al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2012 - primo trimestre

 

29 marzo 2012

 

Un "Vaso" di successi per la scuderia Norelli ad Albenga

 

Avvio col botto, grazie agli oltre 250 partecipanti, per il tricolore di regolarità d'epoca. La prima tappa è stata ospitata in Liguria, ad Alassio, come sempre la pattuglia bergamasca è risultata tra le prime protagoniste della manifestazione. Sono infatti maturate in totale sei affermazioni, anche in passato si era saputo fare anche molto meglio. Nella prestigiosa classifica delle squadre di Trofeo, ad esempio, i campioni in carica del Moto Club Bergamo scuderia Grumello Vintage sono giunti al terzo posto, preceduti dai conduttori toscani del Mc Pantera e da quelli del Mc Pavia, mentre la scuderia Norelli (sempre del Moto Club Bergamo) é arrivata quarta. La Norelli si è pero ampiamente rifatta imponendosi nella graduatoria del Vaso battendo i terzetti del Mc Regolarità 70 e del Mc La Marca Trevigiana. La formazione giallonera ha schierati Paolo Simonetti, Giulio Gambarini e Ettore Rivoltella.
Proprio la Norelli, a segno anche in due classi, ha raccolto il bottino più cospicuo. Hanno infatti festeggiato i suoi alfieri Antonio Fiore (Puch), primo nella A4, e il tedesco Siegmar Dubronner (Swm), primo nella D3. Il Mc Costa Volpino ha invece fatto centro con Marco Bianchi (Swm) nella C1/C2; il Mc Careter Nembro col milanese Roberto Perere (Zundapp) nella C3; il Grumello Vintage con Marco Calegari (Ktm) nella C6. 
Sul podio, secondo, il leggendario vertovese Alessandro Gritti, classe '47 (compirà 65 anni il 1° aprile), 25 secondi lo hanno separato da Enrico Tortoli, classe '67, ovvero 20 anni più giovane. Argento anche per Walter Testori, fratello minore dell'indimenticato Imerio, e per l'ex iridato sanremese Chicco Muraglia. A ottenere il successo assoluto è stato il fortissimo camuno Osvaldo Armanni, di scena nella classe D4. 
Prossima tappa del campionato a Montefiorino (Mo) il 29 aprile.

 

una terna di concorrenti al via della gara di Alassio

 

 

 

22 marzo 2012

 

La squadra di minienduro subito vittoriosa in Sicilia

 

Prima prova per il campionato italiano di minienduro e prima vittoria per la compagine del Moto Club Bergamo, campione in carica. Il quartetto orobico guidato da Angelo Signorelli era composto da Manolo Morettini (a segno nella classe esordienti), Gabriele Pasinetti (2° nella baby), Giovanni Bonazzi e Alberto Capoferri (6° assoluto in una graduatoria vinta da Andrea Verona del Mc Gaerne). 

Una settantina i giovanissimi piloti che hanno preso parte alla gara, ospitata a Belpasso, in provincia di Catania, sotto la regia del Moto club Sicilia, e che hanno affrontato i sei giri previsti su un percorso di circa nove chilometri, con al suo interno due prove speciali, un cross test della lunghezza di circa 3 km e un enduro test di circa 2 km.
Presenti a sostenere i giovani talenti c’erano il Presidente del Co.Re. Sicilia, Francesco Mezzasalma il Consigliere Federale, Mimmo Sotera e il Coordinatore Nazionale Franco Gualdi.
Buono l’esordio dell’Hobby Sport, evento ideato dalla Csas, per avvicinare i giovani appassionati delle due ruote a fare il primo passo verso questo mondo, e apprezzato è stato anche il lavoro svolto dai tecnici federali designati a seguire i giovani piloti accompagnandoli nelle speciali e dando loro dei validi consigli.
Il più veloce, con un tempo totale di 33’14”50, è stato Andrea Verona su KTM che si é aggiudicato anche la classe Aspiranti 85, mettendosi alle spalle Matteo Pavoni (KTM) e Alfonso Zoccola (KTM). 
Federico Piccina (Suzuki Valenti) ha conquistato la classe Aspiranti 50 precedendo Lorenzo Macoritto (Suzuki Valenti), mentre la terza posizione viene occupata da Francesco Marchese su HM.
Tra gli Esordienti primo posto per Manolo Morettini su KTM, seguito in seconda piazza da Nicolo’ Rumi e in terza da Giovanni Bonazzi, entrambi su KTM.
Tra i giovanissimi della Baby é salito sul gradino più alto del podio Andrea Adamo su Husqvarna, secondo posto per Gabriele Pasinetti (KTM), mentre in terza posizione troviamo Daniele Delbono (KTM).

