n a v i g a z i o n e

 

  home

 

  le manifestazioni

::  oggi
  ::  ieri
::  domani
  chi siamo
  la storia
  organigramma
  la valli
  la cavalcata
  il premio dei premi
  amarcord
  news

  classifiche

 

 


 

MOTO CLUB BERGAMO - 24126 Bergamo - via Carnovali 84

telefono e fax 035.4592744 - mail info@motoclub.bergamo.it

.

news 2005 - primo trimestre

 

22 marzo 2005

 

Andrea Gatti confermato alla massima carica di presidente

 

Il nuovo consiglio direttivo del Moto Club Bergamo ha scelto la continuità. Nella il presidente Andrea Gatti, a destra, con Robi Locatelli all'arrivo dell'ultima Cavalcata prima riunione, effettuata l’altra sera presso la nuova sede, al secondo piano della Casa dello Sport di via Gleno, a Bergamo zona Celadina, è stati infatti confermato alla guida del sodalizio il presidente uscente Andrea Gatti. 
Classe 1946, consulente finanziario, Gatti è in carica dal 1997, quando successe all’imprenditore Franco Acerbis, è quindi il suo terzo mandato. 

Ha raccolto i due terzi dei consensi e si è subito messo al lavoro per preparare al meglio la straordinaria stagione 2005 del club, che sarà impegnato nell’allestimento di due eventi iridati, il Gp d’Italia di trial a luglio a Valbondione ed la 39esima Valli Bergamasche, ultima prova del mondiale enduro, in ottobre a Schilpario.
Quali vicepresidenti sono stati nominati Renzo D’Adda (confermato) e Luigi Daleffe (che ha preso il posto di Ferruccio Papa), in occasione della prossima riunione del Coinsiglio verranno definite tutte le altre cariche ancora vacanti.

 

 

 

16 marzo 2005

 

A Brembilla arriva la scuola di bici trial

 

In concomitanza col l'organizzazione del primo dei quattro raduni sociali di trial 2005 firmati dalla sezione Avb (Alta Valle Brembana) è stata prevista per questo fine settimana del 19 e 20 marzo, sempre a Brembilla, anche una due giorni di scuola di bici trial. Il ritrovo è fissato al piazzale Mercato, accanto a Municipio ed Oratorio, l'insegnante sarà Walter Belli, ex campione mondiale di bike trial. La scuola sarà aperta a tutti, bambini e no, con le proprie biciclette.

La manifestazione è organizzata dal Mc Brembilla col patrocinio dell'Assessorato allo Sport del Comune, la scuola è gratuita, sono anche previsti ricchi premi per tutti i partecipanti, al termine delle lezioni verrà effettuata una prova di abilità su ostacoli artificiali.

Per quanto riguarda il primo raduno di trial, di scena domenica 20, ritrovo alle 9.00 al Campo sportivo, presso le Scuole Medie.

 

 

 

12 marzo 2005

 

Ok la prima gara di motoslitte della sezione Valle di Scalve

 

