Logo

News

ASSOLUTI D’ITALIA DI ENDURO. LEADER E’ THOMAS OLDRATI

A distanza da un mese dal primo grande appuntamento della stagione sono tornati in scena gli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia. Inizialmente prevista a Passirano (BS), la seconda tappa si è svolta invece a Carsoli (AQ) con l’organizzazione del Moto club Carsoli Enduro che ha risposto all’istante alla chiamata da parte del promoter e della FMI per recuperare la manifestazione. Così i ragazzi di Pierluigi Pantalone si sono messi subito al lavoro per ricavare un tracciato e tre prove speciali all’altezza del massimo campionato nazionale.

Per la cronaca si ritorna a Carsoli (AQ) a tre anni di distanza dall’ultimo appuntamento, che vide proprio i campioni degli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia sfidarsi in una entusiasmante e calda due giorni.

E anche per questo weekend il clima è stato decisamente bollente, e non solo dal punto di vista meteorologico visto il periodo; a Carsoli, infatti, erano presenti, come successo nella tappa di Carpineti, i più forti atleti al mondo della specialità, tutti con sete di risultati.

Appunto, ci si era lasciati a Carpineti dopo una due giorni di grandi battaglie con Brad Freeman e Thomas Oldrati protagonisti della classifica assoluta e Steve Holcombe nuovo leader 24mx della generale. E qui a Carsoli le cose sono andate ancora meglio per i colori italiani, bergamaschi in particolare.

Già si è detto di Gara 1, con la sorpresa Will Paul Ruprecht, il 22enne australiano della Beta Team Boano che ha fatto registrare la migliore prestazione assoluta, aggiudicandosi due delle nove prove speciali in programma (giri ridotti da quattro a tre per la polvere) e battendo così il vicentino campione del mondo junior 2019 Andrea Verona (Tm) e l’asso bergamasco di Petosino Thomas Oldrati (Honda RedMoto-Fiamme Oro). Proprio Verona ha prevalso su Oldrati nella classe 240 4t, mentre il bolognese Alex Salvini ha fatto sua la classe 450, davanti al cuneese Matteo Cavallo ed al trevigliese Emanuele Facchetti. Da segnalare in Gara 1 l’unico successo di classe targato Bg: è stato conquistato dal seriano Manolo Morettini (Ktm-Mc Bergamo Ponte Nossa), il migliore della junior (a seguire Macoritto e Pavoni). Inoltre, nella classe 300, vinta dal camuno Davide “Pota” Guarneri, sono arrivati secondo lo stezzanese Rudy Moroni e quarto il bassaiolo Federico Aresi; nella 250 2t, vinta dal ligure Soreca, ha chiuso quarto il brembano Luca Marcotulli; nella 125, vinta dal ternano Montanari, è giunto quarto Lorenzo Bernini, alfiere  del Mc Bergamo Ponte Nossa; nella youth under 21, vinta dal sardo Spanu, si sono piazzati terzo Matteo Grigis e quarto l’altoseriano Gabriele Pasinetti. Oggi seconda giornata. (D. S.)

Ma andiamo a vedere come è andata Gara 2. A regalare una giornata indimenticabile sono stati principalmente Will Ruprecht, già vincitore di Gara 1, e Steve Holcombe, che hanno infuocato la classifica generale a suon di centesimi. I due alfieri di Beta Boano e di Beta Motor si sono dati filo da torcere dalla prima all’ultima speciale, ritrovandosi addirittura a 20 centesimi di distacco prima di affrontare l’Airoh Cross Test finale. Per meno di due secondi a strappare la vittoria finale è stato Will Ruprecht, che batte Steve Holcombe. Ma ecco il perché i colori bergamaschi devono gioire: sul podio assoluto sventolano le Fiamme Oro di Thomas Oldrati (Honda Redmoto) terzo: il pilota di Petosino, grazie ad un ottimo weekend, si porta in testa al campionato e diventa il nuovo leader 24mx.

Ritiro per Brad Freeman, protagonista di Carpineti.

Grandi battaglie e cambi ai vertici nelle singole classi. 

Nella 125 vince la seconda giornata Giuliano Mancuso (Fantic Motor) davanti a Tommaso Montanari (KTM TNT Corse) per soli 2 secondi. Terzo posto per Igor Brunengo (Fantic JET Racing). E quarto Lorenzo Bernini, del MC Bergamo-Ponte Nossa

Doppietta per Davide Soreca (Beta Boano) nella classe 250 2t. Il ligure precede il compagno di squadra Deny Philipparts e Maurizio Micheluz (Husqvarna Osellini); quinto il brembano Luca Marcotulli.