La formazione del Moto Club Bergamo ha battuto il Moto club Gaerne (Verona, Macoritto, Bonifacio, Panigas), terzo si è piazzato il Mc Val Luretta (Rumi, DelBono, Zilli, Razza).
Prossimo appuntamento per il campionato domenica 6 maggio in terra veneta, più precisamente a Pederobba (TV), con l’organizzazione del Moto club Gaerne.

 

 

 

22 marzo 2012

 

Anche a Ragusa brillante prestazione di Nicola Piccinini

 

Sono stati soprattutto lo junior Nicola Piccinini, il senior Giuliano Falgari e le scuderie Treviglio e Norelli a tenere alti i colori bergamaschi nella prima prova del campionato italiano enduro delle categorie senior e under 23 che ha preso il via domenica scorsa in Sicilia, al Villaggio Kastalia (Ragusa). Oltre 230 i partecipanti, nonostante l’onerosità della trasferta, buona l’organizzazione, sei le decisive prove speciali disputate. Piccinini, classe ’92, di San Paolo d’Argon, si è imposto nella classe E3. Il pilota Ktm della scuderia Norelli del Moto Club Bergamo ha preceduto il veneto Zecchin ed il locale Cutuli. Falgari, esperto conduttore di Bruntino di Villa d’Almè, ha lottato per tutta la competizione per la conquista del successo assoluto e della classe E2 con Alessio Polidori del Mc Ostra (An) ed ha perso la sfida per soli quattro secondi. Quest’anno Falgari, classe ’81, corre su Honda Hm con i colori del Mc Trial David Fornaroli di Piacenza. Il Moto Club Treviglio ha ottenuto il secondo posto tra le squadre junior, alle spalle dell’Intimiano Noseda di Cantù, ed ha messo in vetrina i dui due forti extra-orobici Guido Conforti, a segno nella junior 125 davanti a Mattia Giulietti dell Bbm Racing, e Tommaso Montanari, 2° nella junior E1 4t vinta da Jacopo Cerutti del Mc Intimiano. Nella medesima classifica a squadre terza piazza della Norelli la quale, oltre a Piccinini, ha potuto contare anche su Matteo Bresolin, 3°, e Alessandro Mayr, 4°. Appena giù dal podio Federico Aresi (Mc Treviglio), 4° tra i giovanissimi della cadetti 50, e l’ex tricolore Giovanni Gritti (Bbm), 4° nella senior E3. 5° invece Mattia Giulietti (Bbm). Questo campionato, che prevede cinque tappe, proseguirà il 15 aprile a Cittaducale (Rieti).

 

 

 

15 marzo 2012

 

Bonfanti e Piccinini si distinguono a Cerro al Lambro

 

Elevata partecipazione, quasi trecento i concorrenti al via, per la prova del campionato regionale di enduro che è stata disputata l'11 marzo a Cerro al Lambro (Mi) con l’organizzazione del Moto Club Melegnano. Ha messo in palio il 2° Memorial Marco Paolo Chiesa, era riservata alle categorie senior e under 23 (junior-cadetti), si è decisa lungo le due pianeggianti prove speciali (sei in tutto i tratti cronometrati). 
Per i colori del Moto Club Bergamo sono maturate due affermazioni. Tra i senior è riuscito a salire sul gradino più alto del podio il seriano Gianangelo Bonfanti (Honda-Mc Bergamo Ponte Nossa), a segno nella classe E1 4 tempi. Nel gruppo giovanile si è distinto Nicola Piccinini (Ktm-Mc Bergamo Norelli), primo nella junior E3 (dove ha battuto il compagno di club Daniele Armanni) e anche ottimo quinto assoluto.

