al sito dello Sponsor

24126 - Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax  035.4592744

mail  info@motoclub.bergamo.it

al sito dello Sponsor
         
     
     
       
     
     

 

 

NEWS 2010 - primo trimestre

 

12 marzo 2010

 

Alessandro Mayr (Norelli) si distingue a Cerro al Lambro

 

Altro consistente bottino per l’enduro bergamasco, sette giorni dopo la gara d’apertura del campionato lombardo di Chieve (Cremona). A Cerro al Lambro (Milano), dove erano impegnate le categorie senior e under (junior e cadetti), sono infatti maturate otto affermazioni, sette individuali ed una a squadre. L’equipe riuscita a fare centro è stata quella del Moto Club Treviglio, tra i cadetti, già campione in carica. 

Ha potuto contare sulla vittoria di Matteo Bresolin e sui secondi posti di Simone Poloni e Davide Soraca mentre terzo ha chiuso il quarto elemento, Alessandro Facchetti. Il Treviglio ha preceduto un’altra compagine orobica, quella del Motorando, trascinata dalla vittoria di Daniele Andressi, terzo posto per il Mc Giallo 23 Young di Lumezzane (Bs).
Tra i senior sono andati a bersaglio Manuel Bana (Yamaha-Mc Parini) e Manul Pievani (Suzuki-Mc Sebino), anche 3° e 4° assoluto dietro il fortissimo cremasco Roberto Rota e l’emergente milanese Davide Roggeri. Vittoria anche per il vertovese Giovanni Gritti, seconda piazza per Mattia Calegari. Tra le squadre è svettato il Mc Sebino di Malegno (Bs), terza posizione per la scuderia Ponte Nossa del Mc Bergamo, argento per l’Oggiono.
Tra gli junior si sono distinti Alessandro Mayr (Ktm-Bg Norelli), 3° Simone Zaffaroni del Motorando. In questa categoria miglior squadra il Mc Intimiano Noseda, 3° il Motorando e 4° posto per la Norelli. L’ultima vittoria Bg porta la firma di Emanuela Balduzzi (Yamaha-Mc Brembana), a segno nel gruppo femminile.

 

vittoria di classe a Cerro per il pilota Norelli Alessandro Mayr

 

 

 

12 marzo 2010

 

Subito a segno Baschenis e Pesenti nel regionale trial di Peglio

 

E’ iniziata con quattro successi, uno dei quali tra i giovanissimi della categoria juniores, l’avventura del drappello di conduttori bergamaschi impegnato nel campionato lombardo di trial. Si è corso a Peglio (Commo), nell’Alto Lario, buona la partecipazione (circa 120 i concorrenti), straordinario il palcoscenico, elogiato a fine corsa l’operato dell’organizzazione.
E’ stato anche l’esordio delle nuove denominazioni delle tante classi. I bergamaschi andati a segno sono stati Luca Baschenis (Beta Viscardi-Moto Club Bergamo Avb) nella Tr3 over; Maurizio Pesenti (Moto Club Bergamo Avb) nella Tr4; Franco Trebeschi (Beta-Mc Lazzate) nella Tr5 over. Il brembano Baschenis, terzo l’anno passato, quando non ha partecipato alle prime due gare essendo impegnato nel tricolore motoslitte. ha battuto i forti Balossi (Desio) e De Angelis (Canzo), buon quarto posto per Gianpietro Merelli.
Il loverese Trebeschi, da anni campione in carica della veteran, ha battuto Molteni del Mc Canzo nella Tr5 over a parità di punteggio (9), grazie alla discriminante dei percorsi netti (19 contro 16). 
Il successo di Pesenti è invece maturato nella Tr4 dove ha avuto ragione di Ratti del Canzo e di Branchini del Lazzate.
Sul podio, terzo nella Tr3, è salito anche Fransceco Disetti del Mc Careter Nembro.
Tra gli juniores è svettato Mirko Spreafico aggiudicandosi la classe D. In seconda posizione ha invece chiuso, nella classe A, Francesco Cabrini del Careter.
Il campionato, che prevede il suo epilogo a Valtorta il 24 ottobre (regia del Moto Club Bergamo Avb), proseguirà il 2 maggio a San Giovanni di Teglio (So). 

