziana; il Gruppo San fedele di Palazzolo sull'Oglio, quale team giunto da più lontano; la MT Bianchi del '61 di Enrico Oldrati, in qualità di mezzo meglio conservato.

Le moto sono state esposte presso il Centro sportivo comunale, dopo una gita nei dintorni ed il pranzo si sono svolte le premiazioni. Il riconoscimento speciale che ogni anno viene assegnato ad un noto personaggio del motociclismo bergamasco è andato a Franco Dall’Ara, classe 1933, cinque volte vincitore della Valli Bergamasche, al via di 17 Sei Giorni dove ha conquistato dieci medaglie d’oro. 

 

 

 

20 settembre 2004

 

Show dei fratelli Baschenis al raduno trial Avb di Foppolo

 

Si è conclusa molto positivamente - con una settantina di partecipanti, una il podio dei rossi con Pulcini (3°), Baschenis (1°), Calderoli (2°) e il presidente Avb Giacomo Bosis splendida giornata di fine estate e una brillante organizzazione - la serie di quattro raduni sociali di trial promossi dalla sezione Avb (Alta Val Brembana) del Moto Club Bergamo. Il mini torneo itinerante, dopo aver fatto tappa a Roncola di Treviolo, Valleve e Olmo al Brembo, è approdato a Foppolo. La località ha ospitato nel 1993 e nel 2001 la prova italiana del mondiale e proprio nei pressi di alcune delle zone controllate degli eventi iridati il responsabile Giacomo Bosis ed i suoi collaboratori hanno realizzato le "non stop" che hanno selezionato i conduttori. Erano sei, andavano ripetute quattro volte nel tempo massimo di 4 ore e 30 minuti, partenza e arrivo davanti al ristorante K2. 
Hanno festeggiato soprattutto in casa Baschenis col più esperto Luca, 32 anni, di Piazza Brembana, anche affermato pilota di motoslitte, che ha centrato il successo nel gruppo dei migliori, i rossi, e con il fratello minore Marco, classe ’79, che si è imposto nella categoria dei verdi. Luca, con 18 penalità, ha avuto ragione dell’ex senior Alberto Calderoli, in piena ripresa dopo un paio di brutti infortuni, al traguardo con 21 punti. Terza piazza per Giovanni Pulcini (27), dietro, più staccati, Gigi Gervasoni (40) e Giuseppe Arnoldi (60). 
Marco Baschenis ha invece preceduto, grazie a 6 penalità, Giorgio Rasmo (8), Andrea Zanardi (18) e il vice presidente Avb Germano Riceputi (20).
Vittoria contesa sino all’ultimo nel gruppo dei blu. L’ha spuntata un altro brembano, Alex Buzzoni, per la discriminante degli "zero", su Marco Spreafico. Terzo l’esperto Bruno Tremolada.
C’erano anche sei minitrialisti: è prevalso Leonardo Ferraris su Matteo Bosis, figlio del campionissimo Diego, che lo ha personalmente seguito e consigliato lungo tutto il tracciato. 
Il 3 ottobre Avb ancora alla ribalta, a Branzi, con la gara conclusiva del tricolore.

 

 

 

9 settembre 2004

 

La scuderia Treviza alla Sei Giorni enduro in Polonia

 

Ci sarà anche la scuderia Treviza del Moto Club Bergamo al via della 79a Sei Giorni i tre piloti del Team Treviza al via della Six Days: da sin. Andrea Comotti, Andrea Fusetti e Emilio Comotti. Con loro i fratelli Comotti e Romanomondiale enduro in programma a Kielce, in Polonia, dall'11 al 18 settembre. 

L'equipe sarà composta da un terzetto di giovani promesse, Andrea Comotti, Emilio Comotti e Andrea Fusetti, che concorrerà nella classifica dei club.

Tutti saranno in sella a moto Ktm, i due Andrea concorreranno nella classe E1 (125 2 tempi e 250 4 tempi), Emilio sarà di scena nella classe E2 (250 2 tempi e 450 4 tempi), saranno seguiti dal responsabile tecnico della scuderia Treviza Sandro Comotti.

