al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2018 - secondo semestre

 

06 dicembre 2018

 

La Valli a Rovetta nel mese di giugno quale quinta prova del mondiale 2019

 

Il ritorno della Valli Bergamasche, la leggendaria competizione di enduro, previsto l'anno prossimo quale evento "clou" per i cento anni di attvità del Moto Club Bergamo, costituirà la quinta tappa del campionato mondiale della disciplina fuoristrada. E' in programma dal 21 al 23 giugno e avrà quale epicentro - ancora una volta - la località di Rovetta, nella Conca della Presolana, proprio come l'ultima edizione, datata 2015, che richiamò richiamò migliaia di appassionati ed ebbe quale mattatore l'asso francese Antoine Meo (già a segno anche nel 2010 nella precedente Valli con location sul lungolago di Lovere).
Il torneo iridato, con qualche ritocco ai regolamenti rispetto a quest'anno, esordirà il 22 marzo in Germania, a Dahlen, per poi proseguire con le due tappe ravvicinate nella penisola iberica, dal 3 al 5 maggio in Portogallo, a Valpaços, e dal 10 al 12 maggio in Spagna, a Santiago de Campostela. Una settimana prima di Rovetta il campionato farà la sua prima visita in Corsica, ad Ajaccio, e quindi - dopo la pausa estiva - proporrà gli ultimi appuntamenti in Repubblica Ceca, a Janovice, dal 13 al 15 settembre, e nuovamente in Francia, a Ambert, dal 27 al 29 settembre.
Le classi previste sarano le stesse di quest'anno, ovvero, EGp, E1, E2, E3, Junior e Youth. «La novità più interessante sarà la possibilità - anticipa Andrea Gatti - di gareggiare, nel gruppo open, anche da parte di chi ha solo la licenza italiana, e così poter vedere al via non il numero limitato di concorrenti delle ultime edizioni ma 200-250 conduttori, proprio come nelle Valli di una volta»
Il quartier generale dovrebbe essere stabilito nella zona del Centro sportivo di Rovetta («è prevista una riunione coi sindaci coinvolti nei prossimi giorni» tiene a precisare Gatti), sul campo di calcio dove si allena d'estate l'Atalanta si dovrebbe realizzare il parco chiuso, negli edifici attigui trovar posto la segreteria, i cronometristi e gli altri servizi, mentre la prova speciale più spettacolare dovrebbe essere predisposta a Bossico.

 

 

 

23 novembre 2018

 

Titolo lombardo enduro per Ferrari e Patelli, mini per Busatta e Verzeroli

 

Ricco bottino per il motociclismo bergamasco, come avviene puntualmente da diversi anni, nei campionati lombardi di enduro e minienduro, tornei che hanno rispettivamente proposto sei e otto appuntamenti nei mesi compresi tra marzo e novembre (l'ultimo il 4 novembre, a Crema).
Sono stati conquistati la bellezza di 18 titoli, 14 nell'enduro e 4 nel minienduro, per il Moto Club Bergamo ne sono arrivati due nell'enduro e altrettanti nel minienduro. Il numero più consistente è maturato nelle file dei major, gli over 35 anni, dove hanno battuto tutti otto piloti Bg, mentre la categoria che ha regalato meno soddisfazioni è stata quella dei senior, dove non ne è stato vinto neppure uno. Tra gli under sono stati quattro i conduttori bergamaschi a fare centro, tra i territoriali due e dal settore mini isono arrivati quattro successi.
Iniziamo dai major. Tra i campioni 2018 ci sono Michele Sonzogni (Husqvarna-Mc Sebino) nella master classe 300 2T; Marcello Carini (Yamaha-Mc Costa Volpino) nella expert classe 250 2T; Paolo Ferrari (Husqvarna-Mc Bergamo) nella expert classe 300 2T; Maurizio Zigliani (Ktm-Mc Lago d'Iseo) nella expert classe 250 4T; Massimo Grammatica (Ktm-Mc Costa Volpino) nella classe veteran; Carlo Valenti (Ktm-Mc Sebino)nella classe superveteran 2T; Fabiano Gusmini (Ktm-Fast Team) nella classe superveteran 4T; Renato Pegurri (Husqvarna-Mc Costa Volpino) nella classe ultraveteran 2T.
Tra i più giovani della under hanno centrato il bersaglio Lorenzo Bernini (Suzuki-Mc Costa Volpino) nella classe cadetti 50; Federico Aresi (Ktm-Mc Pavia) nella top class; Sebastiano Marenzi (Ktm-Mc Lago d'Iseo) nella classe junior 125; Marco Patelli (Ktm-Mc Bergamo) nella classe junior 450 4T. Tra i territoriali spumante per Giorgio Bigoni (Yamaha-Mc Costa Volpino) nella classe 125 e Isacco Carrara (Husqvarna-Mc Costa Volpino) nella classe 250 2T. Il Moto Club Costa Volpino ha vinto tra le squadre nel minienduro e col suo pilota Gabriele Pasinetti (Beta) nella classe 125, il Moto Club Bergamo ha risposto con la terza piazza e con i titoli di Cristiano Busatta (Ktm) nella cadetti e di Manuel Verzeroli (Ktm) nella senior.
Solo Aresi e Pegurri hanno vinto quest'anno anche il titolo italiano.