 

 

 

5 marzo 2010

 

Mazzoleni e la scuderia Norelli subito vincenti a Chieve

 

Avvio riuscito, con 240 concorrenti, per il campionato lombardo di enduro. La prova d’apertura era riservata alla categoria major ed è stato ospitata a Chieve (Cremona). Ad onorare la competizione è stata la partecipazione dell’iridato junior 2008 Thomas Oldrati, del Team Ktm Factory, che ha fatto registrare la miglior somma di tempi in tutti i sette tratti cronometrati previsti. Ha staccato di un minuto e mezzo un altro conduttore della elite, Giacomo Redondi, pure bergamasco, pure su Ktm, e di 1’42" il vero vincitore assoluto per la categoria major, Carmelo Mazzoleni (Ktm-Bg Norelli), mattatore della M3. Tutti della Ktm i primi cinque, dietro Mazzoleni hanno chuso Davide Marangoni (Mc Gilera Arcore) e Agostino Volpi (Mc Brembana di San Giovanni Bianco), ambedue della M2.
Mazzoleni, di Zogno, classe ’74, nel 2009 campione italiano e lombardo e terzo nel monomarca Ktm, ha festeggiato anche quale componente della squadra vincente, quella della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club  Bergamo, già campione regionale in carica. Come lui hanno vinto anche i compagni Remo Fattori nella classe super veteran e Marco Brioschi nella classe M1. Niente da fare, contro i 75 punti della Norelli, per le formazioni del Mc Sebino e del Mc Costa Vopino, arrivate a quota 56, con la prima seconda per la discriminante del miglior risultato del quarto elemento. A seguire l’Oggiono e 7° il Mc Brembana.
Altre importanti affermazioni targate Bergamo quelle del fuoriclasse seriano Angelo Signorelli (Yamaha-Mc Parini) nella veteran e del coriaceo sarnichese Carlo Bertoli (Husqvarna-Mc Sebino) nella X3. Sul podio di classe sono saliti Cristian Ruggeri (3°); il campione tricolore Pierluigi Surini (2°); il soverese Renato Pegurri (3°); l’ex dakariano e campione italiano di motorally Maurizio Cecconi (2°); l’espertissimo idraulico volante Mario Zanetti (3°); il brillante Carlo Valenti (2°), l’anno scorso salito alla ribalta quale vittima del furto della moto moto custodita nel parco chiuso di una gara tricolore. 
Prossima gara del regionale domenica a Cerro al Lambro (Mi), impegnate stavolta le categorie elite, senior, junior e cadetti. Mancheranno alcuni piloti impegnati in Africa, nella Tunisia Desert Cup, ideata ed organizzata da Ciro de Petri.

 

altro successo per Carmelo Mazzoleni (Norelli)

 

 

 

28 febbraio 2010

 

Raffaele Ghilardi il nuovo presidente della scuderia Norelli

 

Il Consiglio Direttivo della Scuderia “Fulvio Norelli”, nella seduta di insediamento, che ha fattoRaffaele Ghilardi seguito di pochi giorni all'Assemblea dei soci, ha eletto le cariche sociali per il biennio 2010 – 2011.
Con voto unanime è stato nominato Presidente Raffaele Ghilardi, che sarà affiancato dai Vice Presidenti Guido Pandini (riconfermato) e Paolo Nosari, mentre alla Segreteria è stato riconfermato Enzo Paris, uno dei fondatori del Club.
Confermando il programma tracciato dal precedente Consiglio, ora verranno studiate nuove strategie onde permettere alla Scuderia di continuare ad essere, come è da tempo, un importante riferimento sportivo ed organizzativo nel mondo del motociclismo.
Raffaele Ghilardi, imprenditore, Presidente dei Metalmeccanici in Confindustria Bergamo, è attualmente anche Vice Presidente del Moto Club Bergamo, di cui la Norelli fa parte. Ha iniziato come pilota nelle file della Norelli negli anni ‘70 ed è stato buon pilota con la DKW-Playmotor.
Del nuovo consiglio direttivo fanno parte anche gli ex presidenti Domenico Pelandi, Massimo Sironi, Walter Andreoli, Carlo Montagnosi e poi Matteo Abati, Nicola Barbero, Ezio Benis, Roberto Biaggi, Attilio Bonalumi, Giuseppe Canavesi, Andrea Dall'Ara, Sergio Ghidini, Paolo Magri, Duccio Masserini, Francesco Mazzoleni, Marco Montanari, Luciano Pecis, Giorgio Pozzi e Renato Signorelli.

