al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2010 - secondo trimestre

 

31 maggio 2010

 

Dopo la Valli prende il largo Meo, Albergoni e Oldrati ambedue terzi

 

Sono state tante le emozioni regalate dalla Valli Bergamasche di Lovere ma sono risultati pochi i cambiamenti maturati ai vertici delle classifiche provvisorie del campionato mondiale enduro. 

I tre leader della vigilia hanno tutti mantenuto il proprio primato, per quanto riguarda gli azzurri nessuna sorpresa, il migliore della situazione (premiato per questo dall’organizzazione del Moto Club Bergamo col Trofeo del Comune di Lovere) è stato lo spiranese Simone Albergoni, giunto quarto e terzo e rimasto terzo nella generale della classe E3. Molto bene ha fatto anche il pilota di Petosino Thomas Oldrati, giunto due volte quarto e salito dalla quarta alla terza piazza nella classe E2.
Davanti ad Albergoni, che ha 120 punti, ci sono l’inglese Knight (142) e il francese Nambotin (136). Quinto è il bresciano Botturi (86), 10° è Mirko Gritti (55) e 12° Andrea Belotti (48).
Oldrati si è portato a quota 104 ed ha soprattutto sfruttato il forfait del fuoriclasse Salminen, per pochissimo non è riuscito ad avere ragione del francese Renet, peccato l’occasione era ghiotta. Ora ha 104 punti, guida le danze il finlandese Ahola (144) ma l’iberico Cervantes è sempre vicinissimo (138).
Nella classe E1 tutto volge a favore del francese di origini italiane Antoine Meo il cui primo grande rivale, Aubert, è stato fermato da un sospetto attacco di labirintite. Meo è risultato il vincitore assoluto del grande vento iridato e si è portato a 147 punti, Aubert è sprofondato al 6° posto con 91, secondo è diventato lo spagnolo Guerrero (118).
Nella junior la doppietta di Santolino non è bastata per conquistare il vertice. E arrivato a 125 punti, uno meno del francese Joly.

 

il vincitore assoluto della Valli 2010 Antoine Meo (Husqvarna Ch)

 

 

 

28 maggio 2010

 

Avb propone la Cavalcata anche in Valle Taleggio

 

A sette mesi dalla riuscita seconda edizione della Cavalcata trial dell’Alta Valle Brembana, la sezione Avb del Moto Club Bergamo domenica tornerà a proporre un’escursione non competitiva tra i monti e le valli bergamasche. Stavolta si cambia zona e la denominazione diventa "1a Cavalcata trial della Valle Taleggio". Ritrovo, partenza e arrivo sono stati fissati a Peghera, altre località coinvolte saranno Taleggio, Vedeseta e Gerosa. "Ci siamo accorti del calo di interesse nei confronti dei nostri raduni sociali e di quanto piacciano, invece, queste spensierate non competitive" spiega il presidente Avb Giacomo Bosis "per cui abbiamo deciso di proporne almeno due all’anno, questa e quella di ottobre in Val Brembana, con partenza a Foppolo. E a proposito di Foppolo non dimentichiamo che nel mese di luglio la località ospiterà il Gran premio d’Italia di trial e una prova del campionato europeo. Io sarò il direttore di gara e tutti i tecnici della nostra sezione collaboreranno col Moto Club Bergamo nei punti chiave del doppio evento internazionale".
Il tracciato della Cavalcata della Valle Imagna misura circa 50 km, il via è previsto alle 10, la quota di iscrizione è di 20 euro e darà diritto a pettorale, mappa del tracciato, maglietta-ricordo, ristori finale (all’arrivo) e intermedio (in rifugio).
Si prevede la partecipazione di almeno 150 appassionati visto che nell’ottobre scorso, alla 2a Cavalcata della Val Brembana, accorsero oltre duecento trialisti.