Buon successo per la prima gara di motoslitte organizzata dal nuovo Moto club Valle di Scalve e dedicata alla memoria di Arnaldo Morandi. Un pubblico numeroso e curioso ha sostenuto i 39 piloti che hanno partecipato alla manifestazione, gareggiando con motoslitte in alcuni casi davvero originali. Una di queste, per esempio, è stata trasformata in una «biga» e chiamata «Spartacus».
La gara, che si è tenuta alle pendici del monte Panettone in località Serta, a Schilpario, era divisa in due fasi per tre categorie: moto d'epoca, fino a 600 di cilindrata e oltre 600 di cilindrata. Una prima, ad eliminazione e percorsa ad anello aperto, e una seconda, ad anello chiuso, nella quale si sono sfidati in una batteria finale i piloti che hanno ottenuto il miglior tempo nella manche precedente. I primi tre classificati per la categoria moto d'epoca sono stati Giovanni Salvini, Elenio Bonaldi, Cristiano Spada. Per la categoria fino a 600 di cilindrata, al primo posto si è classificato Marcello Disetti, secondo Nicola Grassi, terzo Silvio Adamini. Categoria oltre 600 di cilindrata: Angelo Vaira, Luca Bendotti, Alex Mora. Migliori tre in assoluto: Marcello Disetti, Nicola Grossi, Silvio Adamini. 
«Tutto si è svolto in maniera perfetta – ha spiegato Andrea Maj, presidente del club scalvino affiliato al Mc Bergamo – non ci sono stati infortuni, incidenti e la gara a tratti è stata davvero emozionante, e sopratutto nella batteria finale ci sono stati sorpassi mozzafiato. Hanno funzionato alla perfezione anche gli stand gastronomici, a base di "strinù", formaggio fuso, pane, numerose torte, vin brulè, tè caldo, bibite, birra e caffè». 

 

 

 

8 marzo 2005

 

Da Brembilla a Moio i quattro raduni trial dell'Avb

 

Anche quest’anno la dinamica sezione Avb (Alta Valle Brembana) del Moto Club Bergamo darà vita alla sua serie di raduni sociali di trial, poker di appuntamenti che consentono a tutti, con qualsiasi preparazione, di cimentarsi nella disciplina.
La prima manifestazione si svolgerà a Brembilla domenica 20 marzo, quindi si proseguirà il 17 aprile a Santa Brigida e il 25 settembre a Foppolo mentre ad ospitare la tappa conclusiva sarà, il 30 ottobre, la località di Moio de’ Calvi. 
In questi raduni i concorrenti vengono divisi in tre gruppi (rossi, blu e verdi), la partecipazione è aperta anche ai minitrialisti. Campioni 2004 sono risultati Luca Baschenis (rossi), il fratello minore Marco Baschenis (verdi), Marco Spreafico (blu), Diego Sonzogni (mini).
Per l'Avb - che è guidato da Giacomo Bosis, uno dei pionieri del trial in Italia e padre del campionissimo Diego - il 2005 si è aperto il 6 febbraio con l'organizzazione a Foppolo della terza prova del tricolore motoslitte, prevede anche - il 22 maggio a Carona - la terza prova del campionato lombardo di trial.

 

 

 

5 marzo 2005

 

Una nuova sezione in Valle di Scalve

 

La grande passione per la moto e la voglia di riunirsi e divertirsi. Con queste motivazioni alcuni ragazzi della Valle di Scalve e i ragazzi della Commissione giovani del Comune di Schilpario hanno deciso di dare vita al Moto club Valle di Scalve, sezione del Moto club di Bergamo. Il gruppo è già partito in quarta: in pochi giorni ha raccolto più di ottanta iscritti tra Schilpario, Azzone, Vilminore e Colere. «Un risultato importante – afferma Andrea Maj, presidente del club scalvino – in sintonia con i dati riguardanti il Moto club Bergamo che è risultato essere il più grande d'Italia, con oltre 1600 affiliati e venti sezioni». Il Moto club non ha ancora una sede operativa: di volta in volta gli associati si riuniscono nella biblioteca oppure nei locali dell'oratorio, ma sia il sindaco di Schilpario, Gianmario Bendotti, sia quello di Azzone, Edoardo Bettoni, hanno accolto con favore l'iniziativa e si sono dimostrati disponibili a sostenere manifestazioni future e progetti. 
La prima uscita ufficiale del Moto club Valle di Scalve è in programma per domani, domenica 6 marzo, con la prima gara di motoslitte, che si terrà alle pendici del Monte Panettone, località Serta. La manifestazione, dedicata ad Arnaldo Morandi e patrocinata dal Comune di Schilpario, avrà inizio alle 8 con l'apertura delle iscrizioni, mentre la competizione vera e propria prenderà il via alle 11. Il percorso, di un chilometro circa, è ad anello aperto, ossia prevede una partenza e un arrivo in due punti diversi. I piloti, divisi in due categorie, si sfideranno per quattro manche cronometrate. I primi tre di ogni categoria che otterranno il miglior tempo correranno in una batteria finale. Vincerà chi taglierà il traguardo per la quinta volta. Questa volta il percorso sarà ad anello chiuso.