Vittorie orobiche anche con il giovanissimo trevigliese Federico Aresi (Mc Treviglio), primo nella cadetti 50 (davanti agli altri due bergamaschi Andrea Manarin e Matteo Merli e con Emanuela Balduzzi (Yamaha-Bbm Racing), prima nel gruppo femminile.
Buone prestazioni anche per l'altro norellista Alessandro Mayr, secondo; per gli altri conduttori del Mc Treviglio Guido Conforti e Tommaso Montanari, terzi di classe; per gli altri alfieri del Bbm Racing Igor Sonzogni (3°), Andrea Fusetti (3°) e Giovanni Gritti (4°). 
La miglior prestazione assoluta è stata firmata dall’ex crossista bresciano Fabio Ferrari (categoria elite), ha avuto ragione di Giancarlo Cittadini, Davide Roggeri e Jacopo Cerutti.

 

ottimo avvio di stagione per lo junior Nicola Piccinini

 

 

 

8 marzo 2012

 

A Chieve e Galliate prime importanti affermazioni della stagione

 

Prima prova del campionato lombardo di enduro il 4 marzo e prime affermazioni per i conduttori affiliati alle scuderie del Moto Club Bergamo. Si è corso a Chieve (Cremona), oltre 260 i concorrenti al via, a dimostrazione della vitalità del settore, di scena le categorie elite (con un solo pilota, il cremasco Roberto Rota), l’affollatissima major, l’esigua femminile (rappresentata dalla sola Raffaella Fiamma Cabini) e gli ospiti. Una settantina questi ultimi e proprio nelle loro file erano i piloti più veloci. L’assoluta ha infatti visto il successo di Giancarlo Cittadini (Honda- Mc Amc 93) su Riccardo Crippa (Yamaha) e Oscar Barbieri Carioni (Kawasaki). Cittadini era risultato 5° assoluto, sette giorni prima nella 8 Ore di Crema, in coppia con Mandotti.
Per i colori orobici hanno conquistato il gradino più alto del podio nella rispettiva classe il trevigliese Remo Fattori (Suzuki-Mc Bergamo Norelli) nella superveteran; Agostino Volpi (Honda- Mc Bergamo Ponte Nossa) nella M2; il brembano Carmelo Mazzoleni (Ktm-Mc Bergamo  Norelli) nella M3; il pluritricolore rognese Pierluigi Surini (Honda-Mc Sebino) nella X1 (dove ha battuto gli altri Bg Alan Sala e Fabio Fontana); Michele Pesenti (Honda-Mc Bergamo Ponteranica) nella X3.
La competizione, su percorso inevitabilmente pianeggiante, si è decisa lungo le due prove speciali, in totale i tratti cronometrati sono risultati sei (due a giro), ridotto il numero dei ritirati.

Netta affermazione delle formazioni del Moto Club Bergamo anche nella prima edizione del Trofeo per Club di regolarità d'epoca proposto a Galliate (Novara). Ha vinto la scuderia Norelli del Mc Bergamo (con Siegmar Dubronner, Paolo Simonetti, Enrico Pesenti e Alberto Gennaro) precedendo i cugini del Grumello Vintage (Sergio Belussi, Pietro Caccia, Claudio Oriboni e Alessandro Gritti) mentre in terza posizione hanno concluso i conduttori del Mc Careter Nembro (Gian Carlo Melli, Pietro Gamba, Roberto Perere e Daniele Meroni). 