 

 

 

17 maggio 2010

 

Raggiunto un accordo con gli ambientalisti per la disputa della 41^ Valli

 

Nel prossimo weekend, nei comuni di Lovere, Costa Volpino, Rogno, Bossico, Cerete e Songavazzo, si correrà la 41ª «Valli Bergamasche», storica competizione valida quest'anno anche per il campionato mondiale di enduro. Un appuntamento prestigioso sul piano sportivo, ma che è stato criticato dalle associazioni ambientaliste.
Da settimane il Wwf di Bergamo, il Museo civico di Scienze naturali e la sezione del Cai di Lovere e la sezione di Vallecamonica di Italia Nostra erano sul piede di guerra e avevano minacciato anche di chiedere l'annullamento della prova. Alla fine si è raggiunto un compromesso che garantisce l'organizzazione della manifestazione iridata e allo stesso tempo offre garanzie per il ripristino dell'ambiente e la sua tutela futura.
Venerdì sera a Lovere c'è stato l'incontro con gli organizzatori della manifestazione - il Moto Club Bergamo e i Comuni - e le associazioni hanno ricevuto ampie assicurazioni. Ma cosa ha scatenato l'offensiva degli ambientalisti? Per il Wwf il metodo utilizzato per organizzare questa gara non garantiva né i cittadini, né l'ambiente. La richiesta è che si individui al più presto un circuito riservato alle moto, all'interno del quale in futuro si potranno ancora organizzare le gare, ma mai più in boschi e sentieri normalmente utilizzati da chi va a piedi, a cavallo o in mountain bike. 
Il secondo aspetto su cui il Wwf si è concentrato è quello del ripristino dei danni ambientali provocati dal passaggio delle moto per il mondiale. Il Moto Club Bergamo, a garanzia di questi interventi, ha versato alla Comunità montana dei laghi bergamaschi 35 mila euro di cauzione. 
Le associazioni non presenteranno dunque nessuna denuncia e tra una settimana potranno iniziare le gare. «Credo che saranno tre giorni di sport e di divertimento - conclude il sindaco di Lovere, Giovanni Guizzetti - che offriranno una vetrina unica a livello mondiale per il nostro comprensorio». 

 

 

 

14 maggio 2010

 

Cinque vittorie per la Norelli, tre per il Grumello Vintage

 

Per la quarta prova il circus del campionato italiano di motoregolarità revival ha fatto tappa in Umbria, a Passignano sul Trasimeno, coinvolgendo circa 170 concorrenti, compresa una decina di ragazzini della categoria cadetti impegnati nel concomitante Trofeo nazionale dedicato all’indimenticato asso brembano Imerio Testori. Positiva la prestazione del forte e numeroso schieramento bergamasco, tornato dalla trasferta con nove affermazioni, una delle quali tra le squadre del Vaso. L’ha conquistata, al solito, l’equipe della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo, già campione in carica e già a segno nelle tre precedenti sfide di Montepulciano (Si), Galliate (No) e Lucinico (Go). Ne hanno difeso i colori in riva al Trasimeno il tedesco Siegmar Dubronner (Swm), a segno nella classe D3, Giulio Gambarini (Fantic), primo nella classe D1, Sergio Gandolfi (Montesa), secondo nella classe D5 e anche quinto assoluto. 
Hanno preceduto i terzetti del Mc Pino Medeot e del Mc Gilera Arcore. Altri successi targati Norelli quelli di Ivan Pagani (Morini) nella classe B2 e di Paolo Sala (Swm) nella C2. Inoltre la scuderia è risultata seconda nella prestigiosa classifica a squadre del Trofeo, dove l’ha spuntata il Mc La Marca Trevigiana.
Buon bilancio anche per la scuderia Grumello Vintage, sempre del Moto Club Bergamo. Si è piazzata al terzo posto nel Trofeo ed ha primeggiato in tre classi: nella A4 con Marco Bianchi su Puch; nella C1 con Pietro Caccia su Ancillotti; nella C6 con Marco Calegari su Ktm.
A completare il quadro di vittorie è stato il sempre competitivo Giancarlo Melli, su Ktm, punta del Mc Careter Nembro, a bersaglio nella classe A3.
Il campionato avrebbe a questo punto dovuto proporre, il 23 maggio, la gara di Montefiorino (Mo) ma gli organizzatori del Mc Castellarano l’hanno posticipata al 5 settembre. Il prossimo appuntamento diventa così quello del 20 giugno a Camporgiano (Lu).