Doppio podio anche nella 300, con Davide Guarneri (TM E50) primo sia in Gara 1 che in Gara 2, in sella alla TM 300 2t. Alle sue spalle si piazzano Gianluca Martini (Beta Sebino) e lo stezzanese Rudy “Bomber” Moroni (KTM Proracingsport). Sesto Federico Aresi.

Nella 250 4t la vittoria, come detto, è andata al bergamasco Thomas Oldrati che, dopo la seconda posizione del primo giorno, conquista la vetta del podio, battendo il principale avversario Andrea Verona. Gradino più passo del podio per Michele Musso (Sherco Bike&co). Quarto Patrick Grigis e settimo e nono rispettivamente due alfieri del MC Bergamo-Casazza: Simone Trapletti e Federico Poloni.

Cambio ai vertici della 450. La quarta prova è andata a Matteo Cavallo (Sherco) che precede il leader del day1 Alex Salvini (Honda S2Motorsport) e Alessandro Battig (Honda Team Specia). Quarto il trevigliese Emanuele Facchetti; con Mirko Spandre (MC Sebino) sesto, Andrea Belotti (MC Lago d’Iseo) nono e Francesco Tengattini (MC Costa Volpino) decimo.

Grandioso weekend per la giovane promessa Manolo Morettini (KTM Proracingsport), che si aggiudica la categoria Junior conquistando quattro speciali su nove totali. Il bergamasco fa sua la classe battendo i suoi principali avversari Lorenzo Macoritto, secondo, e Matteo Pavoni, terzo, entrambi del Team Beta Boano. Sesto Alberto Capoferri (MC Bergamo) e settimo Francesco Servalli (MC Sebino)

Giornata sfortunata per il leader di campionato Youth Claudio Spanu (Husqvarna Osellini) costretto al ritiro subito alla prima linea per una rottura meccanica. La vittoria è andata a Riccardo Fabris (Fantic JET Racing) che si intasca altresì il primo posto del Trofeo Eleveit dedicato proprio ai giovanissimi degli Assoluti d’Italia. Dietro Fabris completano il podio Matteo Grigis (KTM Sebino) e Kevin Cristino (Beta Boano). Quarto Gabriele Pasinetti (MC Costa Volpino) e quinto Davide Delbono (MC Lago d’Iseo).

Tra le squadre in Gara vittoria del Gruppo Sportivo Fiamme Oro, vincitore su il Motoclub Sebino ed il Motoclub Lago d’Iseo.

Michael Pogna (Sherco) vince anche il day2 della Coppa FMI classe 2t, così come Francesco Tengattini (KTM) che si aggiudica la seconda giornata della categoria 4t.

Passando alla Coppa Italia, la Cadetti ha visto in Gabriele Cavalletti (TM ) il miglior pilota in gara (quarto Luca Rondini, suo compagno di club); nella Junior è invece Diego Patelli (KTM MC Lago d’Iseo) ad aggiudicarsi la prima posizione (ottavo Edoardo D’Errico, del MC Bergamo-Casazza). Nella Senior primeggia Matteo Luison (KTM) che si firma anche l’assoluta di giornata. Tra i Major doppietta per Daniele Rossi su KTM (ottavo Mauro Bergamelli, del MC Bergamo-Casazza), mentre tra le Lady vince Raissa Terranova su Beta del Team SGS Racing.

Gli Assoluti d’Italia-Coppa FMI/Coppa Italia ritornano il 3 e 4 ottobre con la penultima tappa che si svolgerà a Darfo Boario Terme, anziché Breno come previsto inizialmente, sempre in provincia di Brescia e sempre con l’organizzazione del Motoclub Sebino.

vertical band

CERCA

vertical band

CATEGORIE

vertical band

ULTIMI POST

CHIUDUNO (BG), ENNESIMO IMPEGNO ORGANIZZATIVO DEL TEAM TZ TRIAL NEL REGIONALE 2020 giovedì 5 Novembre 2020

REGIONALE ENDURO, A CHIEVE. L’ASSOLUTA E’ DI FEDERICO ARESI domenica 1 Novembre 2020

La Scuderia Fulvio Norelli al vertice nei Campionati Italiani Enduro Major e Regolarità Epoca Gruppo 5 martedì 27 Ottobre 2020

ROGNO (BG), TRICOLORE REGOLARITA’ GRUPPO 5: SEMPRE AI VERTICI IL MC BERGAMO martedì 27 Ottobre 2020

iscriviti al club

Per iscriversi al Moto Club Bergamo È possibile recarsi pressso la segreteria neglio orari di apertura oppure segui le istruzioni riportate sulla seguente pagina

scopri di più