 

 

il norellista Carmelo Mazzoleni si è imposto a Chieve nella classe M3

 

 

 

24 febbraio 2012

 

La Polini porta il suo torneo per scooter e minimoto anche in Calabria e Sicilia

 

C'è grande attesa per la prima edizione della Polini Cup Calabria-Sicilia. Si tratta di un campionato riservato agli scooter e alle minimoto articolato su cinque prove; tre sui più noti kartodromi della Calabria e due sulle migliori piste della Sicilia. Tre le classi scooter: 70 Evolution Club, 70 Evolution Amatori, 70 Evolution Expert. Questo campionato nazionale con il patrocinio ASI, è stato fortemente voluto dal pilota Rocco Ripepi e Mimmo Condina grazie al supporto della Polini Motori e di altre aziende tra cui Sava pneumatici. Tutti gli iscritti riceveranno a ogni gara un omaggio Polini. Davvero interessante il montepremi finale che assegnerà una minimoto Polini ai vincitori assoluti del campionato scooter.
Info: Rocco Ripepi: 347 0017731 - 0965 592389 - Condina Mimmo: 349 5784753. 
IL CALENDARIO:
25 marzo, Acireale Sicilia
13 maggio, Lamezia Calabria
17 giugno, Ramacca Sicilia
22 luglio, Laureana Calabria
26 agosto, Lamezia Calabria

 

 

 

 

12 febbraio 2012

 

Grave lutto a Ponte Nossa, scomparso Felice Manzoni

 

Altro grave lutto per il motociclismo bergamasco, negli ultimi mesi provato da diverse perdite (Manlio Crippa, Attilio Bonalumi, Franco Canova e l'ex presidente del Moto Club Bergamo Mino Baracchi). Si è spento dopo lunga malattia Felice Manzoni, a lungo consigliere del Moto Club Bergamo e presidente della sezione di Ponte Nossa, appassionato instancabile e sanguigno, sempre in prima linea nell’aiutare e seguire i giovani. Ha seguito le orme del padre Giacomo, il fondatore della sezione della Val Seriana (la prima del Mc Bergamo) e ideatore, con Fulvio Maffettini e Mino Baracchi, della mitica Valli Bergamache di regolarità. 

Negli ultimi anni Manzoni si era soprattutto prodigato, col figlio Alessandro, per il Campo Scuola della Scalvina, palestra di allenamento e perfezionamento più unica che rara. Titolare di una affermata autoconcessionaria, era molto stimato ed era anche stato premiato con l’Oscar Norelli nel 2001.

 

 

 

10 febbraio 2012

 

Nicolò Codognola nuovo presidente della scuderia Norelli

 

Anno di celebrazioni e cambiamenti, il 2012, per la Scuderia Fulvio Norelli. La storica sezione del Moto Club Bergamo, che si appresta a festeggiare i 45 anni di attività, ha eletto il suo Consiglio per il prossimo biennio, inserendo volti nuovi accanto ai “senatori” che hanno fondato e portato la scuderia a livelli di eccellenza sui campi di gara e nelle manifestazioni su tutto il territorio nazionale e non solo.
Il nuovo presidente, Nicolò Codognola, giornalista bergamasco di 35 anni, raccoglie unail nuovo presidente della Norelli Nicolò Codognola importante eredità e ha già comunicato che il 2012 sarà un anno di grande impegno per lui e per tutta la squadra: l’obiettivo è quello di elevare ancora di più - se possibile - gli standard e i risultati raggiunti dalla Scuderia Norelli negli ultimi anni. Sostenuto dai vicepresidenti Marjel Amantia e Valter Andreoli, ma anche da tutta la forte schiera di soci, ha già indicato le linee guida da seguire.
Il primo passo in questa direzione è senza dubbio l’intento di riportare in calendario la Valli Bergamasche Revival, manifestazione attesa da tutti gli appassionati e non solo, vera e propria bandiera della Scuderia. Questa edizione, programmata per il 16 settembre a Foppolo (BG), non sarà una semplice replica di quelle passate, ma introdurrà alcune novità che verranno svelate nei prossimi mesi e che non mancheranno di entusiasmare i motociclisti e raccogliere il plauso dei partecipanti.
Ovviamente un grosso impulso è dato anche alle gare di livello regionale e italiano, alle quali la Scuderia Norelli partecipa da anni in forze e in tutte le categorie. Gli sforzi maggiori sono concentrati verso i giovani che corrono nel campionato Junior/Under 23 e che rappresentano la vera linfa vitale sulla quale costruire il futuro della scuderia. Non da meno però l’impegno anche nelle altre categorie, tra cui l’immancabile “squadrone” che compete nel Gruppo 5 e che è determinato a riconquistare i primi posti nelle gare di Regolarità d’epoca.
“Un ringraziamento anticipato - ha detto Codognola - va a tutti i sostenitori e amici che hanno reso forte la Norelli e che anche quest’anno ci saranno vicini. Parlo in primo luogo degli sponsor che hanno già dato il loro appoggio, tanto più prezioso in questi anni di crisi pandemica. Ma è fondamentale il sostegno delle istituzioni e delle amministrazioni locali che ci permettono di organizzare con successo le manifestazioni in programma. Ultimo, ma non ultimo, il mio grazie va all’affiatato gruppo di soci che, senza richiesta di alcuna ricompensa se non la soddisfazione di lavorare con amici, offrono il proprio aiuto nell’ombra, ma con indefessa determinazione”.