 

Siegmar Dubronner, il tedesco che da anni corre coi colori della Norelli

 

 

 

6 maggio 2010

 

Il Team Red Rabbit di velocità pronto per un'altra stagione vincente

 

Tra la miriade di team dispersi durante il cammino del 2009, poichè per molti di questi il vortice della crisi economica ha inghiottito ogni speranza di approvvigionamento di sponsor e presupposti positivi per affrontare e sopravvivere nel costoso mondo delle gare, sebbene il Team Red Rabbit goda di una solida base costruita in 5 anni di attività, guarda l'orizzonte in termini di ristrutturazione, o meglio, cercando di prevenire le difficoltà e di plasmare questo delicato periodo allargando il cerchio delle proprie attività, cercando di cogliere con ottimismo un cambiamento e trasformarlo in un'opportunità positiva.
Nel 2010 abbiamo riconfermato i nostri due piloti di punta, che hanno ottenuto nel 2009 grandi risultati, rispettivamente:
ROBERTO ZARBO - 1° nel Trofeo Italiano Amatori 600 PRO
ALESSANDRO BANFI - 2° nel Trofeo Michelin Power-Cup - Stock 600.
A loro quest'anno si prospetterà la sfida di portare i colori del Team Red Rabbit sul podio del TROFEO MICHELIN POWER-CUP nella classe 600 su Honda CBR 600 RR per Zarbo e nella classe 1000 su MV AGUSTA F4 per Banfi.
Grande novità per il team Red Rabbit che allarga gli orizzonti fino al fuori pista. Dal 2010 entrano a far parte tre nuovi piloti che rappresenteranno il nostro Team sui campi di gara del TRIAL nel Campionato Regionale Lombardo. Li presentiamo: Roberto Pedrinazzi, Massimo Pedrinazzi, Marco Pedrinazzi.
Da sempre il nostro Team sostiene che "l'ordine esiste affianco al caos...", troppo ordine spegne l'energia e l'eccitazione tipiche del processo di espansione, ogni team deve anche incoraggiare il pensiero e la sperimentazione, concedendo spazio alla creatività. Proprio per questa convinzione, alle consuete attività di team, continuerà la collaborazione con Claudio Corsetti, in qualità di istruttori per la Scuola Federale Corsetti (Moreno Antonioli, Alessandra Gambardella, Roberto Zarbo, Alessandro Banfi), dove oltre ai corsi di guida sportiva e sicura, si impegna per il secondo anno consecutivo come Scuola di guida sportiva nel trofeo monomarca Yamaha R 125 CUP, entrando da quest'anno anche nella R6 CUP. Oltre a queste, molte altre iniziative che si svilupperanno durante l'anno (www.scuolafederalecorsetti.it).
Sarà inoltre prevista la nostra presenza, anche quest'anno, nel Trofeo Italiano Amatori 600 base ma appoggiando un progetto di formazione agonistica fondato da Claudio Corsetti per due pilote straniere.
Moreno Antonioli, direttore Sportivo del TRR, sarà impegnato in qualità di tester per Masterbike. Parallelamente continuerà il lavoro di Alessandra Gambardella in qualità di collaboratore e tester per le riviste Inmoto e Masterbike.
Iniziamo così un nuovo anno, ma sempre con le "vecchie" tre regole d'oro che fanno del nostro Team un gruppo produttivo e vincente:
- passione nell'apprendere
- dedizione all'eccellenza
- amore per il motociclismo

 