 

 

 

20 luglio 2004

 

Surini sale in cattedra nella gara sprint di Brusaporto

 

Il periodo estivo e alcune concomitanze hanno condizionato la seconda tappa del trittico di gare di enduro sprint proposte dalla scuderia Fulvio Norelli del Motola premiazione di Pierluigi Surini Club Bergamo. Dopo i 90 concorrenti della prima competizione di Cologno al Serio, all’appuntamento di Brusaporto, denominato 2° Trofeo Tomenone e organizzato in collaborazione con l’Amministrazione comunale nella zona dell’area artigianale, si sono infatti presentati solo 53 conduttori. Non è comunque mancata la qualità, tra gli altri hanno animato la manifestazione il leggendario Alessandro Gritti e i campioni italiani major Remo Fattori e Pierluigi Surini. 
Proprio Surini, pilota di Rogno in forze al Mc Sebino, ha fatto registrare la migliore prestazione assoluta in sella alla sua Kawasaki 250 4 tempi del Team Uve. Nei quattro passaggi previsti lungo la prova speciale fettucciata è stato tre volte il più veloce mentre alla terza tornata ha fermato i cronometri sul terzo tempo. 
Sua la vittoria nella classe ospiti, dove sono stati riuniti gli iscritti a club extraorobici (ha preceduto Fattori e Alan Sala). L’atleta sebino quest’anno sta per conquistare il terzo scudetto tricolore consecutivo nella categoria major, gli basterà un terzo posto nell’ultima prova in programma a Cuneo il 5 settembre.
Secondo assoluto e primo della classe D Massimo Giudici (Suzuki-Mc Bergamo), le altre affermazioni individuali sono state firmate da Alessandro De Vecchi (Beta-Treviza); Francesco Daleffe (Sherco-Treviza); Andrea Locatelli (Kawasaki-Bergamo); Alessandro Gritti (Honda-Bergamo), che non ha smentito la sua fama neppure stavolta; Matteo Galezzi (Ktm-Bergamo), anche terzo assoluto. 
La manifestazione ha tenuto fede al proprio nome prevedendo un anello di soli 25 km da ripetere tre volte nel tempo di 70 minuti a giro, in tutto la gara è durata circa tre ore e mezzo. 

 

 

 

17 luglio 2004

 

Secondo enduro sprint Norelli di scena a Brusaporto

 

L’intensa stagione organizzativa della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo proseguirà domani a Brusaporto dove verrà proposto il 2° Trofeo Tomenone, gara di enduro sprint a carattere provinciale aperta a conduttori senior, junior, major, cadetti, territoriali e femminili. 

Si tratta del secondo appuntamento di un trittico di gare denominate sprint (ovvero con percorsi limitati e prove speciali ravvicinate), trittico iniziato a marzo a Cologno al Serio e che si concluderà in ottobre a Romano Lombardo. 
Si prevede la partecipazione - nonostante la concomitanza con la prova degli Assoluti in Friuli - di un centinaio di concorrenti, la manifestazione avrà quale fulcro la zona industriale, verranno effettuati tre giri di un breve anello di 25 km, ci sarà una lunga prova speciale fettucciata di circa 3,5 km da ripetere quattro volte, la partenza dei primi concorrenti è fissata alle 10.
Nella precedente gara sprint di Cologno si impose nell’assoluta il forte junior seriano Manuel Bana della scuderia Ponte Nossa.

 

 

 

14 luglio 2004

 

Nel terzo raduno trial Avb a Olmo al Brembo successo di Pesenti su Pulcini

 