 

all'Assemblea della scuderia sono stati consegnati l'Oscar Norelli a Romano Bernasconi del Mc Intimiano Noseda e il Trofeo Memorial Sergio Zanetti al campione italiano di regolarità d'epoca Siegmar Dubronner

 

 

 

4 febbraio 2012

 

Ploner detta legge in Val Formazza, definitivamente annullata la prova di Foppolo

 

Nuova stagione, solito mattatore nel campionato italiano di motoslitte. Parliamo del campionissimo altoatesino Alessandro Ploner, pluri-tricolore della specialità, da anni incontrastato dominatore del circuito. Il torneo è iniziato a Cascate di Toce, in Val Formazza (Verbania) ed ha visto al via solo 27 concorrenti in quanto parecchi altri sono rimasti condizionati dalla forte nevicata che ha interessato il nord-ovest della Penisola. 
Ploner, alfiere del Team Titan e della Polaris, ha vinto tutte le quattro manche previste per la categoria dei migliori, la M1, ed ha preceduto il camuno Michael Pogna e l’altro altoatesino Peter Gurndin (Ski-Doo), per una prima classifica assoluta che ha rispecchiato quella finale del campionato 2011. Non particolarmente brillante la prestazione del bergamasco Matteo Paccani (Ski-Doo - Mc Bergamo Avb), risultato 12° assoluto. Il pilota seriatese si è piazzato, nelle quattro finali, due volte 12° e due volte 13°.
Nell’altra classe, la M2, doppietta del team Titan con Peter Senoner vittorioso davanti al compagno Davide Dal Bianco ed a Marco Galli del Tre la Pass. 
Già domenica il campionato sarebbe dovuto proseguire in terra bergamasca, a Foppolo, con l'abituale appuntamento allestito dal Moto Club Bergamo e dalla sezione Avb, ma la manifestazione è stata annullata. Si doveva disputare ad inizio torneo, il 15 gennaio, ma la carenza di neve l'aveva fatto slittare, poi la situazione non è migliorata in tempi ragionevoli per allestire al meglio il circuito estemporaneo e così si è arrivati alla decisione di soprassedere, almeno per questa stagione. 

 

il campionissimo Alessandro Ploner

 

 

 

2 febbraio 2012

 

Affollata e propositiva la riunione sui problemi del fuoristrada

 