 

 

 

26 febbraio 2005

 

Ettore Tacchini nuovo presidente della Caf Fmi

 

Si fa ancora più significativa la presenza orobica in seno al gruppo direttivo della Federmoto, l’organismo che riunisce oltre 124 mila appassionati italiani e oltre 1700 società e che è presieduto - dal 1996 - dal bergamasco Paolo Sesti. 
Alla carica di presidente della Commissione d’Appello Federale, il cui compito è giudicare in via definitiva sui ricorsi avverso i provvedimenti adottati nei confronti dei piloti e dei dirigenti, è stato eletto l’avvocato Ettore Tacchini. Già membro della stessa Commissione da oltre dieci anni, in precedenza consigliere della Federmoto, Tacchini - che è un motociclista praticante ed è socio della scuderia Norelli - è da tempo anche il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bergamo. 
Nella Commissione - dove succede a Gianfranco D'Orazi - lavorerà con il vice Pasini, con i membri Braccini, Bruzzese e Zecchino e con i supplenti De Matteis e Pletto.

 

 

 

24 febbraio 2005

 

Racing de Berghem in vacanza sul circuito di Jerez

 

Cimentarsi sulle medesime piste che ospitano le prove del Motomondiale, sulle stesse curve dove si accendono gli spettacolari duelli tra Valentino Rossi, Max Biaggi, Loris Capirossi e Sete Gibernau, sugli stessi rettilinei dove sciolgono tutti i cavalli a disposizione dei loro motori i mezzi ufficiali Honda, Yamaha, Ducati, Suzuki, Aprilia e Kawasaki. E’ questa la grande passione chealcuni partecipanti alla motovacanza, il presidente Rizzi è il secondo da destra accumuna gli affiliati al Moto Club Racing de Berghem, una delle sezioni del Moto Club Bergamo, la cui sede è stabilita a Gorle, presso la Rizzi Autotrasporti, l’impresa del presidente Alfredo Rizzi. 
Recentemente un gruppo di esponenti del club, erano esattamente 18, ha effettuato una motovacanza sulla pista di Jerez de la Frontera, in Andalusia, Spagna, sfogando la loro voglia di pista per ben cinque giorni, grazie ad una manifestazione apposita, proprio orchestrata per questo genere di appassionati, e che ha richiamato sul circuito centauri da mezza Europa.

«C’erano tedeschi, inglesi, francesi, scandinavi, il nostro gruppo era l’unico a rappresentare l’Italia - precisa il presidente Alfredo Rizzi - ci siamo proprio divertiti, anche perchè il tempo ci ha dato una grossa mano, siamo arrivati anche a 28 gradi. Le moto le abbiamo caricate su un camion, noi abbiamo raggiunto il sud della Spagna in aereo, una soluzione ideale che che non ci ha fatto perdere tempo e consentito di presentarci in sella al meglio delle condizioni».

Il circuito di Jerez è uno dei più famosi tra quelli che ospitano le competizioni iridate, l’anno passato il Motomondiale vi ha fatto tappa il 2 maggio per la seconda prova, quest’anno la pista alzerà invece il sipario sul torneo il 10 aprile.

«Per il futuro contiamo di ripetere questo tipo di fantastiche esperienze sui circuiti di Assen, in Olanda, nel mese di marzo, e di Brno, nella Repubblica Ceca, nel mese di aprile - prosegue Rizzi - mentre per l’estate, a giugno, abbiamo in mente di raggiungere il mitico Capo Nord, utilizzando però, ecco la novità, le stesse moto che usiamo in pista e non, come abitualmente si fa per questo genere di escursioni, le maxi moto da granturismo».