 

 

 

24 febbraio 2010

 

All'Assemblea Norelli consegnato L'Oscar a Stefano Scuratti

 

Il Consiglio Direttivo della Scuderia Fulvio Norelli di Bergamo ha assegnato l’“Oscar Norelli” 
2009 a Stefano Scuratti. Scuratti, appassionato motociclista, è stato insignito dell’illustre riconoscimento per la creazione del sito internet Soloenduro, diventato pian piano riferimento sicuro ed aggiornato per tutti gli appassionati di fuoristrada motociclistico.
La premiazione è avvenuta nel corso dell’Assemblea annuale dei Soci, venerdì 19 febbraio, presso la Sala Viterbi nel Palazzo della Provincia a Bergamo, presente anche il Presidente della FMI Paolo Sesti.
Nell’ambito della serata è stato anche consegnato il premio alla memoria di Sergio Zanetti a Luciano Marchesi e sono stati premiati i tanti conduttori della Norelli distintisi in diverse discipline e a tutti i livelli.

 

Stefano Scuratti con il meritatissimo Oscar Norelli (foto Claudio "Bitter" Campari)

 

 

la squadra campione italiana enduro major (foto Sergio Ghidini)

 

 

la squadra vincitrice del Vaso nel tricolore regolarità d'epoca con, a dx, il presidente uscente della Norelli ing. Domenico Pelandi (foto Claudio "Bitter" Campari)

 

 

 

18 febbraio 2010

 

Numerosi i successi che hanno segnato la stagione 2009 della Norelli

 

Venerdì 19 febbraio, in occasione dell’assemblea annuale dei soci della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo, verrà anche assegnato l’Oscar Norelli, un riconoscimento sempre più importante e prestigioso col quale la società sportiva dai colori gialloneri intende ringraziare quanti più si prodigano nella promozione e nello sviluppo dell’attività motociclistica, in ambito locale e non solo. Per quest’anno il gruppo direttivo, guidato dal presidente ing. Domenico Pelandi, ha deciso di premiare Stefano Scuratti, un informatico milanese appassionato di enduro che, dodici anni fa, ebbe l’intuizione di dare vita al primo sito web interamente dedicato alla disciplina dell’enduro, SoloEnduro, diventato col tempo un insostituibile punto di riferimento per tutti quanti seguono il settore.
Anche quest’anno l’assemblea sarà ospitata a Bergamo, nel Palazzo della Provincia, in via Tasso, esattamente nella suggestiva Sala Viterbi. 
Scuratti va ad allungare un elenco di nomi molto conosciuti ed apprezzati. Hanno tra gli altri ricevuto il riconoscimento, istituito nel 1977, campioni come Dall’Ara, Consonni, Gualdi, Rottigni, Gritti, Saini, De Petri, Sala e personaggi come Boschi, Mattioli, Maffettini, Tremaglia, D’Adda, Perini, Masserini, Acerbis e il presidente della federmoto Paolo Sesti. Tre anni fa toccò anche all’avvocato Antonio Rodari, scomparso recentemente, dodici mesi fa il prescelto fu il dirigente federale toscano Massimo Mita.
Nell’ambito della serata verrà anche consegnato il premio alla memoria di Sergio Zanetti, saranno premiati conduttori e collaboratori della Norelli (il 2009 è stato un anno quanto mai ricco di successi, sia nell’enduro che nella regolarità, in ambito nazionale e regionale), ricordati i principali avvenimenti organizzati (su tutti la 13esima edizione della Valli Bergamasche Revival a Serina e la prima Motocavalcata di Primavera) e illustrati i tanti progetti per la stagione 2010.
TITOLI TRICOLORI NORELLI 2009
Remo Fattori (Ktm)
campione italiano enduro major classe super veteran
Carmelo Mazzoleni (Ktm)
campione italiano enduro major classe M3
Scuderia Norelli
campione italiano enduro major a squadre di club
Valerio Signorelli (Fantic) 
campione italiano regolarità d'epoca gruppo A1 
Luciano Marchesi (Ktm)
campione italiano regolarità d'epoca gruppo C3