La CNF (Commissione Normative Fuoristrada) della Federazione Motociclistica Italiana ha partecipato il 26 gennaio ad una riunione a Bergamo presso la sede del Coni provinciale, indetta dal Delegato Provinciale Renzo D’Adda, alla quale erano invitate tutte le associazioni e gli appassionati di fuoristrada.
Titolo della serata: “Fuoristrada: NO ai divieti, SI’ alle regole”.
All’origine dell’incontro la situazione della Provincia, considerata la “culla” italiana del fuoristrada, patria di tanti campioni di enduro, cross e trial, sede “da sempre” di alcune delle manifestazioni fuoristrada più importanti, in primis la Valli Bergamasche, ma incappata negli ultimi anni in una spirale crescente di difficoltà, sia ad organizzare eventi che a praticare la specialità, che ne mettono a serio rischio la prosecuzione, se non la stessa esistenza.
Erano presenti all’incontro il Presidente della FMI Paolo Sesti, il senatore Valerio Carrara (autore di una proposta di legge sull’argomento), il Presidente del Coni provinciale Valerio Bettoni, il Vicepresidente della Comunità Montana Val Brembana Giovanni Fattori, il Coordinatore della Commissione Fuoristrada Marco Marcellino, il membro della stessa Giulio Romei.
Hanno poi partecipato a vario titolo, in una sala stipata da oltre 150 persone, alcuni personaggi rappresentativi del mondo fuoristradistico locale e nazionale.
Tra i molti temi affrontati particolare spazio hanno avuto le posizioni dei diversi Moto Club sulla circolazione su fondo naturale, le informazioni sulla trattativa in corso relativa alla modifica delle Legge Regionale Lombardia sulla circolazione fuoristrada, i contatti in corso con il Comando Generale del Corpo Forestale dello Stato, l’approfondimento dei rapporti con il CAI, l’attività della Commissione Normative Fuoristrada, anche di supporto ai diversi Club.
Una nota emersa dall’incontro è la considerazione che tra i diversi problemi, quello forse ancora maggiore, rispetto alla difficoltà di organizzare un evento, è la fruizione incontrollata dei percorsi di gara e delle zone limitrofe, durante e nei giorni successivi, da parte di appassionati che non seguono le necessarie regole del rispetto del territorio e del vivere civile.
Una situazione che si confronta con la forte consapevolezza, da parte della stragrande maggioranza degli appassionati, che solo l’esistenza di regole certe, ma non vessatorie per una sola categoria, e il rispetto reciproco da parte di tutti gli “attori” in campo, può consentire la fruizione del territorio.
NO dunque alle sterili contrapposizioni tra sostenitori di un Ente o di un altro, che possono solo portare ad episodi spiacevoli e magari di inutile “lotta” reciproca; 
NO a comportamenti prepotenti che possono solo aggravare la situazione; 
NO ai “furbetti” che magari aggirano il problema nel singolo giorno, ma che peggiorano già nel medio periodo il sentimento comune degli “altri”, che poi si dimostrano ostili nei confronti di tutti i motociclisti.
SI’, invece, alla responsabilità sociale; al coinvolgimento di tutti gli Enti interessati; alla ricerca di situazioni di reciproca soddisfazione; alla mediazione con gli altri Enti interessati all’argomento (ambientalisti, cacciatori, pescatori e così via). 
Due, tra gli altri, i punti importanti emersi dalla serata.
- Il senatore Carrara, presentatore di un disegno di legge chiamato a salvaguardare l’uso della moto in fuoristrada, ha ribadito l’impegno personale affinché il testo arrivi in discussione in tempi “decenti” in Commissione Trasporti.
- L’intervento diretto del Presidente Sesti ha portato alla decisione di considerare la Regione Lombardia (in modo particolare l’ “Alta Lombardia”) come un caso “pilota” su come si possa affrontare la situazione e cercare soluzioni condivise, grazie anche all’individuazione di una persona di riferimento (indicata dai Club) che si assuma la responsabilità di “guidare” le operazioni, in coordinamento con la Commissione Fuoristrada e la Presidenza FMI.
Tra i suggerimenti emersi: la ricerca del dialogo con le Associazioni “antagoniste”, affinché possa continuare la pratica amatoriale; il contatto con gli Enti locali per usufruire del territorio in accordo con gli stessi; l’individuazione di percorsi liberamente usufruibili dai motociclisti; rendere facilmente “riconoscibili” gli appassionati che si impegnano a rispettare regole condivise e contribuire al ripristino dei luoghi dopo lo svolgimento di una gara, così come alla manutenzione periodica dei luoghi; disponibilità a pagare un contributo in denaro destinato alla manutenzione del territorio.
A margine, una forte convinzione della FMI: l’importanza assoluta che anche le Case costruttrici ed i loro Concessionari prendano conoscenza e soprattutto coscienza del problema. Perché se il fuoristrada si fermasse, per cause esterne, si tratterebbe sicuramente di una grave sconfitta della Federazione. Ma il mercato delle motociclette fuoristrada si fermerebbe per sempre.