 

 

30 aprile 2010

 

Revival tricolore, Norelli e Grumello ai vertici a Lucinico

 

E’ mancata l’affermazione nella prestigiosa sfida a squadre di Trofeo ma è sicuramente positivo il bilancio, per la scuola bergamasca, della terza prova del campionato italiano di regolarità d’epoca. Si è corso a Lucinico, in Friuli, a due passi da Gorizia, con l’organizzazione del Mc Pino Medeot, elevata - al solito- la partecipazione. Sono maturate, su 22 classi, otto affermazioni individuali mentre la scuderia Norelli del Moto Club Bergamo si è imposta tra le squadre del Vaso e la scuderia Grumello Vintage del Moto Club Bergamo si è piazzata in seconda posizione nel Trofeo. Per un solo punto, 66,5 contro 65,5, l’ha spuntata la forte compagine del Mc La Marca Trevigiana, da tempo l’unica che riesce a contrastare lo strapotere orobico. L’equipe veneta ha vinto con Rittà e Szathvary ed è giunta seconda con il trascinatore del gruppo, Brunino, mentre il Grumello ha vinto nella classe A5 con il leggendario Alessandro Franco Gritti (Ktm), 63 anni compiuti a inizio mese, e nella classe C1 col grande specialista delle piccole cilindrate Pietro Caccia (Ancillotti). Terzo, poi, Claudio Oriboni (Gilera-gruppo B3). Ha completato il podio il Mc Pantera San Casciano, a seguire Careter Nembro, Norelli B e Norelli A. La stessa Norelli, campione in carica, non ha avuto rivali nel Vaso dove, con 57 punti, ha surclassato, il team locale del Medeot e il Gilera Arcore. Suoi paladini Siegmar Dubronner, a segno nella D3; Sergio Gandolfi, primo nella D5 nonchè secondo assoluto dietro al camuno Osvaldo Armanni; Giulio Gambarini, secondo nella D1.
Le altre affermazioni targate Bg le hanno conquistate i due piloti del Careter Giancarlo Melli (Ktm-classe A3) e Pietro Gamba (Morini-classe B1), gli altri norellisti Ivan Pagani (Morini-classe B2) e Roberto Simonetti (Aim-classe sperimentale X1 125 2t). 

 

ancora una vittoria per il mitico Gritti, qui col presidente del Moto Club Bergamo Andrea Gatti

 

 

 

29 aprile 2010

 

Un successo le lezioni di guida con la Norelli, 800 i ragazzi coinvolti

 

È tornata anche quest'anno «Guida pratica su scooter», iniziativa dedicata ai ragazzi di terza media e prima superiore organizzata dalla sezione Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo insieme all'Ufficio scolastico provinciale, alla Federazione Motociclistica Italiana (Fmi) e in collaborazione con le polizie locali territoriali. Il progetto, conclusosi nei giorni scorsi, ha coinvolto circa 800 studenti in due settimane di corso. 

L'iniziativa voleva avvicinare ragazzi e ragazze prossimi a prendere il patentino dello scooter a un confronto con il mezzo non solo teorico, ma anche pratico.
«Il nostro Motoclub tiene questi corsi dal 2005 – ci spiega Raffaele Ghilardi, vicepresidente del Moto Club Bergamo e presidente della sezione Norelli – Di fatto, suppliamo a una mancanza legislativa, dato che per ottenere il patentino dello scooter non è prevista alcuna prova pratica. I ragazzi, però, ne hanno bisogno: non sono in grado di guidare con la semplice teoria». 