Gualtiero Brissoni (Ktm))
campione italiano regolarità d'epoca gruppo C5
Sergio Gandolfi (Ktm)
campione italiano regolarità d'epoca gruppo D5
campione italiano motocross d'epoca gruppo C
scuderia Norelli
campione italiano regolarità d'epoca Vaso a squadre
TITOLI REGIONALI NORELLI 2009
Carmelo Mazzoleni (Ktm) 
campione lombardo enduro major classe M3 
Remo Fattori (Ktm) 
campione lombardo enduro major classe super veteran 
Scuderia Norelli
campione lombardo enduro major a squadre 
Nicola Piccinini (Ktm) 
campione lombardo enduro cadetti classe 125 2t

 

Sergio Gandolfi ha vinto due titoli tricolori, nella regolarità e nel motocross

 

 

alla photogallery sulla strepitosa stagione sportiva 2009 della Norelli

 

 

 

5 febbraio 2010

 

Tappe a Locatello e Grumello del Monte per il campionato lombardo enduro

 

E’ fissato per domenica 28 febbraio l’avvio del campionato lombardo di enduro. Sono complessivamente previste undici manifestazioni, suddivise tra le categorie senior, junior, major e cadetti.  
La prima sfida è in programma il 28 febbraio, a cura del Mc Chieve (in provincia di Cremona) e coinvolgerà solo la categoria major (quella dei piloti più maturi).
Quindi entreranno in gioco, per le categorie cadetti, junior e senior, il Mc Melegnano (Milano) il 7 marzo; il Mc Parini (Lecco) il 14 marzo; la scuderia Fulvio Norelli del Moto Club Bergamo il 6 giugno; il Mc Gardone Valtrompia (Brrescia) il 27 giugno. Per la gara della Norelli sono in corso contatti con il comune di Locatello, in Valle Imagna.
Poi toccherà nuovamente ai major, il 4 luglio, con la gara a cura della sezione Grumello del Monte del Moto Club Bergamo. 

Sette giorni dopo, l'11, gara a cura del Mc Desio (Milano) per cadetti, junior e senior, quindi tre le gare a settembre: il 12 a cura del Mc Valli Oltrepo (Pavia) per major; il 19 a cura del Mc Bergamonti Gussola (Cremona) per major e senior; il 26 a cura del Mc Mincio (Mantova) per cadetti, junior e senior.
A chiudere il campionato sarà il 24 ottobre il Mc Misinto (Milano) con una gara riservata ai major mentre una competizione interregionale sarà allestita dal Mc Chieve (Cremona) il 30 ottobre.
A tutte le gare, con classifica separata, potranno partecipare i (pochi) piloti della elite e le (poche) rappresentanti della categoria femminile, per definire le graduatorie il regolamento non prevede scarti.

 

 

 

30 gennaio 2010

 

Assegnato a Stefano Scuratti di SoloEnduro l'Oscar Norelli

 