Nomi nuovi ai vertici del terzo raduno sociale di trial organizzato ad Olmo al Brembo dalla sezione Avb (Alta Val Brembana) del Moto Club Bergamo. In tutti i tre gruppi previsti (rossi, blu e verdi) si sono imposti piloti che finora non avevano assaporato il gusto della vittoria nelle due precedenti manifestazioni ospitate a Roncola San Bernardo ed a Valleve. 
Tra i migliori, i rossi, a centrare il bersaglio è stato l'emergente pilota cadetto di Ambria Sergio Pesenti. Il forte sedicenne ha completato i quattro giri previsti e le 24 zone controllate (sei a tornata) collezionando 21 penalità, 4 delle quali avendo concluso 4 minuti oltre il limite massimo di tempo stabilito in 4 ore. Ha preceduto Giovanni Pulcini (30) e Gianluigi Gervasoni (32). Quarta piazza per l'ex campione regionale Luca Baschenis, pilota tra i primi protagonisti anche del tricolore di motoslitte.
Lotta a tre nel gruppo dei blu con Omar Manzoni, Daniel Giupponi e Claudio Milesi che hanno raggiunto il traguardo con punteggi assai ravvicinati, rispettivamente 21, 23 e 24. Appena giù dal podio Massimo e Ivan Sonzogni.
Stessa musica tra i verdi dove è prevalso Giorgio Rasmo (10 penalità) su Marco Baschenis (11) e sul vincitore dei due precedenti raduni Francesco Lecchi (12).
Della partita anche quattro giovanissimi della categoria minitrial con Diego Sonzogni che ha avuto ragione del cugino Giacomo (16 penalità contro 26).
Nuovamente in aumento è risultato il numero dei partecipanti, arrivato a quota 69, circa venti conduttori non sono però stati inseriti in classifica avendo superato di oltre 20 minuti il tempo massimo.
Il prossimo raduno sociale Avb, l'ultimo del 2004, si svolgerà tra circa due mesi, il 19 settembre, a Foppolo. 

 

 

 

6 luglio 2004

 

300 chilometri sotto le stelle col "Notturno in moto"

 

Ha avuto oltre trenta partecipanti, tra conduttori e passeggeri, l’edizione 2004 del "Notturno in moto", l’escursione estiva al chiaro di luna che si è svolta lo scorso fine settimana. Ben trecento i km percorsi dai centauri che hanno risposto all’appello degli organizzatori della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo. Il responsabile Sergio Ghidini li ha accompagnati ai Colli di San Fermo, al Colle di Zambla, a Foppolo, Ca’ San Marco e ai Piani dell’Avaro, grazie al beltempo è filato tutto liscio e si sono anche potuti ammirare stupendi panorami.
Come previsto si è effettuata una sosta, intorno a mezzanotte, a Oltre il Colle, località legata a filo doppio con la Norelli (ha ospitato nel 2003 la Valli Revival, un mese fa una tappa del Trofeo nazionale di regolarità, domenica toccherà ad un appuntamento per moto d’epoca stradali). Qualcuno è rientrato anzitempo, i più indomiti hanno concluso la gita in una rinomata pasticceria di Paladina alle sette del mattino successivo.

 

 

 

4 luglio 2004

 

Il sigillo di Passeri nella competizione enduro di Grone

 

Un altro nome prestigioso si è aggiunto al ricco albo d’oro del Trofeo Comune di Grone. Ad aggiudicarsi la gara di enduro a carattere regionale (ma non di campionato) ben orchestrata dalla locale dinamica sezione del Mc Bergamo guidata da Gianmario Meni, è stato infatti l’asso di Iseo Stefano Passeri, campione europeo in carica, punta del Team Sherco-Rottigni. 
Prima di lui si erano imposti nella manifestazione, giunta alla quinta edizione,la premiazione dei migliori: da sin. Botturi, il vincitore Passeri, il presidente Meni, il sindaco Corali, il vicepresidente Trapletti piloti del calibro di Aro e Nicoli. 

 

Nelle sei prove speciali previste Passeri ha fatto registrare il miglior tempo in due occasioni, nella prima e nella quinta, in altre tre è giunto secondo, nell’ultima ha amministrato il vantaggio ed ha chiuso terzo. 
Secondo assoluto, in una classifica che ha rispecchiato quella della massima categoria, la elite, si è piazzato il campione italiano e numero tre del mondo Alex Botturi, bresciano della Ktm-Farioli, terzo è risultato lo spiranese della Honda Simone Albergoni e quarto il villonghese del team Ktm-Farioli Alex Belometti. 
"Bella corsa" ha commentato Botturi "belle le due discriminanti fettucciate, solo un po’ breve la seconda, così come l’anello del percorso, per il resto tutto ok". 
"In effetti il giro, da ripetere tre volte, era di soli 35 km, da effettuare in 75 minuti" ha precisato il presidente del Mc Grone Meni "ma purtroppo non ci è possibile allungarlo non riuscendo ad attenere i permessi, oltre a quelli di Grone e Berzo San Fermo, anche di altri comuni confinanti. E’ un peccato perchè in tal caso si potrebbe allestire un evento di caratura superiore".