Il corso è stato tenuto da sei istruttori certificati dalla Fmi e si è diviso tra Bergamo (in piazzale Goisis) e provincia (Lovere, Trescore, Zogno e Treviglio). L'iniziativa proponeva una prima parte teorica, della durata di due ore circa, per poi passare alla prova su strada con un motorino di 50 cc di cilindrata. «Durante la lezione teorica insistiamo molto sulla sicurezza – aggiunge Carlo Montagnosi, formatore membro della sezione Norelli che ha seguito i ragazzi durante il corso –. In particolare, spieghiamo l'utilità del casco e del suo corretto utilizzo. Quando guidano, molti ragazzi, per moda o per mancanza di informazioni, non allacciano il casco o lo portano in modo sbagliato. Tantissimi, troppi, scelgono poi il casco a scodella, non conforme alle norme di legge e molto pericoloso in caso di caduta. Con questa iniziativa cerchiamo di promuovere anche un giusto comportamento per la loro sicurezza». Durante la lezione si è trattata anche la sicurezza su strada: distanza di sicurezza, frenata ottimale, pericoli in cui è possibile incorrere, giusti comportamenti per evitarli. La lezione pratica proponeva un percorso tracciato appositamente per i ragazzi per prendere dimestichezza e sicurezza con lo scooter.

 

 

 

16 aprile 2010

 

Norelli a segno nel tricolore major enduro con Angelo Maggi

 

Con tre affermazioni e alcuni podi è ben iniziato il cammino della scuola orobica nel campionato italiano major di enduro, torneo riservato agli over 33 che ha preso il via in Liguria, a Rocchetta di Vara (La Spezia), con una gara che ha avuto quasi 300 partecipanti. A svettare sui diretti avversari sono stati l’asso sempreverde di Tribulina di Scanzorosciate Gualtiero Brissoni (Husqvarna-Mc Sebino), il pluricampione della categoria Pierluigi Surini (Honda Hm-Mc Sebino) e la nuova punta della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo Angelo Maggi (Honda Hm), comasco, tornato all’enduro dopo un anno nei motorally.
Brissoni, o meglio "Il Brisa", classe ’54, nel gruppo super veteran è riuscito a prevalere sul campione 2009 Remo Fattori, di Casirate, su Husabarg e del Mc Bergamo Norelli. Di 30 secondi il distacco tra i due. Terza piazza per il toscano Gualtieri, quarta per un altro esperto conduttore di Scanzorosciate, Maurizio Cecconi (Beta-Mc Sebino), sempre competitivo sia nell’enduro che nei motorally.
Surini, di Rogno, classe ’70, si è imposto nel gruppo master 3 battendo Ciarpaglini e Caprioli. Sesto ha chiuso il brembano Carmelo Mazzoleni, che senza un minuto di penalità avrebbe potuto conquistare la piazza d’onore. 
Maggi, classe ’75, ha avuto ragione del campione in carica Cabass nella master 2 mentre il terzo posto è andato a Politanò.
Si aspettava anche il successo del fuoriclasse seriano Angelo Signorelli nella classe veteran ma sulla sua strada l’ex Fiamma Oro ha trovato il rientrante vogherese Fabio Fasola, che lo preceduto per soli 4 secondi. Terzo un altro bergamasco, il soverese del Mc Costa Volpino Renato Pegurri.
Brissoni e Surini hanno poi trascinato al successo il Sebino tra le squadre di club, Maggi e Signorelli hanno fatto lo stesso nella graduatoria dei team (con la formazione denominata Mtg).
Tra gli altri vincitori l’ex iridato bresciano Scovolo (primo assoluto e nella elite), Zanchi nella M1, Occhiolini nella X1, Hriaz nella X2, Feltracco nella X3. 
Lunga trasferta per la seconda prova del campionato, si correrà infatti il 16 maggio in Calabria, a Camigliatello Silano (Cs).

 

 

 

14 aprile 2010

 

Torna l'iniziativa "guida pratica su scooter" a Bergamo e provincia

 

Anche quest'anno l'Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo in collaborazione con le Polizie locali territoriali, la Federazione motociclistica italiana (Fmi) e la scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo, offre a tutte le scuole la possibilità di sperimentare il progetto «Guida pratica su scooter»: prove pratiche di guida sicura del ciclomotore. Le prove sono effettuate con scooter 50, con tutte le protezioni passive necessarie e sono riservate agli alunni che stanno compiendo il percorso di formazione per il conseguimento del patentino. 