Il Consiglio Direttivo della Scuderia Fulvio Norelli ha deliberato all’unanimità di assegnare l’“Oscar Norelli” 2009 a Stefano Scuratti.
La premiazione avverrà nel corso dell’Assemblea annuale dei Soci in programma a Bergamo venerdì 19 febbraio 2010, alle ore 21, presso la Sala Viterbi nel Palazzo della Provincia in Via Torquato Tasso 8.
Nato a Milano il 17/05/1961, informatico e appassionato di moto da fuoristrada, Scuratti ha creato nel gennaio 1998, il dominio www.soloenduro.it. 
L'idea nasce dal fatto che le classifiche delle gare di enduro già in quel tempo avevano un formato elettronico. Partecipando a gare regionali ha pensato di farsi dare dai cronometristi i risultati per metterli in rete la sera stessa, perché fossero disponibili a tutti. Alcuni appassionati sparsi per l’Italia lo aiutano in questa raccolta di dati e il servizio diventa un punto di riferimento per gli sportivi. Nel 1998 vengono avviate le prove per un forum aperto a tutti. Nel 1999 decolla il forum con il passaparola. Il mondo degli appassionati sportivi di enduro in tutta Italia si aggrega intorno al sito, dando contributo per recuperare le classifiche domenicali perché vengano pubblicate on line ed essere a disposizione di tutti.
Il successo è dilagante e le idee non mancano: vengono fatte alcune prove per trasmettere il risultato di ogni singola prova speciale, in tempo reale via sms, ad ogni partecipante. Ogni pilota sa esattamente durante la gara la sua posizione di classifica.
Il sito si sviluppa velocemente e diventa un punto di riferimento del mondo dell'enduro. Idee che vengono poi riprese anche in altri sport.
Internet è sempre più alla portata di tutti e fondamentale è l'informazione immediata: su Soloenduro vengono pubblicati calendari di manifestazioni sportive agonistiche ed amatoriali, cavalcate, raduni e manifestazioni estere di valenza internazionale.
Nel 2002 viene ristrutturata la grafica del forum e della pagina iniziale ma i contenuti rimangono inalterati.
Il forum si sviluppa e aggrega il popolo amatoriale di questo sport, dandogli voce e spazio.
Il grande successo di Soloenduro è sicuramente dovuto all'indipendenza commerciale che lo rende comunque trasversale alle logiche di marketing delle case costruttrici.
Oggi, a quindici anni dalla fondazione, Soloenduro è il sito di riferimento per il fuoristrada, per gli sportivi e soprattutto per gli amatori.
Quindici anni di risultati, classifiche, chiacchiere e litigi, sberleffi e aiuti umanitari sono a disposizione di tutti nella memoria del server che fa capo alla società di informatica che gestisce il sito.
Un riconoscimento in controtendenza rispetto a quelli conferiti precedentemente: un premio a chi si è adoperato nel passato con un'idea tecnologicamente nuova per il legame delle persone, un premio a tutti coloro che si sono prestati volontariamente a collaborare, un premio che sia di buon auspicio, oltre che di sprone, per fare sempre meglio in futuro.

 

l'albo d'oro del Premio pdf

 

 

 

11 gennaio 2010

 

Scomparso l'avvocato Rodari, dirigente di spicco del motociclismo orobico

 

Grave lutto per la cultura e per il motociclismo bergamaschi. E' scomparso l'altro giorno l'avvocato Antonio Rodari, grande figura dirigenziale del mondo motociclistico orobico negli anni '50, '60 e '70. 
Rodari, classe 1921, nominato Delegato Provinciale della Federazione Motociclistica Italiana nel 1950, ha formato con Fulvio Maffettini ed Amelio Peri una triade di organizzatori del motociclismo orobico che ha dato il carattere di internazionalità ad un’attività fino ad allora provinciale, favorendo nel contempo la creazione delle Sezioni del Moto Club Bergamo per l’effettiva collaborazione territoriale alle manifestazioni di motoregolarità e lo sviluppo della tutela del motociclismo. 
Ha ricoperto la carica di Consigliere del Moto Club Bergamo ed è stato eletto al Consiglio Federale della Federazione Motociclistica Italiana componente della Giunta di Presidenza.
Per molti anni è stato incaricato delle composizioni delle squadre del Trofeo e del Vaso alla “Sei Giorni Internazionale” e dei rapporti con le case motociclistiche del settore; i fornitori dei veicoli lo hanno rispettato nelle decisioni che interessavano nell’ambito dell’attività internazionale e nazionale i conduttori accasati. 
Responsabile dei rapporti con le Autorità, supporto giuridico di Maffettini e Peri per svariati anni, con il pieno consenso dei Presidenti, da Reda a Bonfanti che con onore si sono succeduti alla Presidenza del Moto Club Bergamo.
Figura di spicco che tesseva i rapporti con le Autorità locali dando, in tal modo, la possibilità al Moto Club Bergamo di sviluppare e rendere sempre più importante la “Valli Bergamasche”, contribuendo a farla diventare la Gara Internazionale che tutti ci invidiano.
Personaggio di grande carisma che si è battuto perché il Moto Club Bergamo venisse, a ragione, considerato tra i più importanti al mondo.
Ritiratosi dall’ambiente del motociclismo, per il suoi trascorsi la Scuderia “Fulvio Norelli” del Moto Club Bergamo gli ha attribuito l’”Oscar Norelli" nel 2004”. o in Toscana

 

Rodari, a sinistra, premiato con l'Oscar Norelli 2004 da Tacchini e Sironi

 

 

 

 

 

 

 

al sommario delle news

 

  
  
  
  
top

webmaster Danilo Sechi  -  copyright ©2009 Moto Club Bergamo  -  info@motoclub.bergamo.it