 

Cilindrata per cilindrata la competizione ha confermato quanto emerso nei più recenti appuntamenti nazionali. Il campione tricolore junior del Mc Costa Volpino Pierluigi Surini ha dominato (tutte le sei speciali vinte) nella classe unica 125 2t-250 4t (quella che nel mondiale è denominata Enduro 1); Cristian Fiorini (Mc Sebino-Honda Ravasio) ha fatto sua la classe 250 2t-450 4t (Enduro 2); Cristian Spreafico (Mc Ponte Nossa-Vor) è prevalso nettamente (pure sei speciali vinte) nella open (Enduro 3).

 

Stessa musica tra i cadetti con i componenti della formazione del Bergamo-Ponte Nossa appena laureatasi campione italiana che hanno dettato legge: la classe 50 ha visto primeggiare Thomas Oldrati sui compagni Luca Marcotulli e Andrea Locatelli; nella classe 80 ha festeggiato Augusto Artesano che ha battuto Paolo Rubini del Team Treviza; la classe 125 è andata a Marco Martinelli, di 15 secondi più veloce di Alessio Mansi del Mc Sebino.
Numerosi i piloti con licenza territoriale, 28 su un totale di 116 partecipanti, con affermazioni di Carmelo Mazzoleni (Ponte Nossa), vincitore assoluto anche di una speciale, nelle 2 tempi, e di Roberto Meroli (Mc Bergamo) nel gruppo delle 4 tempi.

 

 

 

3 luglio 2004

 

Ponte Nossa: due titoli tricolori enduro già vinti, altri cinque nel mirino

 

Due titoli italiani già conquistati con una gara d’anticipo, altri cinque che potrebbero maturare nella parte conclusiva della stagione sportiva. Il 2004 potrebbe diventare un anno indimenticabile per la scuderia Ponte Nossa del Moto Club Bergamo, società guidata da Alessandro Manzoni (nipote di Giacomo, che la fondò nel ’46) negli ultimi lustri ritagliatasi uno spazio importante nell’enduro giovanile nazionale. Nelle sue file, ad inizio carriera, corse i componenti la squadra cadetti del Ponte Nossa e vinse, tra gli altri, anche Robi Locatelli, prima di dedicarsi alla velocità.

 

In occasione della gara di Montelupo Ligure (Al), quarta penultima del campionato italiano enduro per junior e cadetti, il club ha conquistato i punti che l’hanno riportata sul trono tricolore delle squadre cadetti, un primato al quale qualche anno fa era abbonata. Protagonisti del successo sono stati Thomas Oldrati (Ch Racing 50), di Petosino, Marco Martinelli (Tm 80), l'unico extraorobico, di Mozzate, Marcello Merelli (Husqvarna 125), di Casnigo, Luca Marcotulli (Beta 50), di Sedrina, e Augusto Astesano (Tm 80), di Treviglio.
Nella stessa competizione ha ottenuto la matematica certezza del titolo anche il giovanissimo Jonathan Manzi, di scena su Beta nel minienduro categoria aspiranti. 
Le due belle affermazioni sono state festeggiate l’altra sera alla Scalvina, località dove il sodalizio ha realizzato un tracciato per la pratica dell’enduro e del cross ed un edificio, continuamente rinnovato ed adeguato, che funge da sede oltrechè da importanteJonathan Manzi punto di riferimento per il fuoristrada della Val Seriana. 

 

In occasione della gara conclusiva del tricolore cadetti, cui è abbinato anche quello della categoria junior, che è in programma in Liguria, a Leca d’Albenga, il 26 settembre, poi, il Ponte Nossa potrebbe proprio dilagare. In ottima posizione e con tutte le carte in regola per centrare il bersaglio grosso sono infatti anche lo junior Manuel Bana, all’inseguimento del titolo più prestigioso, quello assoluto, e di quello della classe 250 4 tempi; Emanuela Balduzzi nella categoria femminile; Thomas Oldrati nella cadetti 50; Marco Martinelli nella cadetti 80. 

 

"La vera festa contiamo di farla dopo quella gara" sottolinea Manzoni "in tutte la graduatorie i nostri sono ottimamente piazzati, non sarà facile fare l'en plein di sette titoli su sette però noi ci proveremo!"

 

 

 

 

al sommario delle news

m o t o c l u b   B e r g a m o

 stampa la pagina

a inizio pagina