La prova su strada è la conclusione di un percorso formativo articolato. Si parte infatti dall'educazione alla legalità e dalle lezioni teoriche del patentino, si passa attraverso all'esperienza in aula con simulatore, la visione di video appositi sulla sicurezza stradale ed alle esercitazioni con i test per «approdare» infine, in modo sicuro, all'esperienza pratica in un ambiente protetto e con l'assistenza di istruttori esperti. Le iniziative, gratuite per le scuole, si svolgeranno secondo il calendario seguente: 12-13-14-15-16 aprile 2010 a Bergamo, in piazzale Goisis (zona stadio); 19-20 aprile a Lovere nel cortile I.S. Ivan Piana Lovere (ref. Bettoni Umberto); 21 aprile a Trescore; 22 aprile a Zogno, nel piazzale del mercato; 23 aprile a Treviglio, nella zona industriale Pip.
Le lezioni teorico-pratiche durano 2 ore, con tecnici formatori della Federmoto. Saranno svolte al mattino (8.30-10.30 e 10.45-12.45) e al pomeriggio (14-16), con un massimo di 30 partecipanti a lezione.
A Bergamo sono coinvolti circa 365 ragazzi.

 

 

 

 

2 aprile 2010

 

A Galliate oro nel Vaso e argento nel Trofeo per la scuderia Norelli

 

Altra raffica di affermazioni, per i colori bergamaschi, nella seconda prova del campionato italiano di regolarità d’epoca. Dopo la gara inaugurale di Montepulciano si è corso a Galliate (Novara), partecipazione record (oltre 250 i concorrenti, compresi i giovani cadetti del parallelo Trofeo intitolato a Imerio Testori), a delineare i valori in campo la disputa di cinque tratti cronometrati.
Sono state conquistate una dozzina di vittorie, quindi nella media già avviata nella gara toscana. Tra le squadre non è però maturata la doppietta in quanto se da un lato i campioni in carica della scuderia Norelli del Moto Club Bergamo si sono confermati nella classifica del Vaso, altrettanto non sono riusciti a fare i tre alfieri del Grumello Vintage nella graduatoria del Trofeo. In questo caso è prevalsa l’equipe B del Mc La Marca Trevigiana (con Rittà, Szathvary e Brunino) che ha preceduto di pochissimo (e con lo stesso punteggio) la Norelli, a seguire terzo il Careter Nembro A e quarto il Grumello Vintage.
Classe per classe hanno fatto centro Giancarlo Melli (Careter); Antonio Fiore (Bg Norelli); Massimo Erbea (Bg Norelli); Pietro Gamba (Careter); Ivan Pagani (Bg Norelli); Pietro Caccia (Bg Grumello Vintage); Paolo Sala (Bg Norelli); Giulio Gambarini (Bg Norelli); Gianluca Passoni (Bg Norelli); Sergio Gandolfi (Bg Norelli); Roberto Simonetti (Bg Norelli).
Nella combattuta classifica assoluta è prevalso Matteo Rubin della Marca Trevigiana sul camuno Osvaldo Armanni del Mc Sebino (1° a Montepulciano), sul toscano Tortoli del Mc Pantera e sul bolognese della Norelli bi-campione 2009 Gandolfi (Montesa 360). Terza piazza per il leggendario Gritti, assente l’altro fuoriclasse Bg Brissoni. 

Nel Vaso dietro la Norelli il Mc Medeot e l’Oggiono, tra le squadre di industria exploit della Ktm , nel Trofeo Testori successi per Crippa del Mc Parini e di Molteni del Mc Oggiono.

 

subito a bersaglio il campione in carica Sergio Gandolfi, punta della scuderia Norelli

 

 

 

 

  

  

al sommario delle news

  

top

webmaster Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it