 

 

 

28 gennaio 2012

 

Scomparso Mino Baracchi, presidente del Club dal 1946 al 1950

 

È morto nel primo pomeriggio di sabato 28 gennaio Mino Baracchi, uno dei più grandi personaggi dello sport bergamasco. Fu presidente dell'Atalanta nel 1969, presidente del Moto Club Bergamo dal 1946 al 1950 ma il suo nome è soprattutto legato indissolubilmente al leggendario trofeo Baracchi, la cronometro a coppie di ciclismo che vide correre a Bergamo i più grandi assi delle due ruote come Coppi, Bartali, Magni, Anquetil e Merckx.
Baracchi, che avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 8 aprile, era ricoverato ormai da sei anni alla Casa di riposo Don Orione, ovvero da quando i problemi di salute - legati alla vecchiaia - non gli avevano consentito di continuare a vivere nella tranquillità della sua villa di via Zarda, sui colli di Bergamo. 
Baracchi, che era vedovo e senza figli (due fratelli, Ugo e Franco, sono ancora vivi), si era ritirato da molto tempo dalla vita pubblica. La sua ultima ribalta, in pratica, per la 50ª edizione del Baracchi, risale nel 1991.  
Il Trofeo Baracchi fu creato nel 1941 dall'allora commerciante Mino Baracchi in memoria del padre Angelo, grande appassionato di ciclismo. Nelle prime tre edizioni fu una corsa in linea riservata ai dilettanti, nel 1944 venne aperta ai professionisti nel 1949 si trasformò in una cronometro a coppie.  
Baracchi è stato legatissimo anche al mondo delle due ruote motorizzate e quale presidente del Moto Club Bergamo organizzò il Circuito delle Mura (si girava in senso orario, scendendo dalla Boccola fino a Porta Sant'Agostino e si risaliva passando sopra Porta San Giacomo fino a Colle Aperto) in cui gareggiò anche Carletto Ubbiali, destinato a diventare pluri-campione del mondo, il Circuito Città di Bergamo e diede vita, insieme a Giacomo Manzoni e Fulvio Maffettini, alla Valli Bergamasche di regolarità.

 

 

 

20 gennaio 2012

 

L'Assemblea della scuderia Norelli il 3 febbraio

 

L'Assemblea annuale dei soci della Scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo è stata programmata per la sera di venerdì 3 febbraio presso la "Casa dello Sport" a Bergamo, in via Monte Gleno.
Nel corso della serata sarà assegnato l'Oscar Norelli 2011 a Romano Bernasconi, cronometrista, anima del Moto Club Intimiano Noseda di Cantù. 

La Norelli, di cui è attualmente presidente l’imprenditore Raffaele Ghilardi, ha appena compiuto 45 anni di attività essendo stata fondata nel gennaio 1967. 

 

 

 

18 gennaio 2012

 

Posticipata la gara tricolore di motoslitte a Foppolo

 

Falsa partenza per il campionato italiano di motoslitte. La prova d’apertura, che doveva essere organizzata a Foppolo dal Moto Club Bergamo e dalla sezione Avb il prossimo 15 gennaio, è stata rinviata, per la carenza di manto nevoso, di tre settimane e si disputerà domenica 5 febbraio. 

Ad alzare il sipario sul torneo 2012 sarà così, il 29 gennaio. la gara in programma in Val Formazza (Verbania) e la tappa in terra bergamasca diventerà la seconda delle sei previste dal torneo tricolore.

 

un'immagine invernale di Foppolo

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

  

    
  
  
  
top

web editor  Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it