 

 

16 febbraio 2005

 

Parata di campioni all'assemblea della scuderia Norelli

 

Grande partecipazione all’assemblea della scuderia Fulvio Norelli del Moto Club l'avv. Rodari, a destra, premiato dal collega Ettore TacchiniBergamo, ospitata l’altra sera nella ex sala consiliare di via Tasso. Sono intervenuti tanti campioni e personaggi del motociclismo di oggi e di ieri, il senatore Valerio Carrara, il generale De Benedictis e il presidente del Mc Bergamo Andrea Gatti. Il momento "clou" è stata la premiazione, con l’Oscar Norelli, dell’avvocato Antonio Rodari, a consegnargli il riconoscimento il collega del foro orobico avvocato Ettore Tacchini, nell’occasione presidente dell’assemblea. 
Premiati anche Franco Dall’Ara e Romualdo Consonni, Franco Tura col Memorial Sergio Zanetti ed i piloti vincitori del torneo Enduro Sprint orchestrato nel 2004 dalla dinamica scuderia guidata da Massimo Sironi. 

la premiazione di Franco dall'Ara e Romualdo ConsonniQuesti i vincitori dell'Enduro Sprint: classe 50 Alessandro De Vecchi; classe 80 Francesco Daleffe; classe 125 Andrea Locatelli; classe oltre 125 Luca D'Adda; classe 250 4t Fabiano fantini; classe oltre 250 4t Marco Bianchi; classe femminile Emanuela Balduzzi; classe U Emilio Leoni; assoluta Luca Rota. 

Nel 2005 la Norelli riproporrà il suo goiello organizzativo, la Valli Bergamasche Revival, giunta alla 11a edizione, che assegnerà il 13° Trofeo Memorial Gino Reguzzi. La manifestazione, a carattere internazionale, si disputerà il 25 e 26 giugno a Oltre Il Colle.

 

 

 

 11 febbraio 2005

 

Venerdì 18 febbraio l'Assemblea generale dei soci

 

Il gruppo direttivo del Moto Club Bergamo ha fissato per la sera di venerdì 18 febbraio l’assemblea generale dei soci del sodalizio, il più grande d’Italia con i suoi quasi 1700 affiliati (divisi in una ventina di sezioni e scuderie) e tra i più antichi (è stato fondato nel 1919). L’incontro, che inizierà alle 21, sarà ospitato presso lo Starhotel Cristallo Palace di Bergamo, in via Betty Ambiveri, zona Malpensata.
Tra gli argomenti all’ordine del giorno la proposta di modifica allo Statuto, le votazioni per il rinnovo del consiglio direttivo, la relazione morale del presidente del club, Andrea Gatti, in carica dal 1997, la relazione finanziaria e le relazioni dei responsabili delle diverse commissioni che curano le molteplici attività della società sportiva, le premiazioni. 
Il Club nel 2004 si è distinto soprattutto nell’organizzazione della 41esima Cavalcata delle Valli Orobiche, che ha coinvolto circa tremila appassionati, mentre per il 2005 darà vita a due gare mondiali, a luglio il Gp d’Italia di trial a Valbondione, in Alta Val seriana, e ad ottobre alla 39esima Valli Bergamasche, ultima prova del mondiale enduro, a Schilpario, in Val di Scalve.