 

Marco Patelli ha vinto il titolo nella junior 450 4 tempi

 

 

 

16 novembre 2018

 

Quattro titoli per il Team Tz nel campionato lombardo di trial

 

Ottimo bilancio per la sezione Team Tz Trial del Moto Club Bergamo, nel campionato regionale di trial. Sono stati conquistati ben quattro titoli, maturati dopo la disputa di otto prove, una delle quali ospitata in Bergamasca, a Dossena (il 22 luglio, e orchestrata proprio dal Tz).
Questi i piloti laureatisi campioni lombardi: Mirko Spreafico (Gas Gas) nella Tr2, la classe più prestigiosa; Sergio Pesenti (Beta) nella Tr3; Davide Giupponi (Sherco) nella Tr4; Loredano Giuliani (Beta) nella Tr4 over. Il punteggio più elevato l'ha fatto registrare Pesenti, che è arrivato a quota 154, pari a sei vittorie (a Piantedo, Colico, Darfo, Dossena, Gerola Alta e Barni) e due seconde piazze (Faedo Valtellino e Cortenova).
Spreafico ne ha accumulati 147 ed ha preceduto Riccardo Cattaneo del Mc Lazzate e Riccardo Ruga del Mc Monza; Giupponi è arrivato a 125 prevalendo su Flavio Magrini del Mc Dynamic Trial e sul compagno del Tz Mattia Cortinovis; Giuliani è arrivato ad un totale di 136 punti battendo così il compagno di squadra Alex Buzzoni (di 11 punti il distacco), Gaspare Pomi del Mc Monza e gli altri due alfieri del Team Tz Paolo Pellegrinelli e Giorgio Rasmo.
Rispetto al 2017 è stato fatto un bel passo avanti in quanto allora non maturò alcun titolo e furono conquistati solo tre podi finali.
Gli altri titoli di questa stagione sono andati a Diego Acquistapace del Mc Lazzate su Sherco (Tr3 open, dove ha concluso 2° Luca Baschenis), Paolo Grossi del Mc Monza su Fantic (Tr5, dove hanno chiuso al 2° e 3° posto gli altri conduttori Tz Mattia Arnoldi e Leonardo Gamba) e Jasmine Rosina Conti del Mc Lazzate su Gas Gas (femminile).

 

 

 

18 ottobre 2018

 

Tre titoli europei enduro vintage per la Norelli all'isola d'Elba

 

Significativa partecipazione bergamasca, in particolare della scuderia Norelli del Moto Club Bergamo, alla terza edizione della ITDE, la rievocazione della Sei Giorni enduro svoltasi all'isola d'Elba nel 1981. Nello staff organizzativo, guidato da Marcello Grigorov di Mg Event, c'erano infatti anche gli orobici Francesco Mazzoleni (Federmoto italiana), Massimo Sironi (Federmoto europea), il direttore di gara Paolo Buratti ed i tecnici della Norelli che si sono occupati del parco chiuso (in testa il presidente Enzo Paris).
In ambito sportivo la Norelli ha poi centrato diverse affermazioni, a cominciare dal Trofeo internazionale a squadre dove ha schierato i suoi tre portacolori Giulio Gambarini (Husqvarna 125), Gianluca Passoni (Aim 80) e Alfredo Bottarelli (Villa 125) che hanno vinto precedendo Toscana 1, che schierava il campionissimo di Iseo Stefano Passeri, ed i britannici del Team Mio Wales.
Gambarini, del '65, nei tre giorni ha ottenuto un secondo e due primi vincendo la sua classe; Passoni, del '61, ha concluso due volte secondo ed una primo piazzandosi secondo di classe; Bottarelli, del '62, è giunto due volte secondo ed una terzo arrivando pure secondo di classe.
Gambarini e Passoni hanno anche conquistato il titolo europeo (la 2a giornata di gara era anche valevole quale 3a prova del campionato continentale, un torneo fortemente voluto da Sironi) e come loro anche l'altro norellista Valerio Signorelli (Ancillotti 50). Altri italiani riusciti nell'impresa Stefano Perani del Mc Gilera Arcore, Paolo Maria Sala del Mc Gilera Arcore, Ivano Mattalini del Mc Pavia, Andrea Rastrelli del Mc Leonessa Brescia, Raffaele Luc Guasco del Mc Gilera Arcore, Marco Cornelli del Mc Pavia, Giorgio Volpi del Mc Imperia, Riccardo Terranova del Mc Palermo e l'ex dakariano milanese Claudio Terruzzi del Mc Legend Republic.
Pieno successo per l'evento ospitato all'inizio di ottobre a Marina di Campo, con oltre duecento concorrenti e otto nazioni rappresentate.

 

 

 

 

18 ottobre 2018

 

Tre successi del Team Tz nellla gara del regionale trial di Barni

 

Si è concluso a Barni, nel Comasco, domenica 14 ottobre, con la gara allestita dal Moto Club Canzo, il campionato lombardo di trial. Anche nella gara conclusiva il Team Tz del Moto Club Bergamo si è saputo distinguere ed ha conquistato tre vittorie di classe e alcuni podi.
La competizione ha visto al via 63 concorrenti ed ha proposto tre giri ognuno con 8 prove controllate. A fare centro sono stati Mirko Spreafico (Gas Gas) nel gruppo dei migliori, la Tr2, dove ha preceduto l'omonimo Mattia Spreafico del Mc Val San Martino; Sergio Pesenti (Beta) nella Tr3 superando Matteo Gianoni del Mc Lazzate; Giorgio Rasmo (Montesa) nella Tr4 over prededendo Gaspare Pomi del Mc Monza ed i compagni di club Loredano Giuliani, Paolo Pellegrinelli e Alex Buzzoni.
Nella Tr3 open, dove è prevalso Andrea Buschi del Mc Lazzate, si è poi piazzato 4° Luca Baschenis; nella Tr4 vinta da Flavio Magrini del Dynamic di Darfo sono giunti 2° Mattia Cortinovis, 3° Davide Giupponi e 5° Luca Pesenti; nella Tr5 nella quale è svettato Paolo Grossi del Mc Monza sono giunti 2° Mattia Arnoldi e 3° Leonardo Gamba.
Apprezzato l'intervento fuori gara dei top rider Andrea Riva e Lorenzo Gandola, una sola concorrente per il gruppo femminile, Jarmine Conti del Mc Lazzate, in buon numero gli spettatori anche perchè la zona si presta alla raccolta delle castagne.
Prossimo evento del settore, a fine mese nelle Marche, il Trial delle Regioni.