 

 

 

 9 febbraio 2005

 

L'Oscar della Scuderia Fulvio Norelli all'avvocato Antonio Rodari

 

L’albo d’oro dell’Oscar Norelli, il prestigioso riconoscimento istituito nel 1977 dalla scuderia Fulvio Norelli del Mc Bergamo, sta per arricchirsi di un altro importante personaggio. Il consiglio direttivo del club ha infatti scelto l’avv. Antonio Rodariuna simpatica caricatura dell'avv. Rodari quale destinatario del premio per l’anno 2004, il suo nome va ad aggiungersi a quello di altri grandi nomi del settore, tra gli altri Consonni, Dall'Ara, Moscheni, Gualdi, Rottigni, Casari, Maffettini, Tremaglia, Gritti, Saini, Perini, Masserini, Acerbis, De Petri. 
Rodari, classe 1921, grande oratore e diplomatico, studio in via Brigata Lupi, è stato uno dei dirigenti che più diede impulso alle attività del Mc Bergamo nel Dopoguerra e negli anni Cinquanta e Sessanta. E' stato nella giunta della Federmoto, ha diretto la Valli Bergamasche, è stato responsabile delle squadre azzurre di regolarità all’estero.

Questa la motivazione per l'assegnazione del premio: «E' stato per anni punto di riferimento del Moto Club Bergamo e dei motociclisti bergamaschi per tutte le questioni di carattere organizzativo e nei rapporti con le Autorità, animando con Maffettini e Peri quella grande stagione del motociclismo bergamasco che conferì il carattere di internazionalità ad un'attività fino ad allora provinciale»
Rodari riceverà il premio la sera di venerdì 11 febbraio, in occasione della assemblea della Norelli, in programma alla ex sede consiliare del Comune di Bergamo, in via Tasso.

 

 

 

 7 febbraio 2005

 

A Treviza ultima tappa per Albergoni, Trittico a Emilio Comotti

 

La partecipazione del vicecampione mondiale Simone Albergoni ha dato lustro alla alcuni protagonisti del Trittico. Da sin: Mirko Gritti, Andrea Comotti, Simone Albergoni e il vincitore Emilio Comotti terza conclusiva tappa del Trittico Treviza, il torneo invernale di enduro proposto dalla dinamica scuderia trevigliese affiliata al Mc Bergamo. 

Lo spiranese della Honda e delle Fiamme Oro non ha avuto difficoltà a far registrare i migliori tempi e ad aggiudicarsi la gara mentre mattatore del Trittico è risultato Emilio Comotti, proprio come nella precedente edizione di due anni fa. 
Alle spalle di Albergoni si sono classificati Emilio Comotti, Mirko Gritti, Arnaldo Nicoli e Andrea Comotti, nel Trittico Emilio ha chiuso con 70 punti prevalendo su Mirko Gritti (49) e sul cugino Andrea Comotti (40). 

Pur partecipando ad una sola gara Albergoni ha concluso quarto, a quota 25, quinto l'altro figlio del leggendario Alessandro Gritti, Giovanni (20).
Nel settore minienduro vittoria di tappa e del Trittico (con una tripletta) per David Bove.

 

 

 

12 gennaio 2005

 

Bis di Emilio Comotti nel Trittico Treviza di enduro

 

Anche nella seconda prova del Trittico Treviza, il torneo invernale proposto dalla dinamica scuderia del Mc Bergamo presso il Villaggio Treviza, alla periferia ovest di Treviglio, si è registrata l’affermazione assoluta del brillante conduttore locale Emilio Comotti. 
Già vincitore del Trittico del 2003, Comotti ha preceduto i due giovani figli d’arte seriani Mirko Gritti e Paolo Paganessi. 
Ma ad impensierirlo di più è stato il compagno di squadra Andrea Fusetti, che ha fatto registrare il miglior passaggio nella fase mattutina ma che poi ha rovinato tutto cadendo durante il turno del pomeriggio.
Tra i giovanissimi del minienduro altra conferma, per David Bove, che ha avuto la meglio su Alessandro Facchetti.
Il terzo conclusivo appuntamento del Trittico si disputerà domenica 6 febbraio.

 

 

 

 

 

al sommario delle news

m o t o c l u b   B e r g a m o

 stampa la pagina

a inizio pagina