 

 

 

05 ottobre 2018

 

La Norelli in festa per il titolo mondiale enduro Youth di Ruy Barbosa

 

Tempo di fresteggiamenti per la scuderia Norelli del Moto Club Bergamo che - nel giro di pochi giorni - ha conquistato cinque titoli italiani nel tricolore di regolarità d'epoca, il titolo italiano di enduro major con l'esperto pilota di Lainate Davide Marangoni e - ciliegina sulla torta - il titolo mondiale enduro della classe Youth (gli under 21) con il 19 enne cileno di Santiago Ruy Barbosa. Per la formazione dai colori gialloneri è stato il secondo mondiale in bacheca, é arrivato dopo quello datato 1989 vinto nelle superbike col californiano Fred Merkel.
Barbosa, figlio d'arte, nelle file della Norelli da quest'anno, vive a Piacenza, dove trova sede la sua squadra, il Team Husqvarna Jolly Racing Zanardo di Franco Mayr, ed era al suo terzo mondiale, Ha esordito nel 2016 concludendo sesto mentre l'anno passato si era migliorato chiudendo in terza posizione. Quest'anno ha inanellato - in nove giornate - cinque vittorie, un secondo, due terzi ed un quinto conquistando il titolo, in anticipo, al Gp di Francia di Merhamis, con una perentoria doppietta.
"Mi ha fatto crescere molto potermi allenare regolarmente con un campione del calibro di Alex Salvini, il bolognese n° 1 azzurro, che è mio compagno di team" confida "grazie alle mie vittorie di quest'anno sono stato avvicinato da un paio di squadre corse di primo livello per la stagione 2019 ma non escludo di rimanere dove sono. Di sicuro correrò nella categoria superiore, la Junior, e punto a risultare protagonista anche lì."
Intanto all'ultima prova degli Assoluti d'Italia a San Giovanni Bianco ha fatto sua la terza piazza nel gruppo stranieri, ed ora lo attendono l'ultima prova del mondiale in Germania ("anche col titolo in tasca ci vado per vincere") e la Sei Giorni che - guarda caso - a novembre si disputerà proprio in Cile e dove Ruy farà parte del terzetto junior della locale nazionale.

 

 

 

 

20 settembre 2018

 

Nicola Piccinini secondo assoluto nell'enduro regionale di Antegnate

 

Podio assoluto completamente bergamasco ad Antegnate, dove il Moto Club Bergamo e la sua scuderia Casazza domenica 16 settembre hanno organizzato una prova del campionato lombardo di enduro, il Trofeo Memorial Giuseppe Soldo, con coinvolte le categoria senior, under (junior-cadetti) e territoriali.
Il più veloce di tutti è risultato il trevigliese Federico Aresi (Ktm 300 Team Sissi Racing-Mc Pavia), classe '96, alle sue spalle hanno concluso il vice-presidente pilota del Moto Club Bergamo Nicola Piccinini (Honda 450 - Bg Casazza), classe '92, e Alberto Capoferri (Kym 125 Team Sissi Racing-Mc Pavia), classe '98, che correva in casa.
I tre si sono anche imposti nei rispettivi gruppi.
Il Moto Club Pavia è stato puntualmente protagonista anche nelle graduatorie di squadra imponendosi sia nella senior che nella under, Nel primo caso ha battuto le formazioni del Bergamo Ponte Nossa e dell'Intimiano Noseda, nel secondo quelle del Bergamo e del Costa Volpino. Il sodalizio dell'Alto Sebino si è consolato vincendo tra le squadre terriroriali coi suoi tre alfieri Isacco Carrara, Giorgio Bigoni e Alessandro Pierannunzi (con quest'ultimo che era reduce dalla conquista del titolo nel tricolore di regolarità d'epoca di sette giorni prima).
Classe per classe si sono distinti nelle file orobiche anche il giovanissimo Lorenzo Bernini (Suzuki Valenti-Mc Costa Volpino), a segno nella cadetti 50; Francesco Servalli (Ktm Team Sissi-Mc Pavia), vincitore nella cadetti 125 2t; Michele Ceresoli (Tm-Mc Bergamo), primo nella junior 125; Marco Patelli (Ktm-Mc Bergamo Casazza), a bersaglio nella junior 450; Daniele Esposito (Ktm-Mc Bergamo Casazza), primo nella senior 125; Danilo Falgari (Husqvarna-Bbm Racing), vincitore nella territoriali 250 2T.
La gara si è decisa lungo tre diverse prove speciali, ognuna ripetuta due volte.
La prossima tappa del campionato lombardo è in calendario per il 21 ottobre in Brianza, a Misinto (Mb), a cura del Mc Misinto Bergamonti.

 

 

 

14 settembre 2018

 

Cinque scudetti per la scuderia Norelli nel tricolore di regolarità d'epoca

 

E' terminato in Toscana, a Casciana Terme (Pisa), domenica 9 settembre, il campionato italiano di regolarità d'epoca, con la bella manifestazione organizzata dal Mc Valdera, accompagnata dal beltempo e animata da circa 250 concorrenti. Erano da assegnare quasi tutti i titoli della stagione ed a stabilire le graduatorie decisive sono state cinque prove speciali, due in linea e tre cross-test.
Al termine si sono svolte sia le premiazioni della competizione che quelle del campionato, con l'unica eccezione del gruppo D2, gruppo subjudice per un ricorso che verrà valutato in Fmi nei prossimi giorni.
Su 27 scudetti in palio (25 individuali e 2 a squadre) l'armata bergamasca ha puntualmente fatto bella figura intascandone dieci, cinque con esponenti della scuderia Norelli del Mc Bergamo, due con conduttori della scuderia Grumello Vintage del Mc Bergamo, due con il Mc Careter Testori ed uno con il Mc Costa Volpino.
Ecco classe per classe tutti i piloti orobici riusciti nell'impresa: nella A1 Valerio Signorelli (Ancillotti-Bg Norelli); nella A3 Roberto Perere (Zundapp-Mc Careter Testori); nella B2 Alberto Gennaro (Morini-Bg Norelli); nella C1 Nazzareno Artifoni (Puch-Bg Grumello Vintage); nella C2 Pietro Caccia (Ancillotti-Bg Grumello Vintage), nella C3 Marco Bianchi (Puch-Bg Norelli); nella C5 Valter Testori (Ktm-Mc Careter Testori); nella D5 Fausto Scovolo (Ktm-Bg Norelli); nella X2 Alessandro Pierannunzi (Ktm-Mc Costa Volpino); nella X4 Ettore Rivoltella (Honda-Bg Norelli).
In particolare l'iseano Scovolo, ex iridato dell'enduro, ha fatto registrare anche a Casciana Terme la miglior prestazione assoluta superando il camuno Armanni e l'altoatesino Sparer.
Un po' di rammarico per l'esito finale delle due sfide a squadre, dove spesso il vessillo orobico era sventolato più alto di tutti. Nel Trofeo l'ha spuntata la formazione toscana del Moto Club Pantera con Careter Testori seconda e Bergamo Grumello Vintage terza. Nel Vaso è prevalso alla fine il Moto Club Manzano di Udine con seconda la scuderia Bergamo Norelli e terzo il Careter Testori.
Prossimo importante evento del settore la Tre giorni rievocativa all'Elba in programma ad inizio ottobre.

 

Fausto Scovolo ha vinto il titolo nella classe D5 facendo registrare la miglior prestazione assoluta

 

 

 

27 luglio 2018

 

Il Team Tz Trial vince e convince nella gara regionale alle miniere di Paglio

 

Importante evento estivo per il TeamTz Trial domenica 22 luglio con i tecnici della sezione del Moto Club Bergamo guidata da Italo Molinari e Paolo Cassani che hanno orchestrato la sesta prova del campionato lombardo nella zona adibita al motofuoristrada delle miniere di Paglio di Dossena. L'hanno animata 83 concorrenti, tra loro una ventina di giovanissimi juniores (per loro la quarta tappa del campionato).
La sezione ha fatto la sua bella figura, sia in campo organizzativo che sportivo, proponendo zone controllatre di giusta difficoltà e conquistando tre successi di classe.
A fare centro sono stati Mirko Spreafico (Gas Gas), 1° nella Tr2 davanti a Riccardo Cattaneo del Lazzate e Daniele Tosini del Dynamic Trial; Sergio Pesenti (Beta), 1° nella Tr3 dove ha preceduto i due piloti del Mc Lazzate Matteo Gianoni e Marco Pedrinazzi; Davide Giupponi (Beta), 1° nella Tr4 prevalendo sul compagno di squadra Mattia Cortinovis.
Altra affermazione targata Bg quella di Andrea Riva (Sherco-Moto Club Lazzate), unico esponente della Tr1, classe fuori classifica, la sua è stata praticamente un'esibizione.
Buoni piazzamenti hanno poi ottenuto Luca Baschenis (3° nella Tr3 open vinta da Luca Devon Buschi); Giorgio Rasmo, Alex Buzzoni, Paolo Pellegrinelli e Loredano Giuliani (rispettivamente 2°, 3° 4° e 5° nella Tr4 over vinta da Gaspare Pomi del Mc Monza); Luca Pesenti (4° nella Tr4); Leonardo Gamba (2° nella Tr5 alle spalle di Paolo Grossi del Mc Monza). Tra gli juniores si è invece distinto il solo Davide Busi, 2° nel gruppo B.
Nelle graduatorie provvisorie di campionato sono in testa i quattro esponenti del Tz Trial Spreafico, Pesenti, Giupponi e Giuliani,
La settima sfida del campionato regionale è in calendario per il 23 settembre in Valtellina, a Gerola Alta (So), in precedenza. l'8 e 9 settembre, il Team Tz darà vita a Piazzatorre. in Alta Valle Brembana, alla quinta prova del campionato italiano all'aperto

 

 

 

06 luglio 2018

 

Ruy Barbosa (Norelli) fa faville nel Gran premio enduro di Pietramurata

 

La prima delle due gare del mondiale enduro previste in Italia, il Gp del Trentino, disputato alla fine di giugno a Pietramurata, ha regalato diverse belle soddisfazioni ai colori italiani ed anche a quelli bergamaschi.
La stella dell'evento è risultato il bolognese della Husqvarna Alex Salvini che ha conquistato il successo assoluto, ovvero la classe Egp, ed anche la classe E2. Ha battuto nel primo caso il britannico Holcombe (Beta) ed il francese Larrieu (Yamaha), nel secondo Larrieau ed il bergamasco Giacomo Redondi (Honda-Mc Sebino), anche 5° nella EGp. Il costavolpinese in questa stagione corre (ed è leader provvisorio) nel campionato Usa ma - quando le concomitanze lo rendono possibile - da spettacolo anche in qualche gara degli Assoluti e del mondiale. Sempre nella E2 ha chiuso 6° Thomas Oldrati.
Altro azzurro sugli scudi il cuneese Matteo Cavallo, su Beta, a segno nella Junior e nella Junior2. Tra gli under 23 bravo anche il trevigliese Emanuele Facchetti (Honda-Mc Pavia), 5° nella junior e 2° nella Junior1 alle spalle del vincitore Andrea Verona. Più indietro l'altro costavolpinese, Mirko Spandre, risultato 7° nella Junior2.
Altro bell'exploit, poi, nella Youth 125, la classe degli under 21, per il cileno che corre con i colori della scuderia Norelli del Moto Club Bergamo Ruy Barbosa. Non ancora ventenne, Ruy vive in Italia da un paio d'anni e - dopo il 3° posto finale nel 2017 - è il leader del suo gruppo, forte di 92 punti, 12 più del belga Van Oevelen.
Prossima gara iridata il Gp Acerbis d'Italia l'1 e 2 settembre a Edolo (Brescia) con l'organizzazione del Moto Club Sebino.

 

il norellista Ruy Barbosa, leader nel mondiale youth

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

  

    
  
  
  
top

web